rotate-mobile
Eventi Centro

Chiesa di Santa Croce: in scena la tragedia greca

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

La Chiesa di Santa Croce ospiterà, nei mesi di maggio e ottobre, cinque rappresentazioni dedicate alla tragedia greca. Ciascuna sarà presentata al pubblico non come rappresentazione di tipo scenico, ma come lettura a opera di attori professionisti di fama nazionale e internazionale: Paola De Crescenzo, Raffaele Esposito, Maria Cristina Mastrangeli, Luca Nucera, Claudio Puglisi, Paolo Serra ed Emanuele Vezzoli. La direzione è di Walter Le Moli. Ogni rappresentazione sarà preceduta da un’introduzione di Massimo Cacciari e di Luigi Garofalo.  Sono previste rappresentazioni dedicate alle scuole, che verranno proposte in orario mattutino (ore 10) e con ingresso gratuito e poi replicate in orario serale (ore 20.30) per il pubblico. In questo caso saranno a pagamento.

Il commento

«Fondazione Cassamarca - spiega  il presidente Luigi Garofalo -, prosegue nell’impegno a favore della cultura, promuovendo la valorizzazione della drammaturgia greca, i cui valori universali sono noti a tutti. Anche in questo caso, ci siamo affidati a professionisti di straordinario livello. Mi preme soprattutto rilevare come i primi destinatari siano i giovani delle scuole superiori di Treviso e della provincia: un pubblico alla cui formazione, all’insegna della cultura, la Fondazione è particolarmente attenta. Siamo inoltre certi che lo stesso contesto che ospiterà le rappresentazioni, ovvero la ex Chiesa di Santa Croce, con i capolavori pittorici che la adornano, renderà ancora più gradite le performances in programma».

L'evento

La rassegna è sostenuta da Banca delle Terre Venete, nella persona del vicepresidente vicario, Pietro Pignata. L’Istituto di credito ha scelto di supportare Fondazione Cassamarca nella realizzazione del ciclo di rappresentazioni dedicate alla Tragedia Greca rinnovando così l’impegno a destinare parte dei propri utili alla comunità locale e in particolare alle attività culturali - come nel caso di questo progetto - oltre che sociali, assistenziali e sportive, con una speciale sensibilità nei confronti dei giovani e del loro futuro. L’arte e il teatro, del resto, hanno un ruolo essenziale nel favorire processi creativi e innovativi utili alla crescita e allo sviluppo del territorio, nutrendo le menti e alimentando nuove idee. Fattori che contribuiscono al benessere sociale e in cui Banca delle Terre Venete crede profondamente. Il calendario delle rappresentazioni è il seguente: 5 maggio: Antigone di Sofocle 30 maggio: Edipo Re di Sofocle 31 maggio: Edipo a Colono di Sofocle 12 ottobre: Ifigenia in Tauride di Euripide 13 ottobre Ifigenia in Tauride di Goethe Banca Delle Terre Venete, fa Parte del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiesa di Santa Croce: in scena la tragedia greca

TrevisoToday è in caricamento