menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
É la prima volta che il tema viene affrontato dagli industriali trevigiani

É la prima volta che il tema viene affrontato dagli industriali trevigiani

Corruzione e spionaggio: le imprese si difendono

La nuova legge sul Whistleblowing sarà passata ai raggi x in un seminario organizzato nella sede degli industriali di Treviso, giovedì 29 novembre

Dirigenti che corrompono funzionari pubblici, dipendenti che compiono azioni di spionaggio aziendale che possono danneggiare o pregiudicare l'attività di un'impresa: anche le aziende trevigiane non sono immuni da pratiche scorrette e comportamenti fuorilegge. Compie quasi un anno la legge che tutela chi segnala reati o irregolarità nell'ambito di un rapporto di lavoro pubblico e privato. La norma pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 14 dicembre del 2017 è stata ribattezzata "Legge sul Whistleblowing" e introduce per la prima volta in Italia una disciplina anche nel settore privato. La nuova legge sarà passata ai raggi x in un seminario organizzato nella sede degli industriali di Treviso, giovedì 29 novembre. É la prima volta che il tema viene affrontato dagli industriali trevigiani, le richieste di partecipazione da parte di dirigenti, responsabili del personale e uffici legali sono alte. Verranno spiegati in particolare il comportamento da adottare in seguito a una segnalazione, ma anche come garantire la riservatezza di chi "denuncia" un comportamento scorretto o le procedure da intraprendere nei casi in cui le segnalazioni si rivelassero false.

«Si tratta per la maggior parte di imprese strutturate, molte delle quali hanno rapporti con il settore pubblico oppure hanno la necessità di difendere il proprio "know-how" o lavorano nell'ambito degli appalti pubblici - spiega Pasquale Costanzo di UNIS&F Treviso e Pordenone - Il legislatore ha imposto che questi comportamenti scorretti debbano essere monitorati e la procedura per farlo deve essere messa in atto dalle imprese. Oggi abbiamo aziende che stanno lavorando per implementare questa procedura e altre che sono un po’ in ritardo». «In generale - conclude Costanzo - le nostre aziende sono ben consapevoli della materia e l'alta adesione al seminario ne è una dimostrazione». Tra i relatori ci saranno alcuni docenti di diritto del lavoro e diritto penale d'impresa dell'Università di Padova. Il seminario che rientra nell'attività di UNIS&F, la società che si occupa di servizi e formazione, è stato organizzato in collaborazione con l'ordine dei Dottori Commercialisti e con quello degli Avvocati di Treviso e consentirà l'attribuzione di crediti formativi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Raid nella notte, negozio islamico dato alla fiamme

  • Cronaca

    Accesso abusivo alle banche dati, finanziere arrestato

  • Attualità

    Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento