menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vacanze sicure in strada, presto i risultati dei controlli a Treviso

Si è conclusa da poco l'edizione 2016 della campagna "Vacanze sicure", che punta a sensibilizzare gli automobilisti italiani sull'importanza dei temi della sicurezza sulle strade, a cominciare dall'attenzione per gli pneumatici. Quest'anno, sotto la lente d'ingrandimento delle forze dell'ordine c'era anche la provincia di Treviso

È giunta ormai alla tredicesima edizione la campagna "Vacanze sicure", l'iniziativa nata dalla collaborazione tra Ministero dell'Interno, Polizia Stradale e produttori di pneumatici aderenti al consorzio Assogomma e Federpneus, che mira a sensibilizzare l'opinione pubblica e, in particolare, gli automobilisti sui temi della sicurezza stradale e, in particolare, sull'importanza di prestare la giusta attenzione sugli pneumatici. Come negli anni passati, è stato infatti scelto un periodo di circa 40 giorni, conclusosi lo scorso 20 giugno, durante il quale la Polizia Stradale ha effettuato circa 10 mila controlli specifici sulle gomme, per verificarne lo stato d'usura e la conseguente idoneità alla circolazione.

Sotto i riflettori. Il meccanismo di rotazione adottato sin dalla prima edizione ha coinvolto in questo 2016 sette regioni, da Nord a Sud Italia, e per la precisione Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia, Toscana, Sicilia e Veneto: anche la provincia di Treviso dunque, come probabilmente i guidatori locali hanno avuto modo di verificare, sono stati interessati da un'attenzione rinnovata e specifica da parte degli agenti della Polizia Stradale, che oltre al controllo di routine hanno anche offerto consigli e "ramanzine" sull’importanza che le gomme hanno ai fini della sicurezza stradale.

Maggior sensibilizzazione. Sono ancora troppo pochi, infatti, gli automobilisti che prestano attenzione a un aspetto così delicato della vettura come le gomme: in pratica, a ben pensarci, lo stesso movimento dell'auto (e la sicurezza di chi è all'interno) è garantito da una superficie che è complessivamente pari a quattro palmi di una mano. Ecco perché si rende necessario un intervento dall'esterno, per risvegliare la giusta cura per questa tematica, che purtroppo invece continua a segnare comportamenti poco corretti.

Poco ottimismo. Come segnalato dall'Aci, infatti, il parco auto italiano continua a invecchiare, e oltre la metà dei veicoli circolanti ha più di dieci anni, con conseguente necessità di maggior manutenzione ai fini della sicurezza sulle strade. E invece, grazie ai controlli effettuati nel corso degli anni, quasi il 20 per cento delle vetture, senza troppe differenze tra le regioni e le aree del Paese, continua a saltare gli appuntamenti per la revisione obbligatoria. E ancora peggiore si rivelano le notizie sugli pneumatici: un 15% di automobilisti viaggia con ruote che presentano assenza di conformità di diversa natura, come ad esempio di gomme non omologate o montate in maniera differente sugli assi, pneumatici lisci o danneggiati, o addirittura gomme invernali utilizzate anche nei mesi estivi.

Sale la pressione. Oltre a questi problemi, c'è un altro aspetto che viene purtroppo trascurato, ed è quello della pressione di gonfiaggio, che influisce in modo determinante sul comportamento di uno pneumatico, oltre che sul portafogli. Viaggiare con gomme sgonfie o comunque non alla giusta pressione altera la tenuta di strada, innanzitutto, ma provoca un'usura irregolare e maggiore della gomma e incide anche sui consumi di carburante: secondo alcune ricerche, infatti, viaggiare con gomme non correttamente messe a pressione provoca la dispersione di 3,9 miliardi di litri di carburante ogni anno, che incidono pesantemente sull'ambiente a causa dell'immissione di 2 milioni di tonnellate di anidride carbonica nell'atmosfera.

Cura del portafogli. Se, dunque, in genere è l'aspetto economico l'alibi che in qualche modo viene usato per motivare le irregolarità relative agli pneumatici, in realtà anche questi errori "costano caro", anche per le eventuali sanzioni cui rischiamo di andare incontro. Negli ultimi anni, inoltre, il prezzo degli pneumatici è iniziato a calare, anche grazie allo sviluppo di siti come Euroimport Pneumatici, leader in Italia nella vendita di gomme online, che garantisce convenienza economica e prodotti di qualità, rivelandosi così il giusto compromesso per poter assicurare la giusta sicurezza per la circolazione unita alla "preservazione" del proprio portafogli.

sicurezza stradale-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento