Rassegna “Il teatro a casa vostra”: in streaming “Leo da Vinci” e Gli Alcuni

Domenica 22 novembre alle 16,30 il giovane “Leo da Vinci” e i suoi amici sono i protagonisti del nuovo spettacolo in streaming per bambini e famiglie sulla pagina FB del Teatro Sant’Anna di Treviso. Quello proposto dalla compagnia teatrale Gli Alcuni è il 4° appuntamento della rassegna “Il teatro a casa vostra”, che presenta ogni settimana un evento coinvolgente e divertente a cui i bambini possono assistere comodamente da casa, e che possono poi rivedere quando lo desiderano, collegandosi alla pagina del teatro (https://www.facebook.com/AlcuniTeatro).

Il cartellone dedicato a questo esperimento di streaming teatrale partecipato – un test molto riuscito, guardando i numeri sempre crescenti di partecipazione da ogni parte d’Italia e anche dall’estero – è stato ideato da GLI ALCUNI, è realizzato in collaborazione con ISRE-Istituto Superiore Internazionale Salesiano di ricerca Educativa, per il progetto ALTER-NATIVE DIGITALI ed è finanziato dalla REGIONE DEL VENETO che finanzia l’operazione attraverso il Programma Operativo Regionale FSE 2014-2020 | Asse 1 – Occupabilità – Area Formazione sulla DGR 818 | 4285-0001-818-2020.

“LEO DA VINCI” – Lo spettacolo in programma è molto divertente e vede sul palco due personaggi conosciuti e amatissimi dai bambini: il CAPI (Sergio Manfio, che firma anche la regia) e l’ASSISTENTE (Francesco Manfio), oltre a un inedito Leonardo da Vinci quindicenne insieme ai suoi amici Lisa e Lorenzo (questi ultimi sotto forma di cartoon). Tutti insieme, umani e cartoni animati, sapranno entusiasmare e coinvolgere bambini e ragazzi anche nella modalità “a distanza”.

COSA RACCONTA LO SPETTACOLO: Lo spettacolo è ambientato nello studio di due autori di cartoni animati: il presuntuoso Capo Disegnatore e il suo Assistente. Stanno preparando un nuovo cartoon che ha come protagonista Leonardo da Vinci a 15 anni. Tutto parte dalla frase di Leonardo da Vinci: “Chi ha provato il volo camminerà guardando il cielo perché là è stato e là vuole tornare”.

Leonardo, genio-ragazzo-sognatore, costruisce una macchina per provare a volare: Botte! Ma da solo anche un genio non si diverte! Lo seguiremo quindi mentre vive incredibili avventure insieme agli inseparabili amici Lorenzo e Gioconda. Gioconda ha bisogno di aiuto perché – a seguito di un incendio – il padre è caduto in miseria e lei è stata promessa in sposa al figlio di un ricco mercante. Leo è generoso, non ci pensa un attimo e decide di aiutarla. Va a Firenze per guadagnare qualche fiorino nella bottega di un pittore. Qui un cantastorie lo mette sulle tracce di un antico tesoro che dovrebbe trovarsi nella stiva di una nave inabissata. Leo progetta e costruisce uno scafandro per provare e recuperare il tesoro. Purtroppo, non sa che anche dei temibili Pirati sono sulle tracce di questo tesoro. Leo li affronta, sembra non farcela, vuole arrendersi ma Gioconda gli dà la forza per non cedere.  E quando tutto sembra risolto un nuovo colpo di scena mescola le carte…

Durante lo spettacolo gli spettatori potranno vedere alcune scene del film “Leo da Vinci – Missione Monna Lisa”, definito dalla critica come “Un film appassionante e divertente, che però nel profondo dà una lezione che non conosce età: non smettere mai di inseguire i propri sogni” (Il Secolo XIX).

UNO SPETTACOLO INTERATTIVO CHE INCORAGGIA LA PARTECIPAZIONE DEI PIÙ PICCOLI

Anche questo spettacolo – come gli altri della rassegna – è stato recitato e ripreso al Teatro Sant’Anna con 3 cameramen dotati di telecamere in alta definizione. Il video è stato poi editato da Gruppo Alcuni in maniera da divertire il giovane pubblico e stimolare la partecipazione da casa, grazie anche alla presenza dei pupazzi dei fenicotteri Lello e Lella che – durante ogni spettacolo – pongono delle domande al pubblico.

I due fenicotteri sono i protagonisti del divertente “gioco a quiz” che interrompe lo spettacolo in alcuni punti.

  • Armati di foglio e penna, i bambini da casa sono invitati a segnare su carta le risposte alle facili domande relative allo spettacolo poste dai due pupazzi. Al termine dello spettacolo i genitori possono scrivere a eventi@alcuni.it dando le loro risposte. Per chi indovina c’è un premio a sorpresa, diverso ogni settimana!
  • Lo spettacolo “Don Chisciotte”, domenica 15 novembre, è stato seguito da più di 600 persone collegate in diretta durante per tutta la durata dello streaming e al termine sono state inviate oltre 400 mail con una sorpresa per i bambini che hanno partecipato al quiz.
  • Il feedback degli adulti che hanno assistito agli spettacoli in streaming, che è stato raccolto grazie ai commenti sotto i post sulla pagina del Teatro Sant’Anna, è estremamente positivo.
  • Hanno assistito agli spettacoli in streaming bambini da ogni parte d’Italia, dalla Sicilia alla Valle d’Aosta, con la testimonianza costituita da una bella letterina con le risposte alle domande poste durante lo spettacolo che arriva addirittura da Belgrado!

ALCUNE DICHIARAZIONI DEGLI IDEATORI DELLA RASSEGNA

Il Direttore creativo de Gli Alcuni, Sergio MANFIO chiarisce alcune cose a proposito di questo cartellone, concludendo con un invito ai genitori che guarderanno lo spettacolo insieme ai propri bambini: “L’andamento della pandemia ci impone delle riflessioni sul nostro modo di lavorare: cerchiamo di fare in modo che questo problema si trasformi in un’occasione. Ciò che andremo a proporre non si pone in antitesi con gli spettacoli dal vivo; è il tentativo di imboccare una strada che possa offrire al pubblico dei bambini una differente esperienza. Invito i genitori con figli piccoli a provare a osservare il comportamento dei bambini quando gli attori si rivolgono direttamente a loro dal piccolo schermo. Ci farebbe molto piacere un feedback in tal senso”.

Francesco MANFIO: “Abbiamo video-ripreso i nostri spettacoli con tre telecamere, in modo che la visione sia ancora migliore, e abbiamo inserito tra le varie scene un gioco divertente per invogliare la partecipazione degli spettatori. E poi, ecco una novità, ci saranno anche i due fenicotteri Lello e Lella che interverranno con le loro domande… e alla fine ci sono anche dei premi per tutti i bambini che rispondono correttamente”.

Ruggero SEGATTO, Direttore ISRE: “Abbiamo voluto come ISRE lasciarci coinvolgere dall'entusiasmo del Gruppo Alcuni e provare a integrare il livello della ricerca educativa e della comunicazione con l'arte, il teatro e la cultura. E siamo certi di una cosa: il prodotto finale sarà qualcosa di concreto e innovativo. Vogliamo superare la mancanza del contatto e della presenza che si crea tra attori sul palcoscenico e ragazzi, senza perdere la dimensione della relazione e del sogno. L'emergenza Covid ci costringe poi a trovare soluzioni diverse, a innovare e modificare approcci consolidati. E l'errore più grande sarebbe pensare di essere autosufficienti. È per questo che la contaminazione che sta avvenendo rappresenta una delle esperienze più significative che abbiamo avviato negli ultimi anni".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

I più visti

  • Coronavirus, Mister Italia 2020 non si ferma e diventa "Mister Italia Web"

    • Gratis
    • dal 30 marzo 2020 al 12 aprile 2021
  • A Villa Ancilotto la mostra-trittico “La rivoluzione silenziosa dell’arte in Veneto”

    • dal 12 settembre al 27 dicembre 2020
    • Villa Ancilotto
  • Mostra Internazionale d’Illustrazione per l’Infanzia - Le Immagini della Fantasia

    • dal 14 novembre 2020 al 14 febbraio 2021
    • Casa della Fantasia
  • Palestra in casa a Treviso

    • dal 20 aprile al 31 dicembre 2020
    • Palestra Strada Facendo Indoor
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    TrevisoToday è in caricamento