Eventi

Inaugurata a San Pietro di Feletto la prima mostra virtuale alla Galleria dell'eremo

Nell'esposizione "Universo femminile" gli scatti sono assimilabili a ritratti psicologici di donne

Una foto in mostra

Nel bene o nel male questo periodo di pandemia sta spingendo le istituzioni culturali ad avviare mostre ed altre iniziative in forma virtuale. L’obiettivo è quello di portare comodamente a casa nostra, come mai prima d’ora, un pò di cultura artistica senza dover arrendersi di fronte al disagio attuale. In questa ottica nasce la mostra fotografica di Stefano Cusumano “Universo femminile”, prima mostra virtuale della Galleria dell’Eremo di Rua di Feletto, spazio espositivo che ha ospitato numerose personali e collettive di artisti la cui documentazione è raccolta sul sito web www.galleriaeremo.it.

La mostra è stata “virtualmente” inaugurata il 25 novembre scorso, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, trattandosi di scatti che si focalizzano sull’universo femminile. Palermitano di origini, Stefano Cusumano vive a Treviso dal 1975 dove svolge l’attività di medico neurologo. Nel corso della sua carriera ha pubblicato i libri fotografici: “RiflesSile”, nel 2005, a cura della casa editrice Arcari, “Informal Venice”, nel 2008, con la Casa editrice Vianello, “Dimensione Istria”, nel 2012, con la casa editrice Punto Marte e, sempre con quest’ultima, “Specchi segreti della Crevada” nel 2018. Attratto dalla fotografia fin da quando era ragazzo, una passione appresa direttamente dal padre, nei propri scatti indaga ed interpreta i complessi vincoli che legano la fotografia al mondo dell’arte e della pittura, ma sempre seguendo il filo di precisi contenuti.

Egli è convinto assertore di una fotografia che non sia fine a se stessa ma deve, invece, diventare una ricerca per temi e progetti definiti dove le singole immagini sono solo le parole di un più ampio ed articolato discorso. Attratto da focalizzati e precisi contenuti, si è spesso dedicato all’ambiente naturale e al paesaggio con un’attenzione alle più recenti trasformazioni climatiche ma, ultimamente, si è dedicato anche al tema del ritratto. Nasce così la mostra "Universo femminile" dove gli scatti sono assimilabili a ritratti psicologici di donne. Sicuramente forte della sua esperienza di neurologo, trasferisce nei suoi scatti il profilo psicologico femminile in tutte le sue sfumature, una sorta di disagio femminile per immagini.

Le fotografie di Stefano Cusumano sono state anche utilizzate per realizzare il video "25 novembre - Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza sulle donne" realizzato dall’Amministrazione comunale che si è avvalsa di importanti collaborazioni quali quella del presidente della locale Pro Loco Arcangelo Marcon e del professore Mario Ballotta che dà lettura ad un brano tratto dal libro di Luigino Bravin "Srebrenica non è lontana. Storia di Miryana".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inaugurata a San Pietro di Feletto la prima mostra virtuale alla Galleria dell'eremo

TrevisoToday è in caricamento