menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pedaggi, Autovie Venete approva sconti per i pendolari

Il cda della società ha dato l'ok alla bozza della convenzione tra Aiscat e ministero delle Infrastrutture. Le riduzioni verranno applicate a partire dal 21mo transito su tratte di massimo 50 chilometri

Venerdì il consiglio di amministrazione di Autovie Venete, riunito a Trieste, ha approvato la bozza di convenzione tra Aiscat, la società che riunisce le concessionarie, e Ministero delle Infrastrutture sugli sconti sui pedaggi per i pendolari delle autostrade.

“Abbiamo adottato i criteri individuati dal Ministero e concordati con Aiscat – ha spiegato il presidente Emilio Terpin – per essere così pronti ad attivare le misure non appena la convenzione sarà sottoscritta”.

Gran parte delle questioni tecniche erano state definite nei giorni precedenti a Roma, durante un summit tecnico, e nell’occasione era stata anche fissata anche la data per una giornata di formazione riservata ai dipendenti delle Concessionarie autostradali che lavorano nei Punti Blu o nei Centri Assistenza Clienti.

CHI HA DIRITTO ALLO SCONTO - La bozza della convenzione conferma tutte le caratteristiche necessarie per ottenere gli sconti, che saranno operativi dal 1 febbraio 2014 al 31 dicembre 2015.

Il mezzo dovrà appartenere alla classe A (autovetture) e dovrà essere dotata di Telepass. Gli utenti interessati potranno registrarsi in due modi: sul sito www.telepass.it, che avrà uno spazio dedicato allo sconto pendolari, oppure recandosi nei Punti Blu e Centri Assistenza Clienti delle Concessionarie.

La lunghezza massima della tratta è stata fissata a 50 chilometri, compresi fra due stazioni predefinite, e la percentuale di sconto sarà proporzionale al numero dei viaggi e non alla loro lunghezza. Le riduzioni verranno applicate a partire dal 21mo transito: 1% del pedaggio complessivo che crescerà a 2%  per 22 transiti effettuati, 3% per 23 transiti e così via, fino al 20% del pedaggio complessivo dopo il 40mo transito.

Tenendo conto del numero massimo di giorni lavorativi in un mese (23), lo sconto varrà fino a 46 transiti, mentre su quelli successivi verrà conteggiata la tariffa intera. Lo sconto, che sarà applicato per un massimo di due viaggi al giorno compresi i festivi, non è cumulabile con altre agevolazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento