Economia Tarzo

Diplomati e laureati, 59 i premiati con le borse di studio 2018 di Banca Prealpi

Ad aprire l’incontro di venerdì 7 dicembre, lo spettacolo “Lungo la traccia” di Cecchinel, con Buzzatti, Gallo e Facchin

Il fenomeno dell’emigrazione, raccontata attraverso i versi delicati e drammatici del poeta Luciano Cecchinel, la voce intensa dell’attore Sandro Buzzatti, la musica potente e le canzoni evocative di Francesca Gallo e Andrea Facchin. Tanti gli applausi per lo spettacolo “Lungo la traccia”, che ieri sera, venerdì 7 dicembre, all’auditorium Prealpi di via La Corona 45 a Tarzo (TV) ha aperto la cerimonia di consegna delle borse di studio per diplomati e laureati ai corsi triennali e quinquennali che si sono particolarmente distinti nel corso dell’ultimo anno scolastico – accademico. Cinquantanove i giovani che, grazie al loro impegno, hanno potuto usufruire dei premi per oltre 30.000 euro messi a disposizione dalla Banca di Credito Cooperativo delle Prealpi per i soci e i figli dei soci che si sono diplomati nel corso di quest'anno o che hanno conseguito una laurea triennale o quinquennale nel periodo che va dal primo ottobre 2017 al 30 settembre 2018.

Una serata profonda nata dalle intense riflessioni in versi di Cecchinel che ha descritto i “fenomeni di dissociazione identitaria e affettiva che hanno caratterizzato la vicenda d’emigrazione del ramo materno” della sua famiglia, in un “processo di emigrazione, ritorni e non ritorni”, da cui “il dramma dell’emigrare come un male senza colpa (erano partiti per poter campare) e senza assoluzione (nessuno poteva risarcire i traumi che ne erano derivati)”. Da queste parole di sofferenza ma anche di sottile speranza il passaggio alla “celebrazione” di coloro che si sono impegnati con profitto nello studio è avvenuto con l’intervento del professor Nello Della Giustina, autore di una discussione sul valore dello studio e sulla funzione della parola.

«È con viva soddisfazione che assegniamo a tutti voi questi riconoscimenti che premiano il vostro impegno nello studio e gratificano lo sforzo profuso nel conseguire un titolo che vi qualificherà nel cammino che qui in avanti andrete ad intraprendere»: ha affermato il presidente di Banca Prealpi, Carlo Antiga, prima della consegna delle borse di studio, nel corso della quale è stato affiancato dai vicepresidenti Flavio Salvador e Giampaolo De Luca, in rappresentanza del consiglio di amministrazione. Sul palco sono sfilati, uno dopo l’altro, i 20 diplomati (con voti da 90 a 100/100), i 19 laureati di primo livello – triennale - (con voti tra 105 e 110/110) e i 20 laureati magistrali (con voti tra 100 e 110/110). Infine, il brindisi finale per gli auguri di Natale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Diplomati e laureati, 59 i premiati con le borse di studio 2018 di Banca Prealpi

TrevisoToday è in caricamento