Festival "Città di Treviso": l'organista olandese Adriaan Hoek chiude la rassegna

Un anno fa, a Treviso, si è laureato vincitore del Gran Prix Echo 2018 al termine di una serrata settimana di confronti con i vincitori dei più autorevoli concorsi organistici europei. Ed ora l’organista olandese Adriaan Hoek torna in città, a Santa Caterina, sabato 19 ottobre (ore 20,45), invitato dal Festival Organistico Internazionale “Città di Treviso e della Marca Trevigiana”. Nell’ultimo anno, oltre a proseguire la sua fortunata attività concertistica, Hoek è stato il primo vincitore del Yuko Hayashi Memorial al Boston Bach International Organ Competition, tenutosi nel 2018 ed ha anche vinto il primo premio e il premio del pubblico al Bachpreis di Wiesbade. È quindi un autentico fuoriclasse il protagonista del penultimo concerto della 31ma edizione del Festival, e con un programma intitolato “La cultura organistica europea del XVII secolo” eseguirà all’organo in stile rinascimentale di Santa Caterina un articolato programma di autori e musiche composte proprio per strumenti con le caratteristiche di quello realizzato nel 1999 da Francesco Zanin nella chiesa-auditorium trevigiana. In programma, infatti, musiche di William Byrd, uno dei compositori inglesi di maggior prestigio nel periodo elisabettiano; di Jan Pieterszoon Sweelinck, olandese  che fu un grande innovatore della musica per tastiera del Cinque-Seicento; di Girolamo Frescobaldi, tra gli inarrivabili creatori del nuovo linguaggio musicale barocco; dei tedeschi Johann Caspar Kerll e Johan Jacob Froberger che di Frescobaldi furono allievi e del genovese Michelangelo Rossi, anch’egli ispirato del grande musicista ferrarese.

Particolarmente significativo per il Festival e per Echo - l’associazione delle Città Europee di Organi Storici di cui Treviso è membro fondatore - è uno dei brani in programma, le variazioni di Daphne tratte dal manoscritto di Camphuysen (conservato nella biblioteca dell’Università di Utrecht) che contiene musica per tastiera olandese del 17 ° secolo pubblicata - spesso per la prima volta - nella “Collezione ECHO di musica d'organo storica”, nell’ambito della preziosa attività musicologica ed editoriale dell’associazione. Il Festival si concluderà domenica 20 ottobre con in consueto concerto dedicato alla memoria di Riccardo Moscatelli: appuntamento alle 20,45 nella chiesa di Santa Maria Maddalena. Ingresso libero e gratuito.

Il programma

Sabato 19 ottobre, ore 20.45. Treviso, chiesa di Santa Caterina. Organo Francesco Zanin, 1999, in stile rinascimentale. Adrian Hoek, Grand Prix Echo 2018, presenta "La cultura organistica europea del XVII secolo".

Domenica 20 ottobre, ore 20.45 a Treviso, nella chiesa di Santa Maria Maddalena con organo Beniamino Zanin, 1888 Carlo Fontebasso presenta: "Messa a 3 voci eguali in accompagnamento d’organo". Ad accompagnarlo il coro Hierophonia Vocalis. Gaetan Nasato Tagnè, maestro del coro, direttore Alex Betto, organo Giovanni Feltrin.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

  • Negrita in concerto a Montebelluna per il giorno di San Valentino

    • 14 febbraio 2020
    • PalaMazzalovo
  • Suoni dalla Venezia di Shylock: concerto con l’ensemble Lucidarium

    • 25 gennaio 2020
    • Chiesa di San Teonisto
  • Giorno della Memoria 2020 - La speranza oltre l'orrore

    • Gratis
    • 25 gennaio 2020
    • Chiesa di San Francesco

I più visti

  • Eco City Lab: la città di mattoncini eco - sostenibile

    • dal 14 dicembre 2019 al 26 gennaio 2020
  • “Per non dimenticare”: ecco la mostra con scritti e oggetti di ex internati

    • Gratis
    • dal 13 aprile 2019 al 27 gennaio 2020
    • Museo degli Alpini
  • Da Segusino a Stramare: escursione tra presepi, natura e leggende

    • 26 gennaio 2020
    • Di fronte alla Chiesa Parrocchiale di Santa Lucia
  • Camminata alla scoperta del Montello, tra natura e memorie di Guerra: il Cimitero inglese

    • 26 gennaio 2020
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento