Abolizione dei voucher, "Spalanca le porte al lavoro nero"

Elena Donazzan, assessore al lavoro della Regione del Veneto, commenta così il testo dell'emendamento che la maggioranza parlamentare alla Camera dei deputati si prepara a votare

TREVISO "Abbiamo un Parlamento sottomesso culturalmente a Cgil e grillismo che non riesce a comprendere in che direzione sta andando il mondo. L'abolizione integrale dei voucher sarebbe un autentico passo falso che spalancherebbe le porte al lavoro in nero". Elena Donazzan, assessore al lavoro della Regione del Veneto, commenta così il testo dell'emendamento che la maggioranza parlamentare alla Camera dei deputati si prepara a votare per eliminare i tre articoli del Jobs Act (decreto legislativo 81 del 2015), di cui chiede l'abrogazione il quesito referendario della Cgil. I tre articoli rientrano nel capitolo VI sul lavoro accessorio: il 48 su "definizione e campo di applicazione"; il 49 su "disciplina del lavoro accessorio" e il 50 su "coordinamento informativo a fini previdenziali".

"I voucher, pur non essendo lo strumento perfetto - riprende la Donazzan - hanno rappresentato un'occasione di emersione di lavoro non regolare, rivelandosi utili per determinate categorie di lavoratori, come quelli in agricoltura occasionali o per gli studenti che vanno a fare qualche ora in bar o in pizzeria o per gli insegnanti che danno ripetizioni".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Regione del Veneto - aggiunge Donazzan - è stata la prima in Italia a realizzare insieme all'Inps un monitoraggio sul lavoro accessorio, per gli anni 2008-2015, presentato lo scorso maggio a Venezia. Ed è emerso, al di là dei numeri, che i voucher hanno detenuto come caratteristica naturale la flessibilità, una risposta agli imprevisti legati alla gestione dell’impresa in determinate situazioni. È altrettanto vero che negli anni vi è stato un abuso nel loro utilizzo ma temo che se la strada che verrà percorsa sarà quella della loro eliminazione integrale, di sicuro prossimamente non ci troveremo con nuovi contratti stabili ma con un incremento del lavoro sommerso", conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gioca al Lotto e vince 165mila euro centrando una quaterna

  • E' morto Tommaso, il bimbo di Dosson schiacciato da un cancello

  • Ex Caserma Serena: 133 migranti positivi al test del tampone

  • Disperate le condizioni del bimbo schiacciato da un cancello scorrevole

  • Cancello scorrevole si stacca e travolge bimbo di quattro anni, grave in ospedale

  • Coronavirus, Zaia: «In Veneto misure prorogate fino al 15 ottobre»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento