rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Economia

Privacy e trattamento dei dati: che cosa cambia con il nuovo regolamento europeo

Martedì 27 febbraio e mercoledì 7 marzo a Treviso due corsi di formazione organizzati da t2i su trasferimento tecnologico e innovazione sulle nuove disposizioni dell’Unione Europea

TREVISO Mancano meno di 100 giorni alla data in cui entrerà in vigore il nuovo Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati (GDPR): il 25 maggio 2018 è infatti la data in cui il nuovo regolamento diventerà operativo in tutti i paesi dell’Unione Europea, introducendo importanti novità quali la figura del Data Protection Officer, il Registro delle attività e regolamenti più restrittivi per le aziende. Per approfondire le novità introdotte, t2i trasferimento tecnologico e innovazione, società consortile per l’innovazione delle Camere di Commercio di Treviso-Belluno, Verona e Venezia Rovigo Delta-Lagunare, organizza presso la propria sede di Treviso (Piazza delle Istituzioni 34/a) due nuovi corsi di formazione dedicati al tema della privacy e della protezione dei dati nelle imprese.

Martedì 27 febbraio si terrà il corso “Privacy e Nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati”, mentre mercoledì 7 marzo sarà la volta dell’appuntamento “Privacy – La nuova figura del DPO (Data Protection Officer)”. Nonostante siano passati quasi due anni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea del Regolamento sulla privacy, enti pubblici e imprese sembrano muoversi a rilento. Una recente ricerca condotta da ESET, in collaborazione con IDC, sull’approccio al nuovo GDPR e alla sicurezza degli endpoint delle piccole e medie aziende in Europa, ha infatti messo in luce come le realtà di business europee abbiano ancora molti dubbi sul Regolamento. Quasi il 78% dei responsabili IT delle aziende coinvolte non ha compreso chiaramente l’impatto della nuova normativa o non ne è a conoscenza. Tra quelle che conoscono il GDPR, solo il 20% afferma di essere già conforme, mentre il 59% si sta adeguando e il 21% ammette di non essere a norma.

I due percorsi formativi organizzati da t2i si propongono perciò di accompagnare le imprese a colmare questo gap e ad adeguare i loro modelli organizzativi alle nuove disposizioni. I corsi illustreranno cosa è cambiato e cosa è rimasto immutato rispetto alla precedente disciplina di protezione dei dati personali (il Decreto Legislativo n.196/2003). Inoltre verrà offerto un panorama delle principali problematiche che imprese e soggetti pubblici dovranno tenere presente in vista della piena applicazione del Regolamento. In particolare il corso “Privacy e Nuovo Regolamento Europeo sulla protezione dei dati” del 27 febbraio ha come obiettivo quello di delineare il quadro generale di tutte le novità introdotte dal Regolamento UE, illustrandone gli aspetti normativi e gli impatti nell’organizzazione. I partecipanti, alla fine del corso, avranno acquisito nozioni fondamentali per attuare un sistema di gestione della Protezione dei Dati adeguato alla propria organizzazione e conforme ai nuovi dettami europei.

Il corso “Privacy – La nuova figura del DPO (Data Protection Officer)” del 7 marzo sarà invece incentrato sulle responsabilità di questa nuova figura professionale prevista dal Regolamento UE, con l’obiettivo di fornire ai partecipanti una conoscenza approfondita della normativa di riferimento, ma anche la capacità di individuare le attività da svolgere, il ruolo e le responsabilità del DPO.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Privacy e trattamento dei dati: che cosa cambia con il nuovo regolamento europeo

TrevisoToday è in caricamento