menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aniello Nappi, Responsabile dell’unità Energy Services Sales Condomini di Esco di Eni Gas e Luce - Diego Pavan, Amministratore Delegato di EDILVI

Aniello Nappi, Responsabile dell’unità Energy Services Sales Condomini di Esco di Eni Gas e Luce - Diego Pavan, Amministratore Delegato di EDILVI

Edilvi di Villorba è partner di Eni Gas e luce per la riqualificazione dei condomini

In generale, il 17% delle abitazioni italiane si trova in stato mediocre o pessimo, il 23% delle persone vive in abitazioni umide e con muffa, ed il 17% delle persone non può riscaldarsi adeguatamente

Nelle scorse settimane Edilvi SpA, storica impresa di costruzioni ed Energy Service Company certificata, ha firmato un importante accordo con Eni Gas e Luce al fine di promuovere la riqualificazione energetica e sismica dei condomini esistenti attraverso l’utilizzo degli incentivi statali Ecobonus – Sismabonus ed il meccanismo di cessione del credito. La partnership avviata con Eni Gas e Luce  rientra nell’ottica di contribuire alla riqualificazione del patrimonio edilizio esistente attraverso gli strumenti di incentivazione messi a disposizione dallo Stato. Secondo una recente ricerca condotta da Legambiente nel 2018 (Campagna Civico 5.0), il 39 per cento dei condomini italiani si trova in classe energetica G (la peggiore) e solamente il 6 per cento in classe A. Inoltre, l’82 per cento dei condomini sono stati costruiti prima dell’emanazione della Legge 10/1990 sull’efficienza energetica. In generale, il 17% delle abitazioni italiane si trova in stato mediocre o pessimo, il 23% delle persone vive in abitazioni umide e con muffa, ed il 17% delle persone non può riscaldarsi adeguatamente.

«Questi dati – commenta il geom. Pavan, Amministratore Delegato di Edilvi – sono allarmanti. Ed è nell’ottica di poter contribuire all’efficientamento energetico e sismico del patrimonio edilizio esistente che abbiamo avviato degli incontri con Eni Gas e Luce, nel corso del 2018, conclusisi con la firma di un accordo che consente ai condomini di accedere, in modo semplice, agli incentivi Ecobonus, Sismabonus ed al meccanismo di cessione del credito fiscale». Ecobonus e Sismabonus per la riqualificazione delle parti comuni dei condomini consentono di maturare una detrazione fiscale, convertibile in credito fiscale, fino all’85 per cento dell’importo lavori per un massimale che va dai 40mila euro per l’Ecobonus, ai 96mila euro per il Sismabonus fino ai 136mila euro per la combinazione dei due incentivi, per ogni singola unità immobiliare che compone il condominio. La detrazione fiscale maturata da ogni singolo condòmino può essere ceduta all’impresa che effettua i lavori. In caso i condòmini decidano per la cessione del credito, anche gli incapienti potranno partecipare cedendo la quota di credito che altrimenti non potrebbero detrarre nel 730. L’azienda che accetta la cessione del credito, può cedere a sua volta il credito ad altri partner coinvolti nell’operazione di riqualificazione del condominio.

«La collaborazione con Eni Gas e Luce  – continua Pavan – diventa fondamentale per poter attivare il meccanismo di cessione del credito in modo fluido. Grazie a questo accordo gli abitanti dei condomini che andremo a riqualificare dovranno versare solamente l’importo non coperto dalla cessione del credito. In questo modo i costi di riqualificazione, talvolta anche molto alti, diventeranno sostenibili per tutti i condòmini, compresi i condòmini incapienti, che, a lavori finiti, abiteranno in un edificio efficiente, confortevole e più sicuro». Conclude poi il geom. Diego Pavan: «Riqualificare il patrimonio edilizio esistente contribuisce a ridurre le emissioni di CO2 in atmosfera, responsabili delle alterazioni climatiche, ad evitare catastrofi quali la recente alluvione in Cadore e nell’Agordino, ed ancora contribuisce a ridurre tragedie umane quali i terremoti in Centro Italia degli anni scorsi».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento