Giovedì, 18 Luglio 2024
Economia Sant'Ambrogio di Fiera

Treviso: Rete 21 è la nuova rete di imprese che opera nel settore degli impianti tecnologici

Fondata grazie al coordinamento e al supporto del Mandamento Confartigianato di Treviso, si è costituita ufficialmente il 13 luglio scorso questa nuova rete di imprese che riunisce ad oggi 22 aziende, per un totale di circa 500 operatori, mettendo a sistema tante competenze evolute di realtà locali che operano nell’ambito degli impianti tecnologici e delle comunità energetiche.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Con la firma davanti al notaio, si è costituita ufficialmente giovedì scorso a Treviso la nuova rete di imprese Rete 21, una società fondata da 22 aziende aderenti, tutte operanti nel settore degli impianti tecnologici, molte delle quali facenti riferimento a Confartigianato Imprese Treviso, l’associazione di artigiani che ha fortemente aiutato la nascita di questa innovativa realtà imprenditoriale. Il presidente di Rete 21 è Luigino Tesser, imprenditore di Treviso; i vicepresidenti sono Flavio Romanello di Casale sul Sile e Renato Pavanetto di Quinto di Treviso. “La denominazione scelta – spiega il presidente Tesser – fa riferimento alle 21 persone che da gennaio 2023 hanno lavorato alacremente affinché nascesse questa nuova opportunità, che mette insieme in prevalenza aziende trevigiane, qualcuna anche della provincia di Venezia, per operare su progetti strategici nell’ambito degli impianti tecnologici. Il numero degli aderenti alla nuova organizzazione ad oggi è aumentato a 22, i fondatori, ma siamo già in fase avanzata per accogliere altri soci. Nel progetto di Rete 21 abbiamo voluto fossero rappresentati tutti gli ambiti del settore tecnologico (ovvero: elettrico, domotica, robotica, antifurto, videosorveglianza, data center, software e sicurezza informatica, illuminotecnica, fotovoltaico, condizionamento, idraulica, fibra ottica e cablaggio strutturato, system integrator, studi di progettazione); abbiamo ancora posti scoperti per gli ascensori, l’automazione delle porte e la mobilità elettrica, applicata sia alle auto che alle e-bike. In totale, gli operatori che lavorano in queste 22 imprese aderenti sono circa 500. Non abbiamo posto limiti alle aziende in ingresso, - continua Tesser - le uniche condizioni per l’adesione sono state la garanzia sul rating di legalità e uno spirito propositivo. Le dimensioni non contano; abbiamo associato sia imprese con 100 dipendenti, sia piccoli artigiani”. A Treviso esiste già un’esperienza analoga, Artinrete, nata una decina di anni fa, sempre con il supporto del Mandamento Confartigianato di Treviso, “un gruppo di imprese artigiane che opera nel settore edile, - commenta il presidente mandamentale di Confartigianato Treviso, Ennio Piovesan - un progetto che sta funzionando molto bene. Per questo come associazione abbiamo sostenuto fortemente la nascita di Rete 21, e sosterremo la nascita di altre nuove reti, nella convinzione che solo facendo sistema le imprese, anche di piccola dimensione, possono operare con efficacia e successo nei mercati, privilegiando forme di partnership e sinergia”. Due sono gli obiettivi primari sui quali Rete 21 si concentrerà da subito, ovvero i lavori pubblici e le comunità energetiche, mercati che si conquistano molto più facilmente in modo aggregato, presentandosi con una struttura operativa con ampie competenze, profondamente radicata al territorio. A tal proposito, Rete 21 affinerà le sue competenze nel comparto gare e Mepa, partecipando ai bandi come rete e affidando il lavoro al retista socio, senza che questo si configuri come subappalto. “Sono già in atto trattative promettenti con importanti player nazionali – continuano dal direttivo di Rete 21 – fin dall’autunno prossimo stimiamo di avviare le prime attività operative della nuova rete d’impresa, che può contare su competenze e skill di ottimo livello. Non escludiamo, inoltre, la possibilità di sinergie con Artinrete, a copertura delle attività edilizie, strategiche per il nostro gruppo nel momento in cui affronteremo ad esempio il tema dell’efficientamento energetico”. Rete 21 per ora ha sede presso il Mandamento di Confartigianato Imprese Treviso, in via Rosa Zalivani 2, in località Fiera di Treviso. Per ulteriori informazioni, per entrare in rete e approfondimenti su Rete 21, scrivere all’indirizzo email rete.imprese.impianti@gmail.com oppure chiamare il 348.0915169. LE AZIENDE ADERENTI A RETE 21: 3B Impianti Elettrici 3FACE Engineering Srl Albacam Technology Srl Carretta Srl Easy PC Srl Eco3 Srl Elettroradio di Romanello FM Installazioni Srl Fox mecc Srl Frigo Marca Srl Full Service di Menegazzo Flavio Fumisteria Binotto Srl GAM Elettroimpianti Srl Gasparini Luigi Srl Gomiero Service Srl Mamix Srl Pagotto Renato di Nicolas Pellegrinet @ C Rui Srl Termoidraulica Badin Snc DI Badin Christian e Walter Termoidraulica Zambon di Zambon Rudy Tesser Antenne Srl Trevigroup Srl

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treviso: Rete 21 è la nuova rete di imprese che opera nel settore degli impianti tecnologici
TrevisoToday è in caricamento