Ezio Mauro racconta il Muro di Berlino agli studenti del Planck

Il noto giornalista, ex direttore di La Repubblica, sarà nell'Istituto trevigiano mercoledì 15 gennaio per incontrare i ragazzi di quarta e quinta che hanno letto il suo libro "Anime prigioniere. Cronache dal Muro di Berlino"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

La storia del Muro di Berlino raccontata ai ragazzi. A 30 anni dalla sua caduta Ezio Mauro sale in cattedra all’Istituto Max Planck di Lancenigo per parlare del suo ultimo libro “Anime prigioniere. Cronache dal Muro di Berlino” edito da Feltrinelli.

L’editorialista di “Repubblica”, quotidiano da lui diretto per vent’anni fino al 2016, nonché corrispondente dall’Unione Sovietica proprio negli anni della grande svolta e della fine del regime sovietico, incontrerà gli studenti del Planck mercoledì 15 gennaio alle 9. Due ore per confrontarsi su contrapposizione tra blocco occidentale e orientale, cortina di ferro, guerra fredda e per capire la portata storica della notte del 9 novembre 1989, data dello smantellamento del Muro che per 28 anni ha diviso a metà l’attuale capitale della Germania, diventando il simbolo della libertà negata, di prevaricazione e repressione. Saranno gli studenti ad intervistare Ezio Mauro e attraverso di lui ad interrogare la storia del Novecento. Non è la prima volta che il giornalista e storico incontra i ragazzi del Planck. Già nell’autunno di due anni fa aveva presentato il suo libro sulla Rivoluzione russa “L’anno del ferro e del fuoco”, conquistando e appassionando la giovane platea con il suo racconto dei fatti che non perde mai la verve del reporter che sa far parlare i luoghi e le persone.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento