rotate-mobile
Economia Castelfranco Veneto / Borgo Padova

Berco, Regioni unite per monitorare l'evoluzione delle trattative

Veneto ed Emilia Romagna, due delle regioni in cui l'azienda ha deciso di tagliare posti di lavoro, stanno collaborando per seguire le trattative sul futuro degli operai

Una situazione delicata, che richieda la collaborazione di tutte le parti coinvolte quella della Berco, azienda del gruppo ThyssenKrupp pronta a tagliare oltre 600 posti di lavoro nei suoi tre stabilimenti di Castelfranco Veneto, Copparo (FE) e Busano Canevese (TO).

Ai sindacati che hanno denunciato in questi giorni l'assenza delle istituzioni locali al tavolo di confronto a Roma, la Regione replica che la giunta sta seguendo l'evolversi delle trattative cooperando con la Regione Emilia Romagna.

L'assessore al Lavoro Elena Donazzan - riporta La Tribuna di Treviso - ha spiegato che le Regioni hanno deciso di fare sistema, dal momento che non sembra essere contemplata dalla Berco l'ipotesi di una riorganizzazione che preveda la chiusura di uno stabilimento rispetto ad un altro. Quella emiliana è senz'altro la Regione più impeganta nelle trattative, poiché quello di Copparo è il polo più grande del gruppo.

Nel frattempo il confronto va avanti, sebbene lentamente, ma il traguardo resta lontano. Il governo ha imposto un bivio alla società, che continua a prendere tempo e già in più di un'occasione ha fatto dietro front. La situazione si fa sempre più tesa, tanto che i sindacati non escludono iniziative più forti rispetto a quelle attuate finora, passando dai sit in all'occupazione degli stabilimenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Berco, Regioni unite per monitorare l'evoluzione delle trattative

TrevisoToday è in caricamento