Eventi

Cena di note 2015: presentata a Mogliano Veneto la nuova edizione

Torna con quattro imperdibili appuntamenti la rassegna musical-gastronomica che si svolge nelle cornici più suggestive del Veneto.

La splendida Villa Giustinian

MOGLIANO VENETO- E' stata presentata nelle suggestive sale dell’Hotel Villa Condulmer a Mogliano, la settima edizione di "Cena di note", la celebre manifestazione musical-gastronomica che da anni abbina il meglio della musica colta all’alta cucina. La rassegna sin dai suoi esordi avvenuti ormai sette anni fa, ha avuto come principali sostenitori il Corriere del Veneto, foglio regionale del Corriere della Sera, e Schöllerbank, istituto bancario austriaco. Ad essi si sono unite quest’anno anche le prestigiosissime Cantine Ruggeri di Valdobbiadene.

La formula di “Cena di Note” si mantiene invariata anche in questa nuova edizione: a un concerto di musica classica della durata di 30 minuti circa, che vede solo ed esclusivamente protagonisti artisti di fama internazionale, segue in ambiente separato una cena ispirata dal tema del concerto ideata e preparata da uno chef di grido. Nelle passate edizioni la rassegna è stata ospitata nelle più belle ville e castelli del Triveneto, presentata in luoghi di estremo prestigio (Palazzo Grassi e Le Calandre, tanto per fare due nomi). Si sono affiancati artisti di fama mondiale e chef stellati. L’edizione 2015 mira come sempre ad elevare ulteriormente il target.

Dei quattro appuntamenti totali, tre dei quali organizzati a Verona, Venezia e Cortina, ce ne sarà anche uno in provincia di Treviso. Si tratta dell'ultimo appuntamento della rassegna che avrà luogo venerdì 11 settembre nella magica cornice di Villa Giustinian a Portobuffolè. In quest'occasione il Quartetto dell’Accademia di San Giorgio, orchestra della Fondazione Cini di Venezia, una delle migliori compagini da camera europee, offrirà al pubblico alcuni capolavori di Francesco Malipiero, compositore veneto attivo nel primo novecento, che fece del richiamo all'antico la forza della sua estetica.  Tali opere potranno trasportare i commensali all'epoca di Gaia da Camino, colta nobildonna trevigiana citata da Dante nella Divina Commedia, vissuta a cavallo tra il 1200 e il 1300, il cui marito Tolberto elesse Portobuffolè, borgo trevigiano considerato tra i più belli d'Italia, sua residenza ufficiale. Lo chef Ivan Scantamburlo curerà la parte gastronomica, cercando di rendere indimenticabile l'appuntamento con una manifestazione che ogni anno sembra in grado di migliorare se stessa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cena di note 2015: presentata a Mogliano Veneto la nuova edizione

TrevisoToday è in caricamento