Asolo, torna il Mercatino dell'antiquariato nel fine settimana

Domenica 14 giugno in centro storico riparte il tradizionale evento, nel segno della collaborazione con il Mercatino dell'Antiquariato di Campo San Maurizio a Venezia

In foto: il mercatino di Asolo

Antiquariato, arte, artigianato e pezzi da collezione dopo il lockdown. Domenica 14 giugno, nel centro storico di Asolo, ritorna il Mercatino dell'antiquariato, storico e atteso appuntamento per gli appassionati e non solo, promosso dal Comune di Asolo e organizzato dalla Pro loco. Sarà un mercatino che, nell'occasione, parlerà molto “veneziano”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'evento si svolgerà nel segno della collaborazione con l'altrettanto storico Mercatino dell'antiquariato di Campo San Maurizio a Venezia. Saranno presenti oltre 50 espositori, tra antiquari e collezionisti, che arriveranno da ogni parte del Veneto, diversi dei quali provenienti dal contesto veneziano. Passeggiando tra le bancarelle nell'affascinante ambientazione del borgo medievale, si troverà un'ampia e variegata offerta di oggettistica d'epoca di qualità: libri e stampe antiche, quadri, vetri di Murano e preziose ceramiche, tappeti, orologi, argenteria e curiosità di ogni genere, ma anche bijoux e cartoline d'epoca, vintage, vinili, vecchi giocattoli e pezzi davvero unici da collezione. Un filo diretto con Venezia con cui il Mercatino dell'antiquariato di Asolo rinnova la sua tradizione e la vicinanza culturale con la città lagunare, per condividere un marchio di qualità puntando sulla ricerca e sulla professionalità. Una visita al Mercatino è anche l'occasione per godere uno dei borghi più belli d'Italia. La “città dai cento orizzonti”, scelta e amata da grandi artisti, poeti e viaggiatori, attende i visitatori anche con i suoi numerosi locali dove si possono gustare i prodotti tipici dei suoi colli e dell'enogastronomia asolana: l'olio, il miele, i formaggi ed i salumi, e poi ancora bigoi, gnòchi, tajadée e trippa, lo stoccafisso e l'oca, senza dimenticare il Prosecco Docg. Una giornata da trascorrere pienamente, per ritrovare il gusto della bellezza delle cose e dell'incontro tra le persone dopo il periodo dell'emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Eletto "il Babbo più Bello d'Italia 2020", premiato anche un papà trevigiano

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento