menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rinasce la “Mutua Sanitaria Commercianti”: basta liste d'attesa e costo delle cure più basso

Lo strumento, ideato da Confcommercio Veneto in collaborazione con RBM Assicurazione Salute, compagnia assicurativa con sede a Preganziol, è disponibile per i soci

TREVISO Si chiama SANI. INSIEME ed è il servizio sanitario di Unascom-Confcommercio Treviso su misura per i commercianti, gli imprenditori del terziario, i lavoratori autonomi e le loro famiglie. Un Secondo Pilastro Sanitario da affiancare al Servizio Sanitario Nazionale e che va ad aggiungersi alle tutele già offerte nel campo del lavoro e dell’occupazione.

Lo strumento, ideato da Confcommercio Veneto in collaborazione con RBM Assicurazione Salute, Compagnia Assicurativa leader a livello nazionale nel settore delle polizze sanitarie ma con sede proprio in Provincia di Treviso (Preganziol n.d.r.), è disponibile da oggi per i Soci Unascom – Confcommercio Treviso ma è già operativo in tutta la Regione Veneto. Obiettivo dichiarato integrare i Livelli Essenziali di Assistenza del Sistema Sanitario Regionale nel campo della cura, della diagnosi precoce e delle spese dentistiche, anche attraverso la possibilità di evitare le liste di attesa della ASL.

La competitività del prodotto, il migliore tra i prodotti assicurativi dedicati ai Commercianti ed agli Imprenditori del Terziario nel nostro territorio, è il frutto della forza associativa di Unascom – Confcommercio Treviso (oltre 10 mila utenti potenziali solo in provincia di Treviso), che in un’ottica mutualistica – anche in un contesto di eccellenza come è quello della sanità veneta – ha deciso di garantire un percorso di cura dedicato a chi tutti i giorni deve misurarsi con la sfida di fare impresa.

Rapidità e capillarità sono assicurati da una fitta rete di Strutture Sanitarie già convenzionate con Sani.Insieme (attraverso RBM Assicurazione Salute) in grado di soddisfare le esigenze di un‘ampia utenza. In particolare, per la Provincia di Treviso si tratta di: 3 Case di Cura – di cui 1 Centro Autorizzato dedicato all’iniziativa –, 81 Centri Diagnostici, 536 medici specialisti, 53 studi odontoiatrici e 14 Centri di Riabilitazione.

Al costo di 0,50 euro al giorno sarà possibile accedere compatibilmente con i tempi della propria attività lavorativa ad un ampio novero di prestazioni sanitarie: ricoveri, terapie oncologiche, accertamenti diagnostici (PET, TAC, RMN, MOC, RX, …), visite specialistiche, cure dentistiche, acquisto degli occhiali e prevenzione per il cuore ed i tumori. E con soli 0,50 euro al giorno aggiuntivi le prestazioni di Sani.Insieme saranno disponibili per tutti i familiari. Insomma con meno di un caffè al giorno, anche perché i contributi versati alla nuova Mutua Sanitaria sono detraibili (nella misura del 19% n.d.r.), i Commercianti e gli Imprenditori trevigiani potranno essere più sani e più protetti.

Per aderire a Sani.Insieme è necessario essere associati a Unascom- Confcommercio Treviso e compilare il modulo presso una delle 11 sedi territoriali della provincia di Treviso (Treviso, Conegliano, Montebelluna, Asolo, Valdobbiadene, Mogliano, Roncade, Castelfranco, Oderzo, Motta di Livenza, Vittorio Veneto).

“Dal 1960 in poi” – ha dichiarato il presidente di Unascom Confcommercio Treviso Renato Salvadori – “anno di costituzione della prima Cassa Mutua tra Commercianti, l’Associazione ha sempre cercato di offrire tutela sociale e sanitaria agli imprenditori. Dopo quasi 60 anni, l’obiettivo è rimasto lo stesso, seppure il servizio che offriamo oggi si pone come un Fondo Sanitario moderno, al passo con i tempi e con le esigenze di una popolazione che invecchia, sempre più attenta ed informata sulla prevenzione.” “La spesa sanitaria pagata di tasca propria dai cittadini negli ultimi anni ha continuato a crescere – ha dichiarato il Consigliere Delegato di RBM Assicurazione Salute Marco Vecchietti – fino a raggiungere, in Veneto, un costo medio di oltre 700 euro a persona (n.d.r. il costo più elevato a livello nazionale). Le ragioni di questa situazione non vanno imputate al Servizio Sanitario Nazionale, che anzi nella nostra Regione funziona piuttosto bene, ma ai cambiamenti demografici, all’aumento delle cronicità, allo sviluppo di nuovi percorsi di cura. Sani.Insieme garantisce alle famiglie dei Commercianti e degli Imprenditori una risposta efficace rispetto a queste esigenze assicurando una copertura economica per oltre la metà di queste spese sia presso gli Ospedali Pubblici e le ASL sia presso le Strutture Sanitarie Private”.

“Sono molto contento dell'accordo siglato tra RBM e Confcommercio che conferma ancora una volta la validità di un progetto  che, in un sistema sanitario dove tutto non è più sostenibile dal SSN, dà spazio alle assicurazioni private che vanno ad integrare molte prestazioni non più erogabili -Gabriele Geretto direttore amministrativo Casa di Cura Giovanni XXIII- Con questa iniziativa  gli associati Confcommercio troveranno una risposta adeguata ai propri bisogni sanitari nelle strutture più moderne ed efficienti della provincia.”

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento