Un omaggio "anti-crisi": tortellini ad ogni rifornimento da Costantin

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Si tratta di una iniziativa che partirà lunedì in ognuna delle 66 stazioni di servizio della Costantin spa. Si ricorda che nella provincia di Treviso la società è titolare di stazioni di rifornimento a Treviso, Carbonera, Colle Umberto, Istrana, Oderzo, Vidor.

UN OMAGGIO "ANTI-CRISI": TORTELLINI AD OGNI RIFORNIMENTO

Un dono “anti-crisi” in ogni stazione di rifornimento. E’ l’idea della Costantin spa, marchio leader nella commercializzazione di prodotti petroliferi grazie alle sue 66 stazioni di servizio sparse in tutto il Nord Est. La società di Santa Margherita d’Adige (Padova) ha pensato ad un omaggio natalizio utile e concreto per i propri clienti, che già trovano nelle nostre stazioni prezzi vantaggiosi: dal 21 al 24, ad ogni rifornimento, verrà infatti consegnata una confezione di tortellini al prosciutto crudo. Niente accendini, cappellini o magliette, dunque, ma un pensiero che sicuramente più di qualche famiglia gradirà.

I tortellini, oltre a richiamare l’unità familiare a tavola, sono prodotti dall’azienda Dalì di Crocetta del Montello, realtà trevigiana con una tradizione secolare, segno dell’attenzione che la Costantin spa ha anche per il tessuto economico locale e ovviamente per la qualità.

Fino alla vigilia di Natale saranno dispensate ben 72 mila confezioni di bocconcini al prosciutto crudo, con l’auspicio che il gustoso primo possa finire direttamente tra le portate del “cenone”.

La Costantin spa, nata nel 1967 a Taglie di Santa Margherita d’Adige, ha aperto la sua prima stazione di servizio a Minerbe (Verona) nel 2006. Oggi vanta 270 milioni di fatturato (contando l’intero gruppo), 50 dipendenti, 300 lavoratori nell’indotto, sette tra società controllate, collegate e correlate e soprattutto 66 stazioni di servizio sparse in mezza Italia.
www.costantin.com

Torna su
TrevisoToday è in caricamento