menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il coro Col di Lana (Foto tratta da Facebook)

Il coro Col di Lana (Foto tratta da Facebook)

"Cantiamo la rinascita": quattro cori in concerto per le popolazioni del Bellunese

Sabato 23 febbraio a Serravalle (Vittorio Veneto) l'evento musicale dedicato alla montagna veneta. Quattro cori si esibiranno a sostegno delle montagne colpite dal maltempo

Si svolgerà sabato 23 febbraio con inizio alle ore 20.45 nel Duomo di Serravalle il concerto di solidarietà a favore delle terre bellunesi “Cantiamo la Rinascita”, che vedrà sul palco ben quattro formazioni corali: Gli Sconcertati diretti da Andrea Mazzer, il Coro Anzano guidato da Paolo Stefan, il Coro alpino Col di Lana e il gruppo vocale D'Altro Canto diretti da Sabrina Carraro.

I quattro cori che saranno protagonisti nel duomo serravallese spiegano la nascita di questo concerto: «Nei giorni immediatamente seguenti gli eventi atmosferici di fine ottobre 2018 nel bellunese (che in parte hanno coinciso con le giornate del Festival della Coralità Veneta tenutosi proprio a Vittorio Veneto), durante una sera di prove de “Gli Sconcertati” è nata tra i coristi l’idea di organizzare un concerto di solidarietà per le popolazioni colpite dal maltempo. In breve tempo Gli Sconcertati hanno saputo che la stessa idea/proposta era sorta anche nelle fila del Coro Anzano. E non era finita qui, perché si è fatta presto strada l'idea di coinvolgere altre realtà corali del vittoriese: il gruppo vocale DAC e il Coro alpino Col di Lana. Volevamo fare qualcosa di diverso, non legato all’emozione del momento ma che servisse a “non dimenticare” e ad aiutare la ripartenza delle attività locali, la rinascita di quei boschi. Abbiamo ideato quindi un progetto sviluppato in due momenti che avvicinassero ancor di più noi della pedemontana trevigiana agli sfortunati vicini del bellunese. Il primo step è il concerto di sabato 23, che raccoglierà fondi da destinare direttamente agli enti locali e agli amici cori del bellunese/agordino/feltrino; il secondo sarà la presenza in quei luoghi nella prossima primavera ed estate per offrire concerti capaci di richiamare turisti, ricordare e contemporaneamente sostenere le attività locali. Per questo abbiamo fissato la data a 4 mesi dalla calamità e, nel frattempo, cercato contatti e possibili collaborazioni con realtà corali di quelle terre. Sabato sera ogni coro eseguirà cinque brani peculiari del proprio repertorio, seguendo il fil rouge della capacità di riunire, raccontare e ispirare alla solidarietà. Nel Duomo serravallese ci saranno anche “testimoni” della furia del maltempo di fine ottobre: tronchi di alberi provenienti dai boschi di Forno di Zoldo». Il concerto è patrocinato dalle Amministrazioni comunali di Vittorio Veneto e Cappella Maggiore e da Asac Veneto ed è sponsorizzato da Erisimo, Banca Prealpi, ristorante La Loggia e Da Ros Angelo azienda agricola.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento