rotate-mobile
Cultura Centro

La sensibilità e l'intelligenza delle piante

Natural Recall ne parla in una tavola rotonda assieme alla giornalista Alessandra Viola. Durante l'incontro saranno annunciati gli artisti selezionati al contest internazionale che esplora le affinità elettive tra l'uomo e la natura.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Ricordano, osservano e ascoltano, si muovono in continuazione e si scambiano informazioni tra loro, sanno essere altruiste e se si sentono abbandonate arrivano perfino a svenire. Le piante sono davvero in grado di fare tutto questo e ricambiano a loro modo chi le ama con sorprendente affetto. E se potessero parlare, forse ci apostroferebbero così: "Vegetale a chi?"

La Sensibilità e l'intelligenza delle piante è il filo conduttore dell'incontro in programma sabato 25 ottobre ore 18 agli Spazi Bomben della Fondazione Benetton Studi e Ricerche di Treviso. A parlarne con il pubblico sarà la giornalista e divulgatrice scientifica Alessandra Viola, autrice del libro Verde Brillante (Giunti) scritto con Stefano Mancuso, tra i massimi esperti mondiali nel campo della neurobiologia vegetale.

La tavola rotonda è proposta nell'ambito di Natural Recall, progetto internazionale di grafica sociale dedicato alle affinità elettive tra l'uomo e la natura. Ideato dallo studio di comunicazione co.me con sede a Treviso e da Gtower, studio di progettazione visiva di Milano, offre al territorio l'opportunità di ripensare e confrontarsi sul legame tra l'Universo Umano e quello Vegetale. Da sempre i due mondi sono destinati a incrociarsi ed evolversi, guidati da una sorta di "affinità elettiva" che nasce spesso spontaneamente, senza un apparente motivo generata da un ricordo, un affetto o da circostanze eccezionali.

"Le piante possiedono tutti e cinque i sensi dei quali è dotato l'uomo: vista, udito, tatto, gusto e olfatto. Ognuno sviluppato in modo vegetale, s'intende, ma non per questo meno affidabile. È dunque lecito pensare che da questo punto di vista siano simili a noi? Tutt'altro: esse sono estremamente più sensibili e, oltre ai nostri cinque sensi, ne possiedono almeno un'altra quindicina. Per esempio, sentono e calcolano la gravità, i campi elettromagnetici, l'umidità e sono in grado di analizzare numerosi gradienti chimici". Così Alessandra Viola accompagna in un viaggio inconsueto intorno alle sorprendenti capacità delle piante e alla loro vita sociale, complessa e articolata, paragonabile a quella delle specie animali più evolute.

Durante l'incontro saranno annunciate le selezioni ufficiali del contest di Natural Recall. Invitati a raccontare in un'opera inedita il loro personale rapporto con le piante, sono 80 gli artisti, i graphic designer e poeti visivi che hanno aderito al progetto. Provenienti dall'Argentina all'Australia, dalla Korea al Perù, dall'India all'Honduras, i loro lavori spaziano dalla grafica all'infografica, dall'illustrazione alla fotografia e testimoniano storie intime e originali da condividere. Tutte le opere saranno online sul sito naturalrecall.org mentre dal 22 novembre una selezione di 40 lavori sarà esposta in una mostra allestita alla Serra dei Giardini di Venezia, pubblicate in una preziosa monografia e in un calendario.

Natural Recall è anche un invito, un messaggio da diffondere, seminare e coltivare.

Uno spazio aperto dove ognuno può partecipare. Realizzato con il supporto di Favini, la Grafica Faggian, Di tre, il progetto parte da Treviso per poi espandersi e contagiare chiunque voglia far parte di una community e di una nuova sensibilità verso l'ambiente. Il sito www.naturalrecall.org raccoglie i contributi di molte persone appassionate, musicisti, pittori, scrittori, architetti e di chiunque si senta un vero e proprio "Natural Recaller". Il percorso continuerà nell'arco del 2015 e sarà scandito da diverse tappe: la mostra parte dal Veneto per diventare itinerante e toccare circuiti nazionali e internazionali.

Alessandra Viola è giornalista e divulgatrice scientifica e collabora con L'Espresso, La Repubblica, Il Sole 24 Ore, RAI, CNR. Nel 2013 ha vinto il Primo premio per la divulgazione scientifica dell'Associazione italiana del libro. È autrice dei saggi Verde Brillante (Giunti, 2013, scritto insieme a Stefano Mancuso) e L'era dell'atomo (Il Mulino, 2014, scritto insieme a Piero Martin). Insegna Comunicazione e scienza dell'energia alla Luiss.

Info Studio co.me - tel. 0422 541865 - www.naturalrecall.org - info@naturalrecall.org

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sensibilità e l'intelligenza delle piante

TrevisoToday è in caricamento