Giovedì, 18 Luglio 2024
Eventi

Festa della musica a Montebelluna nel segno del grande Gastone Limarilli

Il concerto si terrà nel giardino di Villa Correr Pisani di Biadene mercoledì 21 giugno (ore 21)

Un concerto lirico sinfonico in memoria di un grande tenore “di casa”, due giovani cantanti già affermati e due orchestre giovanili riunite per la prima volta sotto la guida di un’autorevole direttrice in uno dei luoghi più rappresentativi del paesaggio culturale montelliano: la Festa della Musica a Montebelluna avrà tutto l’appeal di un evento realmente grande.

Il concerto che il giardino di Villa Correr Pisani di Biadene ospiterà mercoledì 21 giugno (ore 21) sarà anzitutto dedicato a Gastone Limarilli nel 25nnale della scomparsa: un doveroso omaggio al tenore montebellunese che fu protagonista sui principali palcoscenici italiani e internazionali con la sua voce sicura e squillante. A tributarglielo, le preziose voci di Federica Vitali, soprano, e Matteo Mezzaro, tenore, e la musica di ben due orchestre: LaRé-Orchestra Giovanile La Réjouissance e Orchestra Giovanile Filarmonia Veneta riunite sotto la bacchetta e il progetto artistico di Elisabetta Maschio.

Anche quest’anno l’Assessorato alla Cultura del Comune di Montebelluna ha rinnovato la collaborazione con l’Associazione Musikdrama APS al fine di organizzare l’appuntamento che si celebra in simultanea in tutta Europa il 21 giugno per sottolineare valori e bellezza della musica dal vivo. E anche questa volta Musikdrama APS, di cui Maschio è direttrice artistica, ha realizzato uno dei suoi tanti progetti di ampio respiro e innovativa compartecipazione coinvolgendo la famiglia di Gastone Limarilli nella realizzazione dell’appuntamento, e avviando contemporaneamente la collaborazione con l’Orchestra Filarmonia Veneta per far suonare fianco a fianco i giovani musicisti LaRé (il più longevo e importante progetto Musikdrama, attivo dal 2002) e i componenti dell’Orchestra Giovanile recentemente formatasi in seno alla storica compagine veneta.

Con due dei più promettenti ed applauditi cantanti lirici emergenti sul palcoscenico e un articolato programma che alternerà sinfonie e ouverture operistiche ad arie e duetti di Rossini, Donizetti, Puccini, Verdi, Bellini, Massenet e Mascagni la serata si preannuncia una vera festa della grande musica.

La Festa della Musica, come oramai da tradizione, sarà anche il prologo di Gioie Musicali, Festival Musicale Internazionale Giovanile che si svolgerà ad Asolo in luglio.

Biglietti: €10 intero; €5 studenti; gratis per minori accompagnati da due adulti.

In vendita in loco 30’ prima dell’inizio.

In caso di maltempo, il concerto si terrà al Palamazzalovo

Limarilli con la moglie

Commenta l’assessore alla Cultura del Comune di Montebelluna, Maria Bortoletto: «È un grande onore per la Città di Montebelluna poter ricordare Gastone Limarilli, personaggio che dà lustro alla città non solo per la splendida carriera artistica, ma perché rappresenta una testimonianza di valore e comunica valori positivi».

Aggiunge la direttrice artistica di Musikdrama, Elisabetta Maschio: «Per Musikdrama la Festa della Musica a Montebelluna è tradizionalmente anche l’anteprima del Festival Gioie Musicali che realizziamo ad Asolo nel mese di luglio. Questo concerto lirico-sinfonico sarà particolarmente identitario non solo perché ricorderà il grande Gastone Limarilli e la sua straordinaria carriera nei teatri d’opera di tutto il mondo, ma anche perché ci saranno ben due formazioni giovanili che proporranno le pagine del repertorio lirico. Non sappiamo se diventeranno tutti professionisti, anche se alcuni hanno già iniziato un brillante percorso, ma certo potranno diventare adulti consapevoli di questo patrimonio tutto italiano cui oggi manca il nutrito pubblico che ha sempre avuto». 

Prosegue Alberto Barbaro, presidente dell’Associazione Orchestra Regionale Filarmonia Veneta: «Sono estremamente felice di questa prima volta della Giovanile Filarmonia Veneta accanto a LaRé: i nostri giovani si conoscono, spesso hanno affrontato entrambe le esperienze, facciamo parte dello stesso territorio. Quindi unire le forze per dare opportunità in più ai giovani ed anche per raccogliere le forze necessarie come organizzatori è stato quasi spontaneo. Oltretutto non si tratta di una collaborazione occasionale ma già il 29 luglio saremo insieme a Cittadella, dove l’Orchestra Filarmonia Veneta realizza una piccola stagione estiva, e insieme a LaRé eseguiremo un autentico cavallo di battaglia della compagine diretta da Elisabetta Maschio: il Rockquiem di Stefan Wurz basato sul Requiem di Mozart riletto in chiave rock, che LaRé ha eseguito in tante parti d’Italia per 10 anni con grande successo. E poi a ottobre saremo di nuovo insieme al Teatro Comunale di Treviso e al Teatro Sociale di Rovigo per un’altra grande produzione: Jesus Christ Superstar, l’opera rock di Andrew Lloyd Webber con testi di Tim Rice. E poi abbiamo altri progetti comuni per il 2024, che è ancora presto per annunciare ma che ci vedranno prepararci e suonare come un’unica orchestra». 

Conclude Giorgio Limarilli: «Quando Elisabetta Maschio mi ha proposto di ricordare mio padre nel 25mo anniversario della sua morte ho subito aderito con entusiasmo all’iniziativa. Di papà ricordo quando mi portava con lui nei teatri d’opera, che da adolescente frequentavo svogliatamente ma nei quali è nata la mia grande passione per musica classica e lirica; sono quindi felice vi saranno tanti adolescenti a suonare per lui, sperando che anche in loro nasca e continui l’amore per la grande musica. Lui ha concluso presto la sua carriera, probabilmente per la grande pressione dopo 15 anni di fulminante carriera nei teatri d’opera di tutto il mondo, perché è una vita stressante, quella che ho conosciuto “dietro le quinte”, quindi va sostenuta con tutte le nostre forze, e spero anzi potremo realizzare qualche iniziativa a sostegno dei giovani musicisti in memoria di mio padre, magari per aiutare qualche giovane tenore come lui ad avere una grande carriera come è stata la sua».

I protagonisti

GASTONE LIMARILLI (Nervesa della Battaglia, 1927 – Montebelluna, 1998), è stato un protagonista indiscusso della scena lirica internazionale. Impostosi al concorso As.Li.Co nel 1956, per estensione e volume affrontò in breve tempo alcuni dei più temibili ruoli tenorili che lo portarono al successo sui più importanti palcoscenici italiani e mondiali. Voce luminosa, dotata di grande estensione e squillo nell’acuto, riuscì a conservarne intatte le caratteristiche spesso assimilate a quelle del suo grande amico Mario Del Monaco, cui lo accomunavano sia la formazione, sia alcuni tratti vocali simili.

L’ORCHESTRA LARÉ e l’ORCHESTRA GIOVANILE FILARMONIA VENETA condividono per la prima volta il palcoscenico. Solitamente le orchestre si uniscono per eseguire una partitura che richiede un grande numero di musicisti; questa volta, invece, lo fanno per celebrare i significati più profondi della Festa della Musica: favorire gli incontri tra le realtà musicali e tra queste e il pubblico. Nella certezza che questo incontro tra una orchestra giovanile nata nel 2002 (LaRé) e il nuovo progetto di compagine giovanile di una storica orchestra (Filarmonia Veneta) promuova la meraviglia della musica e stimoli anche le idee e le energie di tanti giovani musicisti rompendo le barriere tra le comunità del territorio.

FEDERICA VITALI, soprano

Inizia gli studi di canto con il baritono Davide Rocca e successivamente si perfeziona con Alberto Gazale ed Elena Lo Forte. Segue masterclass con Giuseppe Sabbatini, Nicola Martinucci, Piero Giuliacci, Federico Longhi, Alessandra Althoff-Pugliese, Monserrat Caballé, Renata Scotto, Giovanna Casolla. Nel 2016 viene selezionata per il Corso di alta specializzazione per voci Verdiane del Teatro Comunale di Bologna. Attualmente studia sotto la guida del soprano Elisabetta Battaglia. Dal suo debutto, nel 2015, ha raccolto incessanti consensi nei principali teatri italiani e ha svolto attività concertistica anche in Brasile, Russia, Cina, Giappone.

MATTEO MEZZARO, tenore

Si laurea in canto rinascimentale e barocco ed Organo e Composizione Organistica; parallelamente agli studi accademici si avvicina al repertorio operistico che perfeziona con il tenore Sergio Bertocchi. Inizia una brillante carriera operistica nel 2010 e frequenta poi importanti teatri e festival in Italia e all’estero, svolgendo parallelamente anche un’intensa attività concertistica. Nell’estate 2023 parteciperà a numerose produzioni in scena all’Arena di Verona, ma sarà anche in altri teatri italiani e ad Hong Kong.

ELISABETTA MASCHIO, direttore

Diplomata in pianoforte sotto la guida di Riccardo Risaliti è stata maestro sostituto con Laurence Foster a Parigi e in vari Teatri in Italia e all' estero. Ha studiato direzione d'orchestra prima con Edoardo Muller e poi con Gustav Kuhn, di cui è assistente dal 1989 al 1992. Ha debuttato sul podio nel 1991 e ha poi diretto repertorio operistico e sinfonico in teatri italiani e internazionali ed ha accompagnato anche spettacoli di balletto con étoiles internazionali. Nel 2002 ha fondato LaRé - Orchestra Giovanile la Réjouissance e nel 2005 ha ideato il Festival Internazionale Gioie Musicali di cui è direttore artistico. Nel 2021 è nominata presidente della Fondazione Teatro di Montebelluna. È docente di esercitazioni orchestrali al Conservatorio F. Venezze di Rovigo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festa della musica a Montebelluna nel segno del grande Gastone Limarilli
TrevisoToday è in caricamento