Stile italiano e Pmi nel mondo con Treviso Glocal

La testimonianza di tre imprese trevigiane dell'arredo-casa (Morandin Regali di Treviso, Falegnameria Campo di Cappella Maggiore, Furlan Mobili di Colle Umberto) che hanno aderito al progetto di internazionalizzazione “Esportare per Crescere – 2a edizione" promosso da Treviso Glocal con il sostegno della Camera di Commercio, in collaborazione con Confartigianato Marca Trevigiana

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il concetto di Italian living, di qualità e bellezza made in Italy, che tutto il mondo ci invidia, è perfettamente riassunto da tre aziende trevigiane dell'arredo-casa (Morandin Regali di Treviso, Falegnameria Campo di Cappella Maggiore, Furlan Mobili di Colle Umberto), che in questi mesi stanno seguendo l'innovativo percorso di Treviso Glocal "Esportare per Crescere. Piccole medio imprese da locali a internazionali", sostenuto dalla Camera di Commercio di Treviso.

"Si tratta di un'iniziativa articolata, che si sviluppa lungo un intero anno, - spiega Rossella Bianchi, responsabile di Treviso Glocal - attraverso la quale supportiamo e sosteniamo le aziende delle nostra provincia che decidono di aprirsi ai mercati internazionali. Iniziativa avviata in collaborazione con Confartigianato Marca Trevigiana, che prevede momenti di formazione, di ricerca di mercato, di visite all'estero, di consulenza personalizzata. Le imprese aderenti provengono dai settori artigianali, del commercio, dell'industria. Con questo gruppo di aziende dell'arredo-casa, in particolare, ad ottobre 2013 abbiamo realizzato una missione economica in Russia, per visitare la kermesse moscovita i Saloni WorldWide e conoscere da vicino le potenzialità di quel mercato, che nei primi 6 mesi del 2013 ha importato dall'Italia 379,33 milioni di euro - tra mobili, arredi commerciali, imbottiti, cucine, complementi d'arredo, illuminazione, uffici ed arredobagno - facendo registrare un +7,6% rispetto allo stesso periodo 2012".

MORANDIN REGALI di Treviso, impresa commerciale avviata nel centro storico di Treviso nel 1958 ed oggi gestita dalla terza generazione Morandin, è una realtà moderna ed un spazio espositivo dove trovare porcellane, cristallerie, oggettistica regalo, complementi d'arredo ed utensili da cucina. Nel 2011 Morandin Regali conquistò il prestigioso GIA global innovator award 2011-2012, l'oscar internazionale del retail, che gli fu consegnato a Chicago. Nel tempo, a fianco ai marchi prestigiosi dei quali è concessionario, Morandin ha iniziato a sviluppare anche prodotti a marchio proprio (come ad esempio tavoli, oggetti in vetro, particolari lavorazioni in metallo, display commerciali), per i quali ha grande interesse ad espandersi in nuovi mercati, come potrebbe essere quello russo. "Oggi il prodotto non è più determinante, - commenta Stefano Morandin - la differenza la fanno il concept italiano, l'esperienza e l'emozione da far vivere al cliente. Ecco perché diventano essenziali i servizi di customer care, la precisione e la puntualità, ma anche l'unicità e la cultura di un territorio come il nostro. Ad esempio, i clienti stranieri, prima di attivare qualsiasi rapporto di business, vogliono venire a conoscerci, toccare con mano la nostra storia e la nostra solidità, visitando la nostra splendida Treviso".

Diversa, ma altrettanto radicata ed esclusiva, l'esperienza della FALEGNAMERIA CAMPO di Cappella Maggiore, un'azienda artigiana fondata nel 1963 ed oggi gestita dai tre figli del fondatore: Antonella, Michele, Ornella. L'organico conta sei persone, alle quali al bisogno si aggiungono maestri artigiani esterni, coi quali esiste un rapporto di fiducia almeno ventennale. "Produciamo pezzi unici, - spiegano i fratelli Campo - non lavoriamo su listini o cataloghi, poiché ogni opera è per noi un'opera prima, realizzata con cura, appositamente per uno specifico cliente. Da anni usiamo poche vernici, molti pigmenti, cere ed olii, per un rispetto verso noi stessi, gli altri e l'ambiente. Spesso siamo impegnati sul recupero e sulla "seconda vita" dei materiali. Collaboriamo anche con altre aziende dell'eccellenza italiana, come per il progetto Unico Ovunque, con le quali abbiamo allestito due appartamenti di rappresentanza a Firenze e Sochi". Finora Falegnameria Campo ha sempre venduto per il mercato interno, soprattutto triveneto; ora con Treviso Glocal si sta affacciando all'export.

Ha dimensioni di piccola industria familiare anche FURLAN MOBILI di Colle Umberto, una quarantina di dipendenti, operativa da oltre cinquant'anni e gestita dalla seconda generazione di imprenditori. Produce prevalentemente camerette per bambini e ragazzi, armadi e guardaroba, e si occupa di contract per alberghi e comunità. Attenzione al rispetto per la natura e alla salute del consumatore, così come alla sicurezza dei bambini, unite all'alta qualità progettuale e alla flessibilità organizzativa, caratteristiche tipiche del modello produttivo veneto, sono elementi di forza di Furlan Mobili. "La nostra adesione al progetto di internazionalizzazione di Treviso Glocal - spiegano in azienda - risponde al desiderio di diversificare ed ampliare il portafoglio estero, ad oggi ancora limitato. La metodologia e gli strumenti operativi acquisiti grazie ad "Esportare per Crescere", riteniamo potranno esserci di grande utilità".

Torna su
TrevisoToday è in caricamento