rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Economia

Ulss 7: preoccupazione per 87 dipendenti assistenza scolastica

Cambio di appalto per il servizio di assistenza scolastica ad alunni con disabilità nelle scuole di 28 Comuni dell’Ulss 7: 87 dipendenti a rischio Carafiglia (Fisascat Cisl): “Grande preoccupazione dei lavoratori”

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Cambio di appalto per il servizio di assistenza scolastica ad alunni con disabilità nelle scuole di 28 Comuni del territorio della Ulss 7, 87 dipendenti a rischio. A lanciare l’allarme è la Fisascat Cisl di Treviso, con un suo rappresentante, Claudia Carafiglia, che ha già incontrato i dipendenti della Cooperativa uscente “Insieme Si Può”.

“Ad oggi - spiega Claudia Carafiglia della Fisascat Cisl di Treviso - non abbiamo ancora avuto nessuna comunicazione da parte della cooperativa vincitrice dell’appalto, la ‘Progetto Vita’ di Sondrio. E’ vero che la nuova cooperativa è obbligata ad assumere il personale che gestiva il precedente appalto, ma finora non ci sono pervenute comunicazioni”.

I dipendenti sono per la maggior parte donne sopra i 40 anni di età e con figli a carico, con contratti part time e full time a tempo indeterminato. La cooperativa vincitrice dell’appalto non ha una sede operativa in provincia di Treviso e nella Marca è presente con i suoi operatori in una casa di riposo a Meduna, e con l’assistenza domiciliare a Motta e Salgareda.

“Come Organizzazione Sindacale - prosegue Carafiglia - abbiamo già inviato una richiesta di incontro allo scopo di perseguire la continuità e le condizioni di lavoro acquisite dei lavoratori, così come previsto dall’art. 37 del contratto nazionale di categoria. Per noi sarà fondamentale capire come potrebbe avvenire il passaggio di appalto, e, soprattutto, se verranno garantiti gli attuali livelli occupazionali e il livello di mantenimento del servizio, molto delicato, dove c’è un rapporto di fiducia tra le scuole, le famiglie, gli alunni disabili e il personale che svolge il servizio. Fra i dipendenti, per la maggior parte donne, c’è grande preoccupazione: il servizio dovrebbe ripartire con l’inizio del nuovo anno scolastico, ma la mancanza di comunicazioni da parte della nuova cooperativa preoccupa molto le lavoratrici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ulss 7: preoccupazione per 87 dipendenti assistenza scolastica

TrevisoToday è in caricamento