rotate-mobile
Eventi

“King in Town” si chiude con l’honky tonk

Ultimo giorno per il festival sulle Mura di Treviso con il concerto dei Rattlestrings, che chiude una cinque giorni di grande successo sulle orme di Elvis

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Si chiude oggi, domenica 18, King in Town, il festival gratuito che in cinque giorni ha portato le atmosfere e le musiche anni ’50 e ’70 sulle Mura di Treviso, tra Porta S. Quaranta e Viale Bartolomeo d’Alviano. Un ritorno, dopo quattro anni di pausa, per un festival che col nome di Elvis Days ha rappresentato un momento di festa e cultura musicale ormai consolidato. “Siamo soddisfatti del risultato di pubblico – spiega il direttore artistico Sergio Codognotto – ma soprattutto del fatto di aver riportato la centralità del festival sulla musica di qualità, grazie alla presenza sul palco di interpreti di altissimo livello, sia dal punto di vista vocale che strumentistico. Musicisti hanno davvero fatto rivivere al pubblico le atmosfere anni ’50 e anni ’70, dal repertorio rock’n’roll di Elvis sino ai Beatles. L’appuntamento è con la prossima edizione del festival del 2024, in cui vogliamo portare a Treviso anche artisti di respiro internazionale”. Domenica la chiusura del festival è affidata ai The Rattlestrings, che saliranno sul palco alle ore 20.30. Si tratta di una band che proviene dalla scena rockabilly e propone musiche da ballo honky tonk e hillbilly boogie, per un concerto tutto da ballare sulla scia del lato country’n’western di Elvis. A presentare la serata sarà, come sempre, Bianca Nevius, artista celebre per gli Show Burlesque ispirati alle Showgirl anni ’50. Oltre alla musica di qualità, al festival “King in Town” si potranno visitare anche i mercatini vintage, workshop di ballo aperti al pubblico, locali di food & drinks, il barber & hair shop, un parco di divertimenti per i bambini e l’immancabile e spettacolare esposizione di vetture americane d’epoca, una cinquantina di auto e moto degli anni ’50 e ’60 tra cui anche la Cadillac Eldorado’59 cabriolet di proprietà di Little Tony.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“King in Town” si chiude con l’honky tonk

TrevisoToday è in caricamento