La trevigiana Carron ha realizzato i lavori per il primo Hilton del Friuli

L’intervento commissionato da Allianz Spa, concluso nelle tempistiche previste, con punte di 130 persone in cantiere, aveva preso il via nel luglio 2017 per concludersi il 18 novembre scorso

La facciata dell'Hilton

Sono stati realizzati dall’azienda Carron i lavori di trasformazione in prestigioso hotel DoubleTree by Hilton di uno dei palazzi simbolo del centro storico di Trieste, ex sede della compagnia assicurativa Ras. Ammonta a 25,5 milioni di euro il valore dell’intera operazione, di cui circa 19 milioni di euro di lavori eseguiti da Carron, arrivando lo scorso 3 dicembre all’inaugurazione del primo hotel Hilton della regione autonoma Friuli Venezia Giulia, gestito dal gruppo jesolano “Hnh Hospitality”. L’intervento commissionato da Allianz Spa, concluso nelle tempistiche previste, con punte di 130 persone in cantiere, aveva preso il via nel luglio 2017 per concludersi il 18 novembre scorso. «Meno di due anni e mezzo per realizzare “un importante intervento di restauro conservativo e riorganizzazione, attraverso il quale abbiamo riconvertito in funzione turistico-ricettiva l’ex sede storica della Ras nel cuore di Trieste»: spiega il presidente Diego Carron. «I lavori sono stati eseguiti seguendo le indicazioni fornite dalla Soprintendenza, essendo parte del complesso sottoposto a tutela -chiarisce il project manager Matteo Bacchin- grazie ad un team di restauratori specializzati sono stati preservati affreschi originali, marmi, mosaici, fontane e caminetti oltre al restauro delle facciate esterne».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Cinque i piani dedicati ad albergo per un totale di 125 stanze di cui 25 suite, con ascensori panoramici, tra cui lo storico ascensore dei primi del Novecento che è stato rimesso in moto. Carron ha eseguito anche i lavori di riqualificazione dell’adiacente strada, via Santa Caterina da Siena, il tutto a 1 km dalla stazione e 800 metri dal porto di Trieste. Dal ripristino degli spazi comuni, tra cui i salone storici, alle camere vincolate dalla Soprintendenza, Carron ha eseguito l’intervento all’insegna di un motto: “Cambiamo tutto perché non cambi nulla”. L’obiettivo, nelle operazioni di restauro, sempre più frequenti per la tutela del territorio “è aumentare il grado di comfort con interventi di riqualificazione che preservino il fascino originale degli immobili”. Tra gli altri interventi, Carron sta ristrutturando la sede Allianz in largo Irneri a Trieste, i cui lavori saranno completati entro fine anno.  Il Gruppo Carron chiuderà il bilancio 2019 a 212 milioni di euro (rispetto ai 208 del 2018). In aumento anche il fatturato previsto nel 2020, grazie agli investimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: allarme arancione in Veneto, Zaia temporeggia sull'ordinanza

  • L'auto si schianta fuori strada: morto un 22enne, due feriti gravi

  • Torna l'ora solare, quando vanno spostate le lancette

  • Nuovo Dpcm, Conte ha firmato: ecco che cosa cambia da lunedì

  • Pranzo tra amici si trasforma in un focolaio Covid: trovati quindici positivi

  • Covid, Zaia: «In arrivo nuova ordinanza per limitare gli assembramenti»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento