rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Economia

ITS Sustainable Challenge 2022, due studenti trevigiani tra i vincitori

Tra i premiati Anton Wijerathna ed Erika Zamuner del corso ITS Construction Manager di Treviso

La casa green ‘Modune’ vince la ITS Sustainable Challenge 2022. Uno spazio abitativo modulare e sostenibile, capace di trasformarsi a seconda delle esigenze, residenziali o turistiche. A realizzarlo gli studenti del team vincitore della challenge lanciata da ITS Red Academy, cioè Anton Wijerathna ed Erika Zamuner del corso ITS Construction Manager di Treviso, Manuel Bilato e Silvia Danielato del corso ITS Energy Manager 4.0 di Padova e Andrea Ide Gamba e Mariaclara Zanin del corso ITS Marketing Manager di Vicenza. Il loro progetto di edificio ad alta implementazione domotica, privo di barriere architettoniche e in grado di azzerare il consumo energetico ha superato la proposta progettuale degli altri 25 team in gara. I sei talentuosi studenti saranno premiati con una borsa di studio per l’anno scolastico in corso.

«I progetti presentati sono stati tutti di ottimo livello e gli studenti si sono dimostrati preparati ed entusiasti – spiega Cristiano Perale, presidente di ITS Red Academy –. È stata una straordinaria esperienza che ha coinvolto per una settimana 160 ragazzi, 30 docenti e 16 aziende, senza le quali non sarebbe stato possibile realizzare questa sfida. Una settimana di lavoro che ha permesso agli studenti di sfruttare competenze e abilità, per far fronte a precise richieste del committente e a problematiche reali da risolvere. Ringrazio ITS Turismo che ha collaborato alla realizzazione di questo progetto, l’Amministrazione comunale di Cavallino Treporti e la Regione Veneto sempre pronta a sostenerci in queste attività formative».

Cristiano Perale_ITS Red Academy

La sfida lanciata agli studenti ITS Red prevedeva la progettazione di alloggi a struttura modulare che tenessero conto dell’accoglienza, della sostenibilità, dell’efficientamento energetico e dell’innovazione delle strutture ricettive del Villaggio San Paolo di Cavallino Treporti. Tutti gli studenti partecipanti, per una settimana, si sono impegnati ad analizzare documenti, fare ricerche sulle normative e i regolamenti, occuparsi di misurazioni, rilievi e della progettazione. Giornate intense di lavoro che li hanno visti partecipare anche agli incontri formativi con i professionisti di alcune delle migliori aziende del Veneto e con i formatori ITS Academy.

Un impegno che ha portato a grandi risultati, come ha ricordato l’assessore all’Istruzione e alla Formazione regionale Elena Donazzan, che ha partecipato alla premiazione. «C’è una squadra che ha fatto diventare ITS Red Academy un fiore all’occhiello a livello nazionale – ha detto l’assessore –. ITS è una proposta formativa vincente e assolutamente sostenibile, gli studenti, ancora prima di finire il proprio percorso di formazione, ricevono già delle proposte lavorative».

Alla sfida hanno partecipato gli studenti del secondo anno di ITS Red Academy dei corsi di Building Manager, Energy Manager 4.0, Materials Manager, Construction Manager e Marketing Manager delle sedi di Padova, Treviso, Verona, Vicenza e Varese. I ragazzi erano suddivisi in 26 squadre e i loro lavori sono stati esaminati da tre commissioni, che hanno valutato la capacità di operare in gruppo e di organizzarsi, la qualità della presentazione e della progettazione e il rapporto con le aziende. Anche il numero di visualizzazioni e di “mi piace” dei video di presentazione dei progetti caricati su Youtube ha contribuito a determinare la classifica finale.

Progetto della casa green ‘Modune’. Il team vincitore ha ideato una casa modulare sostenibile e accessibile. Un immobile mobile, in grado di cambiare a seconda delle esigenze del committente. E alla destinazione: residenziale o turistica. Il progetto prevede l’utilizzo di strutture in legno Xlam, isolanti termici Cam, vernici e colle a bassa tossicità. Così come della domotica, di porte finestre motorizzate e accessibili, rampe, piatti doccia a filo pavimento, spazi di manovra garantiti e maniglie, specchi e lavabi ad altezze idonee per agevolare le persone diversamente abili. Ogni casa prevede impianti per il riutilizzo delle acque reflue, l’illuminazione a led e pannelli fotovoltaici, azzerando così il gas e il consumo energetico. Dal punto di vista estetico, sono state adottate linee pulite e un design essenziale, per integrare gli edifici progettati al paesaggio circostante sia nei colori che nei materiali.

Le aziende che hanno partecipato con i propri professionisti alla ITS Sustainable Challenge 2022 sono state: Bampi, Bticino, Caleffi, Daku Italia, Eterno Ivica, Fassa Bortolo, F.lli Beltrame, Fronius, Internorm, La Maggiò, Lovato, Maroccolo, Novellini, Orienta+Trium, Samsung, Valsir Wavin-Vmc e Veneto Vetro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ITS Sustainable Challenge 2022, due studenti trevigiani tra i vincitori

TrevisoToday è in caricamento