"Musica Picta il colore che suona" al Museo di Santa Caterina

TREVISO - Con il suo terzo appuntamento, volge al termine "Giugno Antico", la mini stagione di musica antica organizzata da almamusica433 in collaborazione con Fondazione Benetton Studi Ricerche con il supporto di Marin srl. Concepita come un percorso offerto alla città di Treviso attraverso alcune tappe significative della storia della musica antica, e sviluppata in luoghi speciali che le hanno fatto da cassa di risonanza carica di significati simbolici, la rassegna ha portato in città alcuni nomi di spicco della scena musicale europea.

Iniziata con Hermosuras, il concerto per clavicembalo e voce soprano, a cui hanno dato vita nello spazio Bomben nel cuore della città Paola Erdas e Lia Serafini, é proseguita con una magica notte di mezza estate celebrata negli spazi aperti del "fuori porta", la suggestiva Casa Cozzi di Zero Branco, splendidamente allestita dalla Fondazione Benetton per l'occasione. Al centro dell'evento La Follia Baroque Ensemble Timisoara, che ha dato vita a un concerto che sicuramente rimarrà nella memoria dei numerosi partecipanti. Si conclude ora nella magnifica cornice architettonica e pittorica del Museo di Santa Caterina con l’Ensemble Kalicantus che presenta alla città il suo nuovo progetto “Musica Picta il colore che suona”.

Il concerto vuole dare voce alla Musica che è stata ritratta nelle opere dei pittori del secolo XVI e del XVII, con un'attenzione particolare per i quadri di Michelangelo Merisi da Caravaggio. Si tratta di un percorso originale, in cui Kalicantus illustra alcuni aspetti poco noti e rivela i significati esoterici nascosti nelle citazioni musicali scelte dai grandi interpreti dell'arte figurativa del tempo. Il programma traccerà l’affresco trasversale di un’epoca storica vista dalla parte dei soggetti ritratti: i suonatori di liuto, i musici, i cantanti, i protagonisti dei concerti in giardino,  impressi nelle tele dai pittori, che finora erano rimasti silenti. Kalicantus ricreerà il suono di quei quadri mettendo in voce i tratti di pennello dei pittori più importanti del Rinascimento e del Barocco.

La cornice unica e suggestiva di questo evento sarà la Chiesa di Santa Caterina, sede dei Musei Civici trevigiani, che diverrà la quinta fantastica della trasformazione magica della pittura in musica. Laddove il silenzio sembrerebbe essere la cifra delle arti figurative, specificità e limite insieme, questo percorso conduce lo spettatore attraverso un'esperienza di comunione delle arti, e di sinestesia, che sconfigge e nobilita la materialità e la bidimensionalità della pittura librando gli animi nell'aria della musica.

Con questo ultimo concerto e con "Giugno Antico" si conclude il primo anno di proposte di musica antica di almamusica433, fatto di masterclass specialistiche e concerti aperti alla cittadinanza. La collaborazione fra almamusica433, Fondazione Benetton Studi Ricerche, e Marin srl proseguirà con le nuove proposte già allo studio per la prossima stagione.

Venerdì 27 giugno alle ore 21 "Musica Picta il colore che suona" al Museo di Santa Caterina,Treviso. Ingresso responsabile.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Concerti, potrebbe interessarti

I più visti

  • "Ero uno zombie ma sono guarita": la battaglia di Anna contro l'anoressia diventa una mostra

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 30 aprile 2021
    • Trieste, via Cau de Mezo
  • Coronavirus, Mister Italia 2020 non si ferma e diventa "Mister Italia Web"

    • Gratis
    • dal 30 marzo 2020 al 12 aprile 2021
  • Steve McCurry in mostra a Palazzo Sarcinelli con "Icons"

    • dal 23 dicembre 2020 al 2 maggio 2021
    • Palazzo Sarcinelli
  • A Treviso la mostra "Renato Casaro - L'ultimo cartellonista del cinema"

    • dal 28 febbraio al 30 settembre 2021
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento