"Libro: che spettacolo!”: la scrittrice Giovanna Zucca sul palco del Teatro Comunale

Sabato 4 marzo alle 20.30 la X edizione dell’iniziativa di Agis – Associazione generale dello spettacolo e Federculture per promuovere che promuove lo spettacolo dal vivo e la lettura farà tappa nella cittadina veneta: la pièce “Arlecchino – “Arlecchino, servitore di due padroni” di Carlo Goldoni, prodotto dal Teatro Stabile del Veneto con la regia di Giorgio Sangati, sarà infatti preceduta dalla presentazione di “Turno di notte. Lo strano caso del Fatebenesorelle” (Fazi Editore, 2016), ultimo “giallo imperfetto” dell’autrice trevigiana.

Giovanna Zucca e il suo ultimo libro, di “Turno di notte. Lo strano caso del Fatebenesorelle” (Fazi Editore, 2016), sono stati scelti da Agis – Associazione generale dello spettacolo e Federculture per la tappa trevigiana della X edizione di “Libro: che spettacolo!”, iniziativa che avvicina spettacolo dal vivo e lettura facendole incontrare sui palcoscenici più importanti d’Italia: la scrittrice trevigiana sarà sul palco del Teatro Comunale “Mario Del Monaco” sabato 4 marzo alle 20.30, prima dell’inizio della pièce “Arlecchino, servitore di due padroni” di Carlo Goldoni, una versione inedita del testo goldoniano più rappresentato al mondo prodotta dal Teatro Stabile del Veneto e diretta da Giorgio Sangati.

L’iniziativa di Agis si sdoppia in due percorsi principali, “Il libro… va a teatro. Storie dal palcoscenico”, che si svolge nella capitale (18 febbraio – 18 maggio 2017), e “Libro e teatro in viaggio. “Storie”… in movimento”, che invece è itinerante, da nord a sud della penisola, ed ha esordito a Padova lo scorso (17 febbraio – 6 maggio 2017); in quest’ultimo si inserisce l’appuntamento trevigiano, il quinto di dodici in programma. Il Teatro Del Monaco, con altri venti teatri in Italia, ha aderito al progetto, giunto alla X edizione dedicata a Giorgio Albertazzi, che ne è stato un protagonista, che consiste nel dare l’opportunità ad uno scrittore di parlare brevemente del suo libro da un palcoscenico di un teatro e direttamente al pubblico. Per Giovanna Zucca si tratterà della prima presentazione di “Turno di notte. Lo strano caso del Fatebenesorelle” nel centro storico di Treviso, città in cui vive e lavora come infermiera di sala operatoria e aiuto anestesista all’Ospedale Ca’ Foncello: “Non avrei potuto ambire a palco migliore, – spiega la scrittrice – poter raccontare il mio libro al Teatro Comunale è un onore e, in qualche modo, una consacrazione”.

“Turno di notte” segue l’uscita, nel 2015 sempre con Fazi Editore, del fortunato “Ässassinio all’Ikea. Omicidio fai da te”, riportando sulla scena i personaggi conosciuti e amati nel primo giallo della Zucca. Sullo sfondo di quello che può essere definito un secondo episodio c’è ancora Padova, tra luoghi reali e luoghi di fantasia come è lo scenario del crimine, il Policlinico Fatebenesorelle. Si apre una nuova indagine dunque per il commissario capo Loperfido e l’ispettore Luana Esposito, e, in modo informale, per le due amiche Erminia e Anna Laura, chiamati a identificare il colpevole e il movente dell’uccisione dell’infermiera Stefania Cantalamessa e intrecciando inevitabilmente le proprie storie personali.

“Turno di notte” potrebbe dirsi la parodia di un romanzo giallo: Giovanna Zucca definisce i suoi personaggi degli “approssimativi”, che brancolano nel buio cercando chissà quale movente, chissà quali misteriosi scenari. Ma questa volta, a differenza di quanto accade in “Ässassinio all’Ikea”, riescono a risolvere il caso, e sarà grazie all’intuito, ciò che di meno scientifico potrebbe esistere. La presentazione di “Turno di notte. Lo strano caso del Fatebenesorelle” sarà accessibile al pubblico che assisterà poi allo spettacolo teatrale. Nel programma di “Libro: che Spettacolo!” sono previsti trentaquattro incontri con ventinove autori coinvolti in quattordici città e in ventuno teatri ma non solo, che alimentano un circuito teatrale – letterario in cui si moltiplicano gli spazi di comunicazione e di informazione dei diversi linguaggi della cultura. Partito lo scorso 12 febbraio dalla Galleria nazionale d’arte moderna di Roma, dove il dialogo del libro con le arti della scena si è arricchito ed esteso alla pittura e alla scultura, “Libro. che Spettacolo!” terminerà sempre a Roma il 18 maggio al Teatro Argentina, con lo scrittore Edoardo Albinati, vincitore del Premio Strega 2016.

L’autrice - Giovanna Zucca vive a Treviso e lavora come infermiera di sala operatoria e aiuto anestesista nell’ospedale della sua città. Nel 2011 ha esordito con Mani calde, vincendo il Premio Rhegium Julii Opera Prima 2012. Il suo secondo romanzo, Una carrozza per Winchester, ispirato alla vita di Jane Austen, ha ricevuto una menzione d’onore al Premio Merck Serono 2014. E’ quindi stata la volta di Guarda, c’è Platone in tv!, brillante attualizzazione dei filosofi antichi. Laureata in filosofia, collabora attivamente con il Centro di studi sull’etica dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • La Primavera del Pensiero a Villorba

    • Gratis
    • dal 8 aprile al 4 giugno 2021
    • Pagina Facebook @Comunedivillorba
  • Imago Mundi presenta la rassegna "Arte come..."

    • Gratis
    • dal 19 aprile al 17 maggio 2021
    • Zoom
  • I seminari di JELT: ecco la rassegna "Soglie reali, confini virtuali"

    • Gratis
    • dal 6 maggio al 3 giugno 2021
    • Online

I più visti

  • A Treviso la mostra "Renato Casaro - L'ultimo cartellonista del cinema"

    • dal 28 febbraio al 30 settembre 2021
  • "La divina commedia e le tracce di Dante nel territorio veneto"- incontro online

    • Gratis
    • 10 maggio 2021
    • Fondazione Villa Benzi Zecchini
  • Alla scoperta del Molinetto della Croda e dei suoi colli

    • 30 maggio 2021
    • Refrontolo
  • Festa della Mamma alla Colonia Agricola

    • solo domani
    • 9 maggio 2021
    • Colonia Agricola
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento