menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Azienda trevigiana conquista il premio "Compasso d'oro 2018"

Secco sistemi ha ottenuto il riconoscimento per "OS2 75" il sistema per la costruzione di porte e finestre in metallo a taglio termico disegnato dall’architetto Alberto Torsello

TREVISO Secco Sistemi, l’azienda artigiana nel mondo leader nella produzione di sistemi integrati per serramenti e facciate, ha vinto il Compasso d’Oro 2018, il premio più prestigioso del design italiano, assegnato da ADI, l’Associazione per il Disegno Industriale. Il sistema per la costruzione di porte e finestre “OS2 75”, ideato e realizzato in Veneto nella sede di Preganziol, è stato impiegato con successo nel restauro di importanti edifici in Italia e all’estero. La Giuria di esperti ha assegnato il prestigioso riconoscimento a “OS2 75” di Secco Sistemi disegnato dall’architetto Alberto Torsello con la seguente motivazione: “Il rapporto tra l’apertura e la superficie trasparente è da sempre una delle sfide dell’industria per la produzione di serramenti. OS2 75 stabilisce un nuovo standard combinando il taglio termico e l’isolamento a dimensioni estremamente contenute e ad una interessante flessibilità estetica grazie ai profili in acciaio verniciato e in Corten, acciaio inossidabile e ottone brunito.”

A ritirare il premio, nel corso della cerimonia di premiazione che si è tenuta mercoledì 20 giugno nel suggestivo scenario del Castello Sforzesco a Milano, Alberto Agostini, Amministratore Delegato di Secco Sistemi, e Alberto Torsello, architetto, designer del prodotto premiato. Innovazione, design e materiali ricercati sono gli elementi distintivi di “OS2 75”, un sistema per la costruzione di porte e finestre in metallo a taglio termico che richiamano nella forma la leggerezza del “ferro finestra”. I profili e gli accessori sono arricchiti da finiture che prevedono, oltre all’acciaio verniciato, altri metalli solidi e preziosi come l’innovativo Corten, l’inox e l’ottone brunito. L’ampia gamma di profili sottili permette la costruzione di infissi complessi con sezioni minime, offrendo molteplici possibilità di personalizzazione.

Da sx AlbertoAgostini_ADSeccoSistemi_AlbertoTorselloArchitetto_-2

Un ulteriore elemento di novità è costituito dalla possibilità di poter aprire il serramento con anta a ribalta, soluzione inedita per questa tipologia di infissi, e di poter alloggiare vetri per un elevato isolamento termico e acustico.  L’innovativo sistema, che consente di realizzare infissi per grandi superfici fino a 4 metri di altezza, è così resistente da poter essere impiegato anche in aree geografiche esposte a condizioni climatiche estreme, ma al contempo così sottile da adattarsi anche agli edifici storici e di elevato pregio. In linea con la filosofia di Secco Sistemi e dei suoi prodotti che diventano strumenti nelle mani dell’architetto capaci di dare corpo al genio e alla creatività del progettista, “OS2 75” è pensato per inserirsi in progetti nuovi o, nel caso di restauri, per sostituire elementi esistenti, garantendo, grazie alle sezioni minime dei profili, una superficie vetrata molto ampia, in linea con le tendenze della progettazione moderna ma anche con le esigenze di luminosità degli spazi interni. In virtù di questa specificità, oggi “OS2 75” impreziosisce alcuni degli edifici più belli riportati a nuovo splendore in Italia e all’estero: dalla facciata del Fondaco dei Tedeschi a Venezia, agli interni del rinnovato Museo Bailo di Treviso, dalla facciata de La Rinascente a Roma fino a numerose ville americane.

“Siamo orgogliosi di ricevere questo premio prestigioso – ha dichiarato Alberto Agostini, Amministratore Delegato di Secco Sistemi – E’ un riconoscimento che valorizza l’artigianalità, il saper fare, l’innovazione e la ricerca tecnologica che costituisce l’essenza più vera di Secco Sistemi. Nei nostri prodotti si fondono tecnologia industriale, produzione Made in Italy, design italiano, cultura dei materiali e cura artigianale del prodotto. Da oltre settant’anni la nostra azienda contribuisce all’evoluzione dell’ingegneria del serramento inventando sistemi e profili, modelli di riferimento per l’industria del settore, che si integrano nei luoghi e paesaggi più diversi. OS2 75 è senza dubbio un prodotto iconico che esprime al meglio il dna della nostra azienda e il suo modo di operare come braccio operativo che contribuisce a dare forma al pensiero architettonico. Oggi realizziamo sempre più progetti sartoriali destinati a nicchie di mercato e ad impreziosire edifici storici e moderne ville dal design ricercato.”

“Sono onorato di aver ricevuto assieme a Secco Sistemi il più importante premio italiano per il design, il Compasso d’Oro – ha aggiunto Alberto Torsello, architetto e designer di OS2 75 – Il sistema OS2 75, nasce dall’esigenza di restauro di Villa Emo a Fanzolo di Vedelago, è un tributo alla bellezza dell’architettura veneta e all’ingegno dei suoi grandi maestri come Palladio e Carlo Scarpa. All’epoca, infatti, sul mercato non esisteva un serramento che fosse di alta qualità e sufficientemente sottile e versatile per poter essere applicato ad un edificio storico. Negli anni le regole e le norme hanno ingabbiato il serramento costringendo le aziende a creare modelli in totale contraddizione con le regole dell’estetica, sia storica che contemporanea. OS2 75 è oggi un elemento che si adatta alla storia e ne riscrive il futuro in chiave moderna e sostenibile. Ai miei maestri dedico questo riconoscimento e alla Secco Sistemi va il mio più sentito ringraziamento per aver avuto la lungimiranza, l’esperienza e l’ingegno di riuscire a reinventare in chiave moderna e performante un elemento centrale dell’architettura, la finestra, che per me è la partitura per leggere un intero edificio.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento