Maufragar me dolce, opera teatral-lirica per "cantattori"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Organizzato da Associazione Culturale "Aliestese" di Vittorio Veneto in collaborazione con l'Istituto Musicale "Arturo Benedetti Michelangeli" di Conegliano con il patrocinio del Comune di Vittorio Veneto.

Quando il filo conduttore viene trovato grazie all'ascolto reciproco delle diverse anime di un gruppo di persone ecco che il risultato non è il "solito spettacolo" in cui trama e finale fanno parte di un copione già scritto, ma è un viaggio ricco di sorprese e colpi di scena durante il quale il pubblico abbraccerà le storie dei personaggi calando in esse il proprio vivere quotidiano.

Questo spettacolo innovativo nasce dalle diverse storie e dai diversi percorsi che ogni protagonista porta con sé: non esistono appunto protagonisti o gregari, ma si tratta di un gruppo di nove personaggi che unendo le loro forze e i propri talenti ha creato un nuovo modo di cantare, recitare e vivere insieme sul palcoscenico.

Per arrivare a questo risultato inaspettato e creativo è stato fondamentale il ruolo di un abile e paziente regista, Giacomo Gamba, che ha messo insieme tutte le tessere di questo "puzzle musical-teatrale".

Il collante speciale usato da Giacomo Gamba è stato messo a punto durante il laboratorio scenico da lui stesso tenuto presso l'Istituto Musicale "Arturo Benedetti Michelangeli" al quale hanno partecipato gli allievi delle classi di canto classico del M.° Giovanna Donadini e del M.° Elvira Cadorin.

Questi nove "naufraghi" dispersi dopo un "Diluvio Universale" interiore affronteranno le peripezie del quotidiano passando dal tragico al comico. Sono gli eroi dell'epoca post-moderna e dipingeranno per il pubblico una tavolozza emotiva che attraverserà tutti gli stati d'animo della condizione umana: "maschere" erranti che si perderanno fino ad arrivare allo smarrimento di se stesse per poi trovare, grazie ad una luce, finalmente una "Via".

Lo spettacolo che è già stato rappresentato sia a Conegliano sia a Cordignano con grande riscontro di pubblico giunge ora, grazie all'associazione "Aliestese", anche a Vittorio Veneto e sarà sicuramente, per coloro che assisteranno allo spettacolo di sabato 07 febbraio, una scoperta che accomunerà i "cantattori" e gli spettatori presenti in sala in un'unica, straordinaria e irripetibile esperienza.

I più letti
Torna su
TrevisoToday è in caricamento