Eventi Centro / Piazzetta Botter Mario, 1

Musei d'estate 2021: tornano i concerti nel Chiostro di Santa Caterina

Da giovedì 17 giugno fino al 19 agosto il celebre museo nel cuore di Treviso ospiterà una nuova edizione della rassegna che unisce arte e musica dal vivo. Biglietti già in vendita online a 10 euro

Giovedì 17 giugno tornerà la tradizionale rassegna musicale "Musei d’estate", punto di riferimento nel cartellone delle manifestazioni che accompagnano la bella stagione, confermata anche quest'anno senza sospensioni o ridimensionamenti.

L'assessore ai Beni culturali e Turismo, Lavinia Colonna Preti, commenta: «Siamo veramente orgogliosi di ospitare anche quest’anno Musei d’Estate e ringraziamo Asolo Musica che sta proseguendo nell'importante progetto di valorizzazione degli artisti trevigiani, già conosciuti e apprezzati all'estero, che grazie a questa rassegna potranno essere conosciuti anche dal nostro pubblico. Inoltre, la manifestazione assume quest’anno un significato simbolico di positività e voglia di ripartire all’insegna della musica e dell’arte». «Dopo un anno atroce per una pandemia che ha portato molti lutti e oppresso rapporti umani - aggiunge il presidente di "Asolo Musica", Maurizio Jacobi - ritorniamo alla comunità di emozioni positive ed elevate, quale la musica di Grandi Autori vissuta dal vivo può dare. Il luogo dei concerti, la Chiesa di Santa Caterina, restaurata da Mario Botter dopo i gravi danni subiti durante i terribili bombardamenti del 7 aprile 1944 e del 10 marzo 1945, è oggi particolarmente simbolico di rinascita, oltreché bellissimo. Crediamo di avere approntato un programma all’altezza». "Musei d'estate 2021" è promossa dall'assessorato alla Cultura di Treviso con la direzione dei Musei Civici e realizzata da Asolo Musica Veneto Musica con Arteven, in collaborazione con Tenuta 2Castelli, Centromarca Banca, Hausbrandt Caffè e Pro-Gest, il sostegno del Ministero della Cultura e della Regione Veneto, la rassegna gode del patrocinio dell’Associazione Amici dei Musei e dei Monumenti di Treviso.

Il programma

Il cartellone predisposto dal direttore artistico Federico Pupo propone, come tradizione, varie formazioni cameristiche e solisti con un vasto repertorio cha va dalla musica barocca alla contemporanea, passando per il periodo classico e quello romantico: sarà il ritorno di ospiti che con successo hanno suonato nelle passate edizioni, fra cui molti musicisti trevigiani, e nuove stimolanti proposte per accontentare i gusti più diversi. Dieci gli appuntamenti di questa edizione che, come di consueto, si terranno sempre il giovedì con inizio alle ore 21.

Giovedì 19 giugno il primo appuntamento con un concerto tutto dedicato a Giuseppe Verdi, scomparso 120 anni fa, il compositore italiano più popolare tra il pubblico grazie a molte sue Opere diventate oggetto di un vero “culto”. Il programma seleziona alcune tra le più belle arie e melodie arrangiate per il Tiepolo Brass Quintet per una versione assolutamente originale che farà divertire tutti, grandi e piccoli, e non solo gli appassionati di lirica.

L’appuntamento successivo di giovedì 24 giugno vedrà il ritorno del Quartetto Arturo Martini - Gianpiero Zanocco e Francesca Bonomo, violini, Alessandro Dalla Libera, viola e Walter Vestidello, violoncello e con la voce del soprano Cristina Nadal: Passeggiata Sentimentale è il titolo del concerto, con un vario programma di composizioni trascritte per questo organico che va dai Wesendonck lieder di Wagner alle canzoni della tradizione napoletana.

Un altro complesso trevigiano sarà protagonista giovedì 1º luglio: il Bizaria Ensemble - con Giuliano Furlanetto, traversiere Giorgio Pavan, violino Stefano Favretto, violino Massimo Raccanelli, violoncello Francesco Bravo, cembalo - con un programma tutto dedicato ad Antonio Vivaldi.

Ancora il bel canto, giovedì 8 luglio, con la voce del tenore Cristian Ricci accompagnato al pianoforte da Marco Titotto. Recital Italiano, il titolo del concerto che presenterà le più belle canzoni della tradizione ottocentesca di autori quali Vincenzo Bellini, Gaetano Donizetti, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini Francesco Paolo Tosti e Ruggero Leoncavallo

E di nuovo Vivaldi, giovedì 15 luglio, con una inedita interpretazione delle celebri Quattro Stagioni del prete rosso interpretate al pianoforte dal compositore e arrangiatore Giuseppe Iampieri: un modo di riascoltare in una forma originale ed inedita le stagioni musicali più amate e famose.

Giovedì 22 luglio l’ensemble MEMEsis - Elisabetta de Mircovich violoncello e voce, Monica Giust clarinetto Ella de Mircovich traduzione/narrazione, voce - proporrà L’Ombra di Dante, un salotto musical-letterario per celebrare, piacevolmente in bilico fra versi, prosa e note, traduzioni, tradizioni e tradimenti, due anniversari cronologicamente lontani ma idealmente intrecciati: Dante Alighieri che nel 1321 moriva esule a Ravenna, nel 1821 veniva dato alle stampe a Londra il poema di un altro celebre e controverso poeta esule: The Prophecy Of Dante, di Lord Byron, che Lorenzo Da Ponte, anche lui esule (in America), si affrettò a rendere in italiano. 

Ancora ad un importante anniversario sarà dedicato il concerto di giovedì 29 luglio: Astor Piazzola, nel centenario dalla nascita. Da “Oblivion” a “Libertango”, da “Adios Nonino” a “Milonga del Angel”, Mirko Satto al bandoneon – assieme ai violini di Massimiliano Tieppo e Gianpiero Zanocco, la viola di Massimiliano Simonetto, il violoncello di Massimo Raccanelli ed il contrabbasso di Daniele Carnio - eseguirà il miglior repertorio del compositore argentino che dal tango nato nei barrios di Buenos Aires seppe distillare uno suono moderno e originale, dove la tradizione si combina con il jazz e l’avanguardia colta.

Si ritorna al repertorio classico con il concerto di giovedì 5 agosto dal titolo “L’eredità dell’ultimo Bach”: Lorenzo Rosato al violino, Giampietro Rosato al fortepiano (una copia di Anton Walter del 1792) eseguiranno musiche di Johann Christian Bach, Wolfgang Amadeus Mozart, Jan Ladislav Dussek, Ludwig van Beethoven; il concerto vedrà anche la partecipazione straordinaria di Rosalia Lo Piccolo che leggerà le didascalie originali del brano di Dussek - La mort de Marie Antoinette - che descrivono gli ultimi momenti della vita di Maria Antonietta.

Un gradito ritorno, giovedì 12 agosto, quello della pianista trevigiana Emma Pestugia, assieme all’arpa della sorella Virginia: Il Duo Liaison, che nasce con l’intento di riscoprire l’abbinamento timbrico tra arpa e pianoforte assai diffuso nella prima metà dell’Ottocento, eseguire composizioni di Leoš Janá?ek, Félix Godefroid, Reinhold Glière.

Gran finale giovedì 19 agosto con l’omaggio a Regina Resnik, la grande cantante americana scomparsa 8 anni fa. Resnik, ‘regina’ indiscussa dei palcoscenici internazionali, si dedicò per oltre vent’anni all’insegnamento stabilendo con Treviso ed il Teatro Comunale un rapporto speciale e privilegiato, formando e preparando tanti giovani cantanti al loro debutto sulla scena. Sul palco il tenore Alessandro Fiocchetti ed il baritono Matteo Torcaso – solisti dell’ Accademia d’Arte Lirica Osimo, accompagnati al pianoforte da Alessandro Benigni, eseguiranno celebri arie di Wolfgang Amadeus Mozart, Gaetano Donizetti, Giuseppe Verdi, George Bizet, Vincenzo Bellini.

Biglietti a 10 euro (5 euro per i minori di 18 anni e Soci di Asolo Musica).
L’ingresso al chiostro sarà consentito dalle ore 20, fino ad esaurimento dei posti.
Biglietto "salta coda" su www.boxol.it/asolomusic

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Musei d'estate 2021: tornano i concerti nel Chiostro di Santa Caterina

TrevisoToday è in caricamento