menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Veneto Banca, approvata la costituzione del fondo di solidarietà

Ben 30 milioni per sostenere i soci che versano in situazioni di disagio socio-economico. Il Fondo è rivolto ai destinatari dell’Offerta Pubblica di Transazione; i beneficiari dovranno rinunciare ad azioni risarcitorie nei confronti della Banca

TREVISO Il Consiglio di Amministrazione di Veneto Banca, riunitosi in seduta dedicata, ha deliberato la costituzione del Fondo di solidarietà. La decisione fa seguito a quanto il CdA di Veneto Banca aveva annunciato il 9 gennaio scorso assieme all’avvio dell’Offerta Pubblica di Transazione, ossia la disponibilità alla costituzione di un Fondo di 30 milioni di Euro per sostenere i Soci che versano in comprovate situazioni di particolare disagio socio-economico. Il Fondo è rivolto ai medesimi destinatari dell’Offerta Pubblica di Transazione e anche in questo caso i beneficiari dovranno rinunciare ad azioni risarcitorie nei confronti della Banca, e diventerà effettivo a seguito dell’esito positivo dell’Offerta stessa.

Nello spirito di solidarietà e responsabilità sociale, oltreché nella volontà di ricostruire un rapporto di fiducia tra la Banca e i suoi soci risparmiatori, Veneto Banca ha ritenuto opportuno assegnare il compito della realizzazione dell’iniziativa alla propria corporate foundation, la Fondazione Veneto Banca. La Fondazione agirà su mandato dell’Istituto per l’identificazione e la valutazione delle comprovate situazioni di particolare disagio socio-economico. Il criterio base di valutazione sarà l’ISEE, al fine di semplificare le procedure e accelerare i tempi di esecuzione. L’iniziativa prevede la costituzione di una Commissione, utile nella logica del dialogo tra la banca e i suoi portatori d’interessi nei territori di riferimento, che comprenderà le rappresentanze della società civile.

Si rende noto che, al 6 marzo 2017, relativamente all’Offerta Pubblica di Transazione, è stato contattato circa il 94% del totale azioni in perimetro di cui oltre il 34% ha già aderito, il 14% ha manifestato la propria intenzione a non aderire, mentre la restante parte è rappresentata da coloro che hanno fissato un appuntamento in filiale o non hanno ancora manifestato la propria scelta.

Alla luce della numerosità delle richieste di appuntamento e di adesioni pervenute in questi ultimi giorni, il Consiglio di Amministrazione di Veneto Banca sta valutando l’opportunità di una proroga dei termini legati alla scadenza dell’Offerta Pubblica di Transazione, attualmente prevista per il 15 marzo 2017, in allineamento alla scadenza della medesima Offerta di Banca Popolare di Vicenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Con un cinque al Superenalotto vince 17mila euro

  • Cronaca

    Ruba un aspirapolvere, 43enne arrestata dai carabinieri

  • Meteo

    Veneto, tornano piogge e temporali: «Rischio nubifragi a metà settimana»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento