rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Economia

Black friday in Veneto, prodotti elettronici al primo posto negli acquisiti con il 65%

L'analisi di Cristina Giussani, presidente di Confesercenti Veneto

Il Black Friday è Un evento cavalcato in maniera importante da qualsiasi tipo di impresa e che oramai interessa un po' tutte le tipologie di acquisti e di attività. Non parliamo più – infatti - soltanto di shop che propongono oggetti di elettronica e, con dimensioni  sempre più importanti, di  abbigliamento, ma anche di viaggi, servizi  e prodotti diversi tanto che, più di recente, la settimana di sconti si è estesa  anche gli esercizi della grande distribuzione. Obbiettivamente - come è stato rilevato da più indagini di settore - il numero delle offerte veramente vantaggiose è molto limitato, in compenso però l’impatto della comunicazione creta intorno all’evento fa sì che sempre più persone  programmino di fare i loro acquisti in quest’occasione.

In Veneto

In attesa dei dati sui consumi effettivi Confesercenti prevede  il numero dei Veneti che approfitteranno del Black Friday aumenterà anche se probabilmente la loro spesa media scenderà rispetto al 2021. Insomma un Black Friday di gran moda , ma più morigerato nei consumi rispetto all’anno scorso, quando il weekend il ritorno alla normalità dopo un anno di restrizioni spinse la spesa verso l’alto.

Se l’anno scorso infatti superavamo i 250 euro a persona quest’anno la spesa media dovrebbe essere inferiore di circa un 10% e assestarsi intorno ai 230 euro, ma il numero di persone che faranno acquisti supererà l’80%. Cristina Giussani, Presidente Confesercenti Veneto: «Con l’inflazione che morde e il rincaro dei prezzi al consumo facile prevedere una cautela maggiore da parte dei consumatori. Una tendenza già percepita dopo il rientro dalle vacanze estive. Tuttavia va considerato proprio che la voglia di risparmio, unita all’enorme campagna promozionale legata all’evento, potrebbe spingere i consumatori verso le offerte sfruttando l’evento per anticipare i regali di Natale».

Al primo posto negli acquisiti per almeno il 65% i prodotti elettronici, sia piccoli elettrodomestici che dispositivi hi-tech, a seguire però scarpe vestiti e accessori (circa il 40%) profumeria e giochi (entrambi vicino al 30%) e gli articoli sportivi (15%). I prodottti alimentari che rappresentano una new entry raggiungono il 10%

Il Black Friday è un evento che si gioca soprattutto on line ed è scontato che la maggioranza dei Veneti (soprattutto giovani) utilizzerà il canale e-commerce. Da segnalare tuttavia un 15% che acquisterà tanto online quanto in un negozio fisico. «La maggioranza dichiara che privilegerà nettamente l'eCommerce tuttavia le preferenze inoltre cambiano in base alle fasce di età  e va detto che i consumatori sono sempre più aperti al cambiamento e inclini a esplorare nuovi canali di acquisto. Nei mesi del post-covid sempre più persone sono tornate allo shopping nei negozi fisici il che offre interessanti opportunità ai negozianti che sapranno creare esperienze omnichannel che connettano lo shopping fisico e quello online». La Giussani conclude così: «Quello che è certo e che – considerato l’incertezza del momento attuale – il consumatore assume un approccio ondivago che si fa fatica a prevedere razionalmente e che richiede agli operatori di essere sempre più reattivi e aperti di fronte ai cambiamenti».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Black friday in Veneto, prodotti elettronici al primo posto negli acquisiti con il 65%

TrevisoToday è in caricamento