Inaugurazione della mostra "Vinicio Momoli Nextiture" a Castelfranco

  • Dove
    Torre Civica
    Indirizzo non disponibile
    Castelfranco Veneto
  • Quando
    Dal 12/04/2014 al 22/06/2014
    Sabato 10.00/13.00 e 15.30/18.30; Domenica 10.00/13.00 e 15.00/19.00
  • Prezzo
    Intero 3 euro Ridotto 1,5 euro
  • Altre Informazioni

CASTELFRANCO VENETO - Sabato 12 aprile inaugura la mostra "Vinicio Momoli Nextiture" alla Torre Civica di Castelfranco Veneto. Vinicio Momoli è un artista delle Terre di Giorgione molto conosciuto che, nella sua lunga carriera, è stato protagonista di personali in Italia e all’estero.

Nextiture è una antologia dei suoi percorsi d’arte che si svolge prevalentemente all’ interno della fascinosa atmosfera della Torre Civica, con alcuni pezzi presenti entro e attorno alla Città Murata. “Momoli è un plasmatore della materia, sia essa pietra come altri materiali, che la sua fantasia creativa sa  rendere accattivanti per l’occhio curioso del pubblico. Gli siamo grati – sottolinea l’assessore Saran – per averci idealmente posto a gemellaggio con una città in Toscana dove la sua personale proseguirà poi dopo il debutto cittadino”. La stessa mostra avrà infatti seguito nell’Abbazia di Spineto a Sarteano (Siena).

L’ inaugurazione della Mostra avverrà all’ombra della Torre stessa a partire dalle 17.30. L’artista verrà presentato dal prof. Edoardo Di Mauro, gallerista, critico, già Direttore dell’ Accademia Albertina di Torino. Un ricco catalogo accompagnerà la rassegna che sarà visitabile nei fine settimana sino al 22 giugno.

Profilo biografico: Vinicio Momoli nasce a San Giorgio delle Pertiche, Padova, nel 1942, in quel territorio padovano, dove si sono espressi, nel corso dei secoli, alcuni dei maggiori artisti e studiosi italiani ed europei. La sua vivacità e la sua curiosità l’hanno portato, fin da giovane, a viaggiare e a muoversi attraverso il mondo dell’arte e della cultura, mettendolo in contatto con le avanguardie parigine e newyorkesi, dando inizio alla sua originale ricerca espressiva, riconducibile al pensiero minimalista e alla semplicità della forma-materia-colore. Prevalentemente attivo tra Castelfranco Veneto e Parigi, ha esposto soprattutto in Europa, Canada e Stati Uniti. Ha partecipato alle biennali del Kuwait, di Pechino e di Venezia. Il suo esordio data i primi anni settanta. Renato Barilli: “È subito evidente che il lavoro di Vinicio Momoli si ispira al Minimalismo, grande ed essenziale movimento emerso nel quadro della rivoluzione sessantottesca, soprattutto perché ha insegnato a tutti la necessità di invadere lo spazio con forme massicce e di totale inerzia materica.”

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Mostre, potrebbe interessarti

  • "Ero uno zombie ma sono guarita": la battaglia di Anna contro l'anoressia diventa una mostra

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 30 aprile 2021
    • Trieste, via Cau de Mezo
  • Steve McCurry in mostra a Palazzo Sarcinelli con "Icons"

    • dal 23 dicembre 2020 al 2 maggio 2021
    • Palazzo Sarcinelli
  • A Treviso la mostra "Renato Casaro - L'ultimo cartellonista del cinema"

    • dal 28 febbraio al 30 settembre 2021

I più visti

  • "Ero uno zombie ma sono guarita": la battaglia di Anna contro l'anoressia diventa una mostra

    • Gratis
    • dal 1 marzo al 30 aprile 2021
    • Trieste, via Cau de Mezo
  • Steve McCurry in mostra a Palazzo Sarcinelli con "Icons"

    • dal 23 dicembre 2020 al 2 maggio 2021
    • Palazzo Sarcinelli
  • A Treviso la mostra "Renato Casaro - L'ultimo cartellonista del cinema"

    • dal 28 febbraio al 30 settembre 2021
  • “Morire di Mafia”: quattro eventi on line con i ragazzi del liceo Duca degli Abruzzi

    • dal 9 aprile al 7 maggio 2021
    • pagina Youtube del Comune di Treviso
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento