menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nella foto Giovanna Rosa

Nella foto Giovanna Rosa

Operaio perde un braccio, simulazione di processo in azienda

Sicurezza sul lavoro: UNIS&F Lab di Via Venzone a Treviso trasformato in un'aula di tribunale

TREVISO Una sala didattica trasformata in un'aula di tribunale. Operai, impiegati e manager dell'azienda chiamati a testimoniare davanti ad un giudice e alla fine la sentenza. Sarà un vero e proprio processo quello che andrà in scena oggi, venerdì, a UNIS&F Lab, il laboratorio di via Venzone sede operativa della società di servizi e formazione degli industriali di Treviso e Pordenone. Il processo simulato è quello relativo a un infortunio sul lavoro, un fatto realmente accaduto due anni fa quando un apprendista in una grande industria lombarda perse un braccio durante l'utilizzo di un macchinario. Le parti saranno interpretate dagli attori della compagnia "Apeiron" mentre il giudice sarà Giovanna Rosa, avvocato mantovano specializzata proprio nel campo della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro.

"Sarà un vero e proprio processo – spiega l'avvocato Giovanna Rosa – con le varie figure aziendali chiamate a testimoniare e a difendersi. Alla fine la sentenza e le sue motivazioni stabiliranno le responsabilità dell'infortunio". Il processo è il primo appuntamento del progetto "10 volte sicurezza" che gli industriali hanno fortemente voluto per sensibilizzare tutte le figure aziendali su un tema di stretta attualità. La recrudescenza di infortuni anche mortali avvenuta finora nel 2018 sollecita tutti i soggetti coinvolti, imprese e lavoratori, a porre la massima attenzione e a mettere in atto e rispettare tutte le procedure per prevenire situazioni a rischio.

"Lo scopo è soprattutto quello che i partecipanti riescano a capire quali sono le conseguenze giuridiche, psicologiche e morali di un infortunio - continua l'avvocato Rosa - Il lavoratore spesso pensa che tutto ricada sul titolare, ma non è cosi. Le conseguenza di un infortunio sono a carico di tutti i lavoratori. Portarli in un aula di tribunale anche se "virtuale" serve anche a spaventarli e spingerli a non sottovalutare i rischi quando sono al lavoro. La disattenzione, la routine quotidiana possono giocare brutti scherzi. Gli incontri sulla sicurezza di UNIS&F proseguiranno con altre nove date, fino a metà ottobre.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento