Giovedì, 17 Giugno 2021
Eventi

Q.pido: Zan in città per dire no all’omobitransfobia

La kermesse LGBT, dal 14 al 23 maggio, apre il calendario di eventi in città. Al via il Treviso Equality Festival fra cinema, fumetti, danza, libri e cabaret

Giorgio Romanello e Valentina Pizzol

È stata presentata oggi, giovedì 6 maggio, la terza edizione di Q.pido - Treviso Equality Festival. La rassegna dedicata alla cultura omosessuale, bisessuale e transgender è organizzata dal Coordinamento LGBTE Treviso attorno alla Giornata Mondiale contro l'omo-bi-transfobia, che cade il 17 maggio di ogni anno. La kermesse si presenta con un’offerta culturale di alto livello, anche grazie ai numerosi ospiti di caratura nazionale. Da venerdì 14 a domenica 23 maggio il capoluogo della Marca ospiterà un ricco calendario di momenti culturali a tema LGBT. Si spazia dal cinema al fumetto, passando per presentazioni di libri, performance e cabaret. Occhi puntati su piazza Rinaldi dove, nel pomeriggio di sabato 22 maggio, sarà presente anche il deputato Alessandro Zan, relatore dell’omonimo ddl contro l’omobitransfobia, che in coro con una giornalista, un’antropologa e una sindacalista, parlerà della tutela delle persone vittime di discriminazioni di genere.

Il tema dell’edizione 2021 è il linguaggio che spesso, online e offline, è strumento di offesa e discriminazione nei confronti delle persone LGBT. La kermesse, inserita nella Rete dei Festival della Città di Treviso, è la prima a essere in ordine di apparizione del 2021, con eventi anche in presenza, nel pieno rispetto delle norme anti-contagio. Altri appuntamenti saranno solo online, in modo da permettere a un gran numero di persone di partecipare. Si parte venerdì 14 alle 21:00 con la proiezione di Libertà, cortometraggio documentario di Savino Carbone che racconta la storia di due richiedenti asilo omosessuali alle prese con le politiche migratorie. L’evento è organizzato in collaborazione con Sole Luna Festival. Insieme al Treviso Comic Book Festival, sabato 15 alle 17:00 si svilupperà un talk sulla graphic novel, strumento in grado di affrontare tematiche profonde con grande aderenza al contemporaneo. Un dialogo a tre fra i fumettisti Marco B. Bucci, collaboratore di alcune tra le maggiori case editrici italiane, Riccardo Atzeni, esperto di illustrazioni tradizionale e web, e Noah Schiatti, vincitore nel 2020 della quarta edizione di Inside Comics Padova.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Q.pido 2021 - Manifesto di Alice Berti-2

Il debutto in presenza sarà domenica 16 dalle ore 11:30 al bastione San Marco che, in collaborazione con il Centro Sperimentale Danza Teatro Treviso, ospiterà Sensibili: performance sul movimento come mezzo per rimanere connessi a distanza. La settimana successiva vedrà ben tre presentazioni online di libri. Si parte lunedì 17 maggio alle 18:30 con Generazione Arcobaleno. La sfida per l'eguaglianza dei bambini con due mamme (Einaudi, 2020) di Micaela Ghisleni, filosofa specializzata in etica pratica e bioetica; nel 2018 lei e la sua compagna furono tra le prime coppie omogenitoriali a vedere trascritto l’atto di nascita dei figli. L’iniziativa è stata ideata e sviluppata in partnership con Famiglie Arcobaleno. Due giorni dopo, mercoledì 19 alle 19:00, spazio a Tinder & The City (Alcatraz, 2019), libro della scrittrice e social media manager Marvi Santamaria sulle avventure e i disagi che nascono sulle app di incontri. Terza e ultima presentazione con Ti lascio per riprendermi (Solferino 2021): giovedì 20 alle 19:00, appuntamento con il manuale “praticomico” su come affrontare la separazione, scritto dalla giornalista e autrice televisiva trevigiana Giovanna Donini.

Con il fine settimana tornano gli eventi in presenza. Venerdì 21 alle 18:30 piazza Rinaldi ospiterà Diversamente Uguali, intervista-spettacolo di Debora Villa sui diritti negati e sulla bellezza di essere semplicemente sé stessi. Debora Villa, attrice e comica, volto noto della televisione italiana con i suoi dieci anni di Camera Café, torna in città dopo essere stata madrina del triveneto Treviso Pride 2016.

Sabato 22 alle 16:00 piazza Rinaldi sarà poi teatro del talk Di parola in parola. Voci contro violenza verbale e discriminazione per diffondere un linguaggio inclusivo. Saranno presenti il deputato Alessandro Zan, relatore della legge per il contrasto dell’omobitransfobia, e la giornalista trevigiana Sara Salin, che affronterà il tema del linguaggio d’odio nei media. Donatella Lanzarotta, antropologa e docente al liceo artistico di Treviso, parlerà della violenza verbale fra gli adolescenti. La sindacalista Marta Casarin, segretaria generale FP CGIL Treviso, terrà un intervento sulle discriminazioni nei luoghi di lavoro.

Gran finale domenica 23 maggio al pomeriggio al FreakBar con Aperinlove, momento musicale e di aggregazione, sempre nel rispetto delle normative anti-contagio. Q.pido 2021 è realizzato con il patrocinio di: Commissione Pari Opportunità del Comune di Treviso, Rete Lenford - Avvocatura per i diritti LGBTI, Ordine dei Giornalisti del Veneto e Sindacato Giornalisti Veneto. Sono partner della terza edizione del Treviso Equality Festival: Sole Luna Festival, Treviso Comic Book Festival, Centro Sperimentale Danza Teatro, Associazione Famiglie Arcobaleno, CGIL Treviso e Freakbar.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Q.pido: Zan in città per dire no all’omobitransfobia

TrevisoToday è in caricamento