Fiere

Asolo: inaugurata sabato la fiera medievale Nella terra di Cunizza

Si è aperta oggi la manifestazione presso Villa Razzolini Loredan. Presenti molti sindaci del territorio, la senatrice Bisinella, e molte autorità

ASOLO- Si è aperta oggi pomeriggio ad Asolo presso Villa Razzolini Loredan la terza edizione della manifestazione medievale “Nella terra di Cunizza”, in programma oggi e domani e promossa dall’associazione Masnada de Pedemonte di San Zenone degli Ezzelini. Ad inaugurare l’evento numerose autorità locali: il presidente della Masnada de Pedemonte, Raffaele Pellizzari, il prefetto di Treviso, Maria Augusta Marrosu, la senatrice Patrizia Bisinella e l’assessore regionale al turismo, Federico Caner, solo per citarne alcuni.

Organizzata assieme alla Città di Asolo, la “due-giorni” vedrà all’interno di Villa Razzolini-Loredan ad Asolo un susseguirsi di eventi storico-rievocativi che richiameranno ospiti e partecipanti provenienti da tutta Italia. Attesi ventidue gruppi storici, 90 mercatari medievali, e 40 espositori per la Fiera di Cunizza ai giorni nostri provenienti da tutto il nord Italia. Protagonista dell'evento sarà la storia di Cunizza da Romano, la sorella di Alberico e del più famoso Ezzelino III da Romano, soprannominato il Tiranno, detto anche il Condottiero.

Per tutta la durata della manifestazione i visitatori potranno visitare accampamenti dei soldati e degli arcieri, Nobili popolani e giullari, taberne illuminate a giorno,  con bracieri accesi  fiaccole e frecce infuocate, la Medichessa, il mercato di quel tempo,  sputafuoco, combattimenti in armi, giochi medioevali, tiro con l'arco storico, frati scalzi e streghe, la falconeria e il suo impiego in battaglia,  sfilate di nobili e cavalieri, popolani e ladroni. Il percorso è adatto anche alle persone con disabilità. Qui di seguito potete trovare invece il programma completo della giornata di domenica 12 luglio:

Ore 09.00 apertura della manifestazione su Cunizza da  Romano con accampamenti mercato falconeria arcieri, giochi medioevali sputafuoco.
Ore 11.00 Convegno “I da Castelli, e i da Camino, in lotta per il controllo di Treviso” tenuta dal prof. Gabriele Farronato, a seguire ricordi di famiglia di Manrico Fabris e di Achille Delmarco.
Ore 12.00 Arrivo di Ezzelino e Alberico, alla corte della sorella Cunizza, mangiamento con la Corte Feudale di Federico II di Svevia. 
Ore 15.30 Gli Armigeri de Casteo uso della Catapulta da guerra ore 16.00 Combattimenti tra la fanteria e gli arcieri del XII e XIII secolo.
Ore 17.30 Esibizione dei Sbandieratori di Romano D’Ezzelino.
Ore 18.00 La Falconeria nell’Esercito di Ezzelino.
Ore 18.30 Arpa Storica di Madonna Adelaide con favole antiche per i bambini, Messer Emidio racconta la storia di Cuniza e degli Ezzelini.
Ore 19.30 Grande sfilata da parte di tutte le comparse presenti, dal parco della Villa antistante, fino alla Villa Maestra. Chiusura delle due giornate storiche dedicate a Cunizza da Romano prigioniera del suo tempo con saluto delle Autorità presenti, i ringraziamenti alle Compagnie d’Armi presenti, Mercatari, Arcieri, Figuranti e tutti coloro che hanno collaborato a questo evento e l’arrivederci al 2016.
Ore 22.00 Chiusura degli accampamenti. La serata continuerà nella Taberna di Cunizza fino a notte fonda, con musica medioevale e giullari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asolo: inaugurata sabato la fiera medievale Nella terra di Cunizza

TrevisoToday è in caricamento