Il tappo di sughero "made in Treviso": ecco il cuore pulsante dell'economia che funziona

Amorim Cork Italia, con sede a Conegliano e leader della produzione di chiusure in sughero, presenta un bilancio 2018 d’eccellenza come la sua filiera

Il cuore di sughero Amorim Cork Italia batte più forte che mai: in un periodo in cui lo scenario economico europeo è quantomai instabile, tra Brexit e congiunture internazionali sfavorevoli, e in cui la produzione vitivinicola italiana si è ridotta del 28% (vendemmia 2017, riferita a imbottigliamenti 2018) la leader nella produzione di chiusure per vini, birre e distillati continua a crescere. Di fronte a un banco di prova così impegnativo, infatti, il team Amorim ha risposto con 62 milioni di euro di fatturato, oltre 590.000.000 tappi venduti e un aumento del volume d’affari che ha sfiorato gli 8 punti percentuali rispetto all’anno precedente, dati che l'hanno confermata nel 2018 come la 1^ filiale al mondo per il sughero Amorim, inseguita da quella francese e dalle due aziende statunitensi.

Protagoniste del successo sono sicuramente le linee di prodotti a garanzia 100%, come il tappo Neutrocork, per vini di tutti i giorni, ma anche NDTech, sempre di più il benchmark di mercato per i grandi vini italiani. Nel 2018 circa 9 milioni di bottiglie sono state chiuse con quest'ultima tipologia di tappo, dimostrando non solo la qualità del prodotto, ma anche l’attenzione delle cantine italiane a scegliere il meglio che la natura mette a disposizione in termini di chiusure per il vino. Quasi 3000 cantine, così, hanno scelto i sigilli Amorim per la tutela e valorizzazione nei loro prodotti, certe di ottenere un equilibrio d’eccellenza, quello tra il rituale della stappatura e un’avanguardia tecnologica senza pari, capace di restituire un’esperienza sensoriale privilegiata, destinata ai consumatori.

Una grande ricchezza per il territorio italiano, alla luce di una sostenibilità che oltre che economica è sempre più anche sociale e ambientale. Dall’uguaglianza della forza lavoro, con un equo 50% di donne e 50% di uomini, allo sviluppo del progetto ETICO per il recupero e riciclo dei tappi usati, passando attraverso Eticork, iniziativa che valorizza e riconosce le aziende vitivinicole che tutelano l’ambiente con la loro attività, il sostegno al territorio e alla Natura è il valore aggiunto di Amorim Cork Italia, che si dimostra sempre più attenta e sensibile. Una filosofia entrata da anni anche in azienda, con il contrasto globale al fenomeno del Green Washing a partire dai dettagli quotidiani e con un concetto di Welfare che continua a scommettere sulla formazione dei suoi dipendenti. Dai corsi di lingue a quelli per sommelier, passando attraverso percorsi di interazioni con il cavallo e attività sportive e non solo di team building, la perfetta armonia tra tempo libero, famiglia e lavoro ha consentito ad Amorim di ricevere la recente e prestigiosa certificazione Family Audit.

Il Gruppo Amorim è la prima azienda al mondo nella produzione di tappi in sughero, in grado di coprire da sola il 40% del mercato mondiale di questo comparto, e il 26% del mercato globale di chiusure per vino; conta 22 filiali distribuite nei principali paesi produttori di vino dei cinque continenti. Amorim Cork Italia, con sede a Conegliano, filiale italiana del Gruppo Amorim, si è invece confermata nel 2018 azienda leader del mercato del Paese. Con i suoi 42 dipendenti e una forza commerciale composta da 35 agenti, nel 2018 ha registrato oltre 590.000.000 di tappi venduti per un fatturato, in crescita, di 62 milioni di euro (+8% rispetto al 2017). La sua leadership è dovuta ad una solida rete tecnico-commerciale distribuita su tutto il territorio della penisola, ad un efficace servizio di assistenza pre e post vendita ma anche all’avanguardia dei suoi sistemi produttivi e gestionali e soprattutto del suo reparto Ricerca&Sviluppo, al quale si associa una spiccata sensibilità per la tutela dell’ambiente e in particolare per la salvaguardia delle foreste da sughero. Lo sguardo al futuro vede una sempre più solida alleanza tra tecnologia e natura, con importanti risultati anche in termini di sostenibilità sociale: con il progetto Etico, Amorim Cork Italia ha infatti portato a compimento il primo circolo virtuoso di tutta la nazione, realizzando una granina per la bioedilizia generata dai tappi usati e raccolti dalle onlus che aderiscono all’iniziativa e ricevono dall’azienda un contributo per i propri progetti. Con l’iniziativa Eticork, invece, ha introdotto un riconoscimento per le aziende vitivinicole che assumono atteggiamenti virtuosi nella loro attività quotidiana. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CARLOS VELOSO DOS SANTOS - LOW-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Mister Italia 2020, un 27enne di Mogliano vince la fascia di Mister Fitness

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Rapporto sessuale troppo focoso, 30enne si frattura il pene

  • Rimorchio si rovescia in strada, persi quasi 40 quintali di uva

  • Oliviero Toscani: «Chi vota Zaia forse è ubriaco, anche i veneti diventeranno civili»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento