A Borgo Malanotte un weekend d'altri tempi

VAZZOLA Borgo Malanotte a Tezze di Piave è uno dei borghi rurali più belli e preservati del Veneto. Una manciata di case, risalenti al Seicento, raccolte tra cortili, aie e porticati con al centro Villa Dirce. Un’oasi di pace nelle campagne della pianura del Piave, dove le poche famiglie di abitanti hanno realizzato una straordinaria operazione di valorizzazione. L’associazione Culturale Gruppo Borgo Malanotte, infatti, da venticinque anni realizza l’evento “Cose dei Tempi Antichi”, un appuntamento che si trasforma in una vero viaggio nel passato per 20 mila visitatori.

Con il prossimo weekend la manifestazione regalerà un gran numero di eventi. Nelle vecchie abitazioni e nei sottoportici del Borgo vengono fatti rivivere gli antichi mestieri come la trebbiatura del grano, l’allevamento dei bachi da seta, le lavandaie, i lavori del fabbro e del falegname. Diverse le mostre tematiche sul mondo contadino e la sua cultura religiosa. In questa edizione, una particolare rievocazione dedicata al Centenario della Grande Guerra con la visita alla trincea si rivivono i tragici momenti legati all’occupazione austro-ungarica ed alla battaglia del 27 ottobre 1918 che vide la località di Borgo Malanotte centro dell’offensiva finale. Nella vecchia frasca e nei cortivi del Borgo si possono gustare in allegria i tradizionali piatti accompagnati da canti e balli per i giovani e i più anziani.  

In particolare, domenica 14, dal mattino al pomeriggio andrà in scena: “Dal lesso al rosto”, una rievocazione in costume con pietanze tipiche servite alle nozze di un banchetto di metà Novecento. Per i bambini, alle 10,30 la colazione si farà a base di “pestarèi”, la zuppa di polenta e latte tipica del Veneto contadino. Dal pomeriggio le lavandaie faranno la “lissia”, il bucato con la cenere, mentre il carro trainato dai cavalli ungheresi porterà il grano al borgo per dare inizio alla trebbiatura. Alle 20 si terrà una degustazione guidata di Malanotte DOCG, eccellenza tra i vini del Piave, un vino rosso di grande carattere che sarà presentato al pubblico dal Consorzio Vini Venezie. Alle 21,30 la proiezione gratuita, alla presenza i alcuni dei protagonisti del film “il Leone di Vetro”, girato per buona parte in Borgo Malanotte, con gli abitanti come comparse racconta la storia delle famiglie nel corso dell’annessione del Veneto all’Italia nel 1866. Chiuderanno la serata i fuochi d’artificio.

La manifestazione è inserita nel cartellone Malanotte d’Estate, 14 in tutto le Mostre dei vini e le feste tradizionali per scoprire le eccellenze delle terre del Piave, i grandi vini e prodotti gastronomici. Alla rassegna sono legati anche itinerari naturalistici da scoprire in bicicletta e un concorso fotografico “Scatta…il Malanotte d’Estate”.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Sagre, potrebbe interessarti

I più visti

  • A Treviso la mostra "Renato Casaro - L'ultimo cartellonista del cinema"

    • dal 28 febbraio al 30 settembre 2021
  • "La divina commedia e le tracce di Dante nel territorio veneto"- incontro online

    • Gratis
    • 10 maggio 2021
    • Fondazione Villa Benzi Zecchini
  • Alla scoperta del Molinetto della Croda e dei suoi colli

    • 30 maggio 2021
    • Refrontolo
  • Festa della Mamma alla Colonia Agricola

    • solo domani
    • 9 maggio 2021
    • Colonia Agricola
  • Potrebbe interessarti
    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento