Treviso Creativity Week 2018: a Karryco il prestigioso “Premio Start Up Innovativa”

Il riconoscimento alla memoria dell’imprenditore Luciano Miotto è ideato dalla Camera di Commercio di Treviso-Belluno con t2i trasferimento tecnologico e innovazione

E’ stato assegnato a Karryco il “Premio Start Up Innovativa” ideato dalla Camera di Commercio di Treviso-Belluno con t2i trasferimento tecnologico e innovazione e intitolato alla memoria dell’Ing. Luciano Miotto, imprenditore da sempre attento all’innovazione tecnologica e alla ricerca di nuove soluzioni. A consegnare il premio, alla presenza di due rappresentanti di Imesa, società di cui Luciano Miotto era titolare, Roberto Santolamazza, Direttore di t2i trasferimento tecnologico e innovazione, venerdì 19 ottobre in occasione della serata conclusiva di “Treviso Creativity Week”, la dieci giorni di eventi dedicata al genio creativo e al business.

Lo speciale premio è stato ideato per ricordare la figura di Luciano Miotto, un imprenditore visionario, aperto al futuro e all’innovazione prematuramente scomparso l’estate scorsa, che negli anni ha ricoperto alcuni ruoli istituzionali in t2i, dando sempre contributi originali di grande livello e impegno sia tecnico che di indirizzo strategico. Il premio è stato assegnato a Karryco, una start up innovativa che rivoluziona la fruibilità del servizio di trasporto merci su strada rendendolo semplice ed economico, con la seguente motivazione: “E’ un’idea interessante ed innovativa che vuole sviluppare un servizio che potrebbe sostenere lo sviluppo di relazione tra servizi “old economy” e servizi digitali, attivando un nuovo modello di business”.

In particolare la piattaforma web progettata da Karryco permette ai vettori di ricevere tramite delle notifiche push le richieste degli utenti filtrate in base alle zone di operatività e alla categoria merceologica desiderata. Con la presenza della chat in tempo reale vettori e clienti possono confrontarsi in modo immediato in relazione alle loro esigenze specifiche. Grazie al premio, il vincitore avrà la possibilità di essere incubato virtualmente per sei mesi nell’incubatore certificato di t2i e usufruire dei servizi di consulenza per l’analisi del modello di business, analisi della fattibilità economica dell’idea, verifica degli eventuali strumenti di tutela della proprietà intellettuale, azioni di networking con altre start-up e aziende consolidate e ricerca di eventuali finanziamenti o investitori per lo sviluppo dello start-up.

“L’atteggiamento positivo verso il futuro, l’apertura a una visione globale e la sensibilità verso i temi sociali di Luciano Miotto rimarranno un grandissimo insegnamento che tutta la nostra comunità di persone cercherà di sviluppare nell’impegno quotidiano - ha detto Giorgio Zanchetta, Presidente di t2i trasferimento tecnologico e innovazione – Queste sono anche le motivazioni che spingono startupper e nuovi imprenditori a progettare nuove idee di business. Ma l’idea per diventare uno start-up ha bisogno di essere coltivata. Il premio va proprio in questa direzione: dare l’opportunità ai giovani imprenditori di coltivare il proprio sogno e farlo crescere per gettare solide basi che consentano all’idea di diventare un vero e proprio progetto di business".

Potrebbe interessarti

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Malattia incurabile: papà trevigiano muore a soli 38 anni

  • Lega, è partita la corsa alla poltrona di Zaia

  • Vesuvio a rischio eruzione: il Veneto potrebbe ospitare i napoletani sfollati

I più letti della settimana

  • Astronave aliena atterra a Ca' Tron: il video fa il giro del web

  • Tragedia sul Piave, si tuffa in acqua e viene trascinato via dalla corrente

  • Crisi cardiaca alla festa di nozze: bimbo di un mese perde la vita

  • Travolto da un'auto mentre cammina a bordo strada, muore un 67enne

  • Si schianta con la bici contro un'auto sul Montello, 41enne in coma

  • Semina il panico in città, poi punge con una siringa un carabiniere

Torna su
TrevisoToday è in caricamento