La strega di Hansel e Gretel incontra i ragazzi appassionati di teatro

Il forte legame che c'è tra favole, gioco e teatro raccontato dalla giovane attrice Giulia Pelliciari

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

TREVISO - Qual'e' il legame tra favole e gioco in un teatro immaginato per i più piccoli? A spiegarlo agli allievi di Tema Cultura e a tutti i bambini e ragazzi che vogliano cimentarsi con i "cattivi" delle favole ci penserà, giovedì 13 febbraio alle 16.30 allo Spazio Paraggi a Treviso, la giovane attrice Giulia Pelliciari: dalla strega di Hansel e Gretel e Biancaneve, alla matrigna di Cenerentola e Capitan Uncino, sarà un'occasione inedita per affrontare con il "gioco teatrale" il tema delle paure e delle fragilità sottese ai personaggi dei "cattivi" alla riscoperta del loro fascino e della loro umanità.

"Le favole, spesso dagli adulti sottovalutate, sono per i bambini un insostituibile veicolo di conoscenza. Il gioco teatrale poi - ha commentato Giulia Pelliciari - li aiuta a misurarsi con se stessi, con le loro paure e fantasie. Confrontarmi con loro su questo tema è un piacere e una scoperta sempre nuova"

Giulia, che studia recitazione e canto fin da bambina, è stata in questi giorni in scena al Goldoni con lo spettacolo "Hansel e Gretel" nel quale ha interpretato la spietata strega. Recentemente ha terminato con successo il suo percorso alla Link Accademy di Roma sotto la guida di Alessandro Preziosi, proprio con una tesi sulla valenza della favola nell'esperienza teatrale.

L'ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.

Giulia Pelliciari è nata a Treviso. Ha da poco conseguito la laurea BA in Performing Arts presso la Link Academy con la valutazione finale di 110/110 con lode sotto la direzione di Alessandro Preziosi. Studia canto e recitazione fin da bambina. Ha partecipato a laboratori tenuti da Laura Curino, Titino Carrara, Gianni Gastaldon e Carlo Presotto, Stefan Vigilante, Luca Rodella, Marcello Cotugno, Alessandro Preziosi e Daniele Muratore, Giuseppe Emiliani, Caterina Simonelli, NikolayKarpov e Maria Shmaevich. Ha studiato anche canto moderno e canto corale esibendosi con con Cheryl Porter, Sonia Dorigo e Fabrizio Voghera. Ha svolto attività concertistica dal 2001 al 2004, spaziando dai concerti natalizi al Trofeo Mariele dello Zecchino d'oro.Ha preso parte a musical come "Joyfull Joyfull", "The commitmens" e "Gli aristogatti", diretti da Paola Pascolo e "Ti amo, sei perfetto ma ora cambia", diretto da Raffaella Misiti e Ilaria Amaldi. Giovanissima ha debuttato in teatro con "Il malato immaginario", regia di Giovanna Cordova (dalla quale poi è stata diretta anche in "Il piccolo principe", "Delitti e misfatti andanti con brio" e "La memoria ritrovata"). Tra gli altri registi con cui ha lavorato ci sono Erica Forlin ("L'innocenza è rotta" e "Lei dunque capirà"), Federica Rosellini ("From Medea" e "Amnet amatissimo"), Elisabetta Maschio ("Rockquiem"), Gianni Gastaldon ("Sogno di una notte di mezza estate"), Luca Rodella, "La bottega dell'arte", Andrea Baracco "Gli amanti del sogno" e Silvio

I più letti
Torna su
TrevisoToday è in caricamento