"Tu es petrus": polifonie italiane e spagnole nella Roma del Cinquecento

Odhecaton, il gruppo italiano di musica antica più premiato al mondo, propone a Treviso le pagine dei grandi maestri della Cappella Musicale Pontificia “Sistina”.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Le musiche degli antichi riti di incoronazione e consacrazione dei Pontefici della Chiesa Cattolica risuonano nel concerto che l'ensemble Odhecaton propone a Treviso sabato 9 aprile alle ore 21. Il gruppo vocale italiano più premiato al mondo, con i suoi sei Diapason d'Or per la miglior interpretazione della polifonia antica, presenterà Tu es Petrus. Polifonie italiane e spagnole nella Roma del Cinquecento, nell'ambito della stagione di musica antica promossa dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche e almamusica433.

Ispirata quest'anno al celebre pittore El Greco e al racconto del celebrato Siglo de Oro, la rassegna entra nella dimensione del sacro proprio nella Chiesa di San Francesco, uno dei più importanti luoghi di culto della città, per proporre le pagine dei grandi maestri della Cappella Musicale Pontificia "Sistina", tra le più antiche istituzioni corali del mondo. Il concerto ripercorre infatti le musiche che nel Cinquecento celebrano, con il loro svolgersi, i momenti salienti degli antichi riti di incoronazione e consacrazione dei Pontefici. Il programma inizia con la Corona Aurea del fiammingo Jacques Arcadelt per passare all'Ecce Sacerdos magnus di Tomás Luis de Victoria e arrivare al cuore della carta del concerto in cui Odhecaton darà voce al solenne e sorprendente In diademate capitis Aaron a 12 voci di Giovanni Maria Nanino, composto per la cerimonia di anniversario di incoronazione di Papa Clemente VIII. Il programma si chiude con un omaggio al maggior rappresentante della cosiddetta scuola romana, Giovanni Pierluigi da Palestrina, del quale Odhecaton propone una selezione delle più rappresentative pagine composte per i riti delle incoronazioni: dal Fratres ego enim che amplifica il testo di San Paolo con una scrittura possente ma al contempo ricca di intime suggestioni, al Tu es pastor ovium, di un nitore armonico di grande modernità. Si deve proprio a Palestrina la Missa papae Marcelli, diventata paradigma della composizione vocale, della quale la Biblioteca Capitolare del Duomo di Treviso custodisce una delle preziose edizioni a stampa.

«Il concerto, con la direzione di Paolo Da Col, ripercorre sonoramente un momento storico importante per la musica sacra e per la Chiesa che si ritrova in quegli anni a vivere le difficoltà di un movimento di Riforma proveniente dal Nord Europa, sullo sfondo di una Roma che vive profondi cambiamenti culturali e sociali» spiega il Maestro Stefano Trevisi, direttore artistico della stagione trevigiana «Anche la Sistina, cuore di una cristianità mistica e attiva, è testimone del processo di mutamento, sotto le sue volte affrescate e lo sguardo sereno del Cristo del Giudizio Universale».

Biglietto concerto: intero 20 euro, ridotto 15 euro. Il biglietto del concerto dà diritto all'ingresso omaggio alla mostra El Greco in Italia. Metamorfosi di un genio a Ca' dei Carraresi che chiuderà domenica 1° maggio. Prevendita: spazi Bomben, via Cornarotta, Treviso, da lunedì a venerdì ore 9-13 e 14-18; IAT, piazza Borsa, Treviso, lunedì ore 10-12, da martedì a domenica ore 10-16.

Fondazione Benetton Studi Ricerche, tel. 0422.5121, fbsr@fbsr.it, www.fbsr.it.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento