rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
WeekEnd

Cosa fare a Treviso e dintorni nel weekend: è il momento dell'attesissima "Fiera4PAssi"

Uno degli eventi più importanti a livello nazionale nel panorama dell'economia sostenibile arriva al parco del Sant'Artemio con espositori, decine di spettacoli, laboratori, incontri, attività per bambini a tutte le ore, piatti equi e solidali e musiche dal mondo

MANIFESTAZIONI La kermesse più attesa di tutto il fine settimana è sicuramente "Fiera4PAssi" al Parco del Sant'Artemio a Treviso. Si tratta di una manifestazione che vi invita a fare letteralmente quattro passi verso il futuro tra centinaia di espositori, decine di spettacoli, laboratori, incontri, attività per bambini a tutte le ore, piatti equi e solidali e musiche dal mondo. La Fiera 4Passi.org, con i suoi 70mila visitatori nell’ultima edizione, è uno degli eventi più importanti a livello nazionale nel panorama dell’economia sostenibile.

Non dimenticate poi però anche "Germogli di Primavera": la rassegna primaverile organizzata da Unpli Treviso nei territori tra Piave e Sile, entra nel vivo: a Badoere, dal 22 aprile al 7 maggio, riflettori puntati sulla "50a Mostra dell’asparago di Badoere IGP" che per l’occasione delle nozze d’oro ha stilato un calendario ricco di appuntamenti. Sempre a tema cibo però trovate anche la "Sagra di San Liberale" a Treviso, la "39^ Mostra del Conegliano Valdobbiadene" a Miane e il ritorno del "What the food?!" a Castelfranco Veneto con il Food Truck Festival: per l'occasione saranno presenti 24 food truck, dal pesce all'hamburger, dal fritto al gelato. All'interno di ogni veicolo i cuochi realizzeranno dei piatti con le materie prime caratteristiche della propria regione d'origine. Ad arricchire l'evento ci saranno numerosi interventi di musicisti e artisti di strada che troveranno spazio in palchi dedicati all'animazione; dai concerti musicali dal folk al rock, dal pop al cantautorato e altro ancora, e diversi artisti di strada (trampolieri, giocolieri, madonnari, prestigiatori, bolle di sapone giganti, spettacoli di marionette e burattini); e poi ancora la danza hip hop, i balli latino americani e gli spettacoli burlesque.? Tra gli eventi speciali anche un laboratorio per bambini e un vero e proprio "Cooking Show Contest", una gara di cucina aperta al pubblico. Infine, ecco anche "La Fucina del Gusto" ad Asolo con showcooking, tavole rotonde e street food.

Se invece vi piace la letteratura, a Crocetta del Montello inizia la prima edizione del festival letterario "Fiori di Vite": rassegna culturale che avrà come tema il territorio, il cui programma prevede incontri con autori italiani di fama nazionale e internazionale, un concorso letterario per racconti inediti ambientati in Provincia di Treviso, una micro fiera della piccola e media editoria con una dozzina di espositori da tutta Italia e diversi eventi collaterali. Amanti magari poi della musica? Imperdibile sarà "Treviso Street-Food&Jazz", due giornate dedicate al jazz in occasione dell'International Jazz Day proclamata dall'Unesco per riconoscere la forza di questa musica come simbolo di unione, pace e dialogo tra i popoli.

Se però volete qualcosa di veramente diverso, allora fa per voi "Escape Room - La Cripta" a Crocetta del Montello, un evento temporaneo di un solo mese in cui mettere a punto l'ingegno in un gioco di squadra! Se invece volete restare più vicini a Treviso, a Silea troverete "In fuga dalla realtà" di Escape Room Revolution, un misterioso gioco di enigmi e logica basato sull'affascinante storia della famiglia Ricoletti, una ricca famiglia veneziana del fine 800. La padrona di casa viene assassinata e la tua missione è di riuscire a risolvere il gioco entro 60 minuti. Infine, se siete single e alla ricerca dell'anima gemella, fa per voi il "Single Party" in Casa di Caccia a Monastier!

CONCERTI & TEATRO Apriamo subito con il teatro: venerdì sera al Teatro Eden di Treviso arriva lo spettacolo "L'Inventore" del laboratorio teatrale del Liceo Da Vinci.Sempre buona musica nella Marca durante il weekend. Già venerdì potrete gustarvi "Xbox - Tributo ai Green Day" al PinUp Pub di Volpago del Montello, il live del noto cantautore trevigiano Giorgio Barbarotta al Mattorosso di Montebelluna (che sabato propone Lee Holmes), "A Pill tu purge Melancholie" in Fondazione Benetton a Treviso con Friederike Heumann e la sua viola da gamba e pure la "Serata pre-Adunata" con i Goliardika alla Caneva dei Boret di Valdobbiadene. Tra sabato e domenica invece potrete scegliere tra: "Note di solidarietà" a Breda di Piave, la "Bill Toms Band" al Corner Live di Mareno di Piave per una notte rock e poi "Il Piave mormorava" a Pieve di Soligo, oltre al "Concertino - Orchestra da camera" in Villa Tiepolo Passi a Carbonera per la rassegna "I suoni della villa".

INCONTRI, CIBO&VINO Tante le varie proposte che offre il trevigiano nel fine settimana, come la presentazione in Villa Giovannina di Villorba del nuovo libro di Luana Longo dal titolo "La neve di Maggio" o come, nello stesso comune, l'incontro "Anoressie, bulimie, dipendenze: gli anti-amore". Altri consigli poi possiamo darveli per il "Torneo di braccio di ferro" a scopo benefico a Treviso, un innovativo "Cocktail-party" firmato Pomikaki, sempre a Treviso, per un viaggio nell'Africa della moda, o ancora "Pulizie consapevoli (Consapevolvere)" a Montebelluna, "Scegliere il cane" con PetPRO al Maxi Zoo di Zero Branco e la presentazione della "7^ Stagione concertistica" nell'Antica Chiesa di Santa Maria di Castello a Roncade.

MOSTRE Apriamo questa sezione con, a Ca' dei Carraresi, l'ultimo weekend per la mostra "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno". L'esposizione cercherà di focalizzarsi soprattutto sulla produzione italiana delle sue opere, in quanto rappresentazione della “maledizione del corpo e dell’anima” che attanagliò l’individuo moderno, interpretabile alla luce della psicanalisi, della filosofia e della psicologia. L’esposizione, organizzata da Kornice, offrirà l’incredibile opportunità di “entrare nella mente” dell’artista, di comprenderne i dubbi, le angosce e le ragioni che lo spinsero a scegliere i suoi soggetti, attraverso l’analisi della Francis Bacon Collection of the Drawings Donated to Cristiano Lovatelli Ravarino, delineata all’interno di relazioni e vita privata che si intrecciano nella storia. Non è tutto però, perchè qui potrete trovare anche la mostra "Giappone fiorito": la mostra racconta la vita e la natura del Giappone antico attraverso le opere dei grandi artisti del XIX secolo: Hokusai e Hiroshige. Un’ampia selezione di Ukiyo-e accoglierà i visitatori con immagini del Monte Fuji, di Edo (l’odierna Tokyo), di Kyoto ed in genere della natura del Sol Levante. Il periodo dell’anno scelto per l’esposizione è l’Hanani, ovvero il momento in cui fioriscono i fiori di ciliegio conferendo al Giappone un aspetto di incantevole bellezza. Fiori e piante saranno i protagonisti di un vasto allestimento variopinto ed analizzati nelle loro simbologie.

Ultimi giorni poi anche per "Storie dell'Impressionismo" organizzata da Linea d'ombra di Marco Goldin al Museo di Santa Caterina. Un'esposizione di opere d'arte di Gauguin, Renoir, Van Gogh e Monet...oltre ad altri e numerosi artisti internazionali, anche "moderni", per ricostruire non una sola storia, ma le molte storie dell’Impressionismo. Tutto ciò che si raccoglie nei temi del ritratto, della natura morta e ovviamente del nuovo paesaggio dipinto. Perché il pubblico, più di sempre, si possa emozionare davanti a tanta bellezza. Questa mostra non racconta solo, canonicamente, quel mezzo secolo che va dalla metà dell’Ottocento fino ai primissimi anni del Novecento. Ma anche quanto la pittura in Francia aveva prodotto, con l’avvento di Ingres a inizio Ottocento, nell’ambito di un classicismo che sfocerà, certamente con minore tensione creativa, nelle prove, per lo più accademiche, degli artisti del Salon.

Dopodichè vi consigliamo anche "Bellini e i Belliniani" al Palazzo Sarcinelli di Conegliano: la mostra prosegue le esplorazioni sulle trasformazioni dei linguaggi della pittura veneziana e veneta negli anni magici tra Quattro e Cinquecento. L'esposizione è, dunque, un’occasione per interrogarsi sull’eredità belliniana, ricostruendo con originalità una rete di rapporti e connessioni, mettendo in luce il raffronto possibile tra storie e opere, protagonisti e comprimari su palcoscenici diversi e alternativi e tuttavia legati da analogie e contiguità logiche e strutturali. La struttura però offre al pubblico anche la personale di Silvia Da Ros dal titolo "Anime al fronte".

Ancora poco convinti? Allora vi proponiamo anche le mostre "Il corpo della pittura" di Claudio Massini a Ca' da Noal e anche "Eclettico. Dalla murrina storica l'opera di Antonio dei Rossi" a Palazzo Todesco di Vittorio Veneto, oltre la mostra personale di Gino de Pieri presso villa Romivo a Montebelluna, e poi anche l'esposizione "1Km" a cura di Giampaolo Arena a Tra-Treviso Ricerca Arte. Infine, ecco per voi: "Visioni friulane - Dipinti dal 1998 al 2017" di Dario Delpin in Fondazione Benetton a Treviso come anche l'esposizione sui legionari cecoslovacchi "Con la penna nera dal Piave alla Moldava" in occasione dell'Adunata Nazionale Alpini, la mostra storica "Castelli ed armi" (in esposizione oltre 60 pezzi di armi bianche dall'epoca romana fino al Medioevo) a San Zenone degli Ezzelini e persino la mostra fotografica "Tutti giocano" a Monastier.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa fare a Treviso e dintorni nel weekend: è il momento dell'attesissima "Fiera4PAssi"

TrevisoToday è in caricamento