WeekEnd

Cosa fare in città e provincia nel weekend: è l'ora dell'atteso "Treviso Cuor di Natale"!

Al "Villaggio di Natale" ci saranno una pista di pattinaggio su ghiaccio, il chiosco ristoro e tante giostre per bambini, oltre ai mercatini della tradizione

Foto Instragram di @laurapica_

MANIFESTAZIONI Il momento sicuramente più atteso di tutto il fine settimana è con "Treviso Cuor di Natale". In città ci saranno infatti la pista di pattinaggio su ghiaccio, il chiosco ristoro e tante giostre per un "Villaggio di Natale" con i fiocchi ai Bastioni San Marco, mentre sabato in Piazza dei Signori avverrà la tradizionale accensione dell’albero di Natale. Tra i mercatini della tradizione legati alla kermesse vanno sicuramente ricordate le esposizioni di Mammart dell’associazione Obiettivo Famiglia Federcasalinghe, mentre Loggia dei Cavalieri, Piazzetta Battistero e Piazza Pola ospiteranno rispettivamente: Rossi in Loggia, vino e prodotti tipici dall’associazione Ea Congrega del tabarro e i manufatti dell’associazione Ricreazione e Mani di Natale. Sempre a tema natalizio sono inoltre i "Mercatini di Natale" a Castelfranco Veneto con i prodotti tipici del territorio, tanti giochi e leccornie per i bambini e la splendida Piazza Giorgione illuminata magnificamente.

Segnaliamo poi che nel weekend andrà in scena anche uno degli appuntamenti di "Fiori d'inverno", la rassegna gastronomica interprovinciale dedicata al Radicchio Rosso di Treviso e al Variegato di Castelfranco. Il 2, 3 e 4 dicembre, da venerdì a domenica, si terrà infatti all’Istituto della Pietà a San Marco (VE) l’anteprima della 109^ Antica Mostra del Radicchio: ci saranno show cooking dal vivo, degustazioni, mostra mercato non solo del migliore prodotto di stagione ma anche di tanti prodotti derivati. Dalla birra al Radicchio di Treviso al Panettone con canditi di Radicchio, dalle mostarde ai sottolio.

CONCERTI & TEATRO Apriamo questa sezione con "Getfar" (alias Mario Fargetta di Radio DeeJay) al Jamy Club di Treviso venerdì sera, anche se i più attesi sono i Selton che suoneranno all'Home Rock Bar e la blueswoman Arianna Antinori al Corner Live di Mareno di Piave. Attenzione poi alla festa in musica di "Buon compleanno Limone Aperitivo Arrogante" alla Supersonic Music Arena di San Biagio di Callalta, il tutto in compagnia dei giocatori del Treviso Basket. Per quanto riguarda il teatro, invece, ecco "Cabaret - Il Musical" al Teatro Comunale Mario del Monaco e "Rigore è quando arbitro fischia" a Conegliano con Giovanni Betto e Paolo Perin, oltre a "Jack: il fagiolo magico" per la rassegna "La famiglia va a teatro" di Sarmede e il musical "Chicago" con l'Associazione Singers Melody al teatro di Villa Guidini a Zero Branco.

INCONTRI, CIBO & VINO Il primo appuntamento che vi indichiamo è con la proiezione del noto e apprezzato film "Big Fish" da TRA - Treviso Ricerca Arte venerdì sera a Treviso, il cui centro storico offre anche "MigrAzioni: mini rassegna sul tema dell'accoglienza" all'Auditorium Stefanini con un incontro dal titolo "Accoglienza: esperienza nel territorio" e dove interverranno Francesca Spolaor (assessore alle Politiche Sociali del Comune di Mira), Bruno Baratto (direttore di "Migrantes" Treviso) e il Prof. Antonio Silvio Calò (professore di Filosofia). Sempre venerdì c'è anche "Formaggiata natalizia" all'Osteria Alla Pasina di Dosson. State poi aspettando con ansia il Natale? Beh, allora al Barbazza Garden Center fa per voi “Salotto speciale di Natale” dedicato a “Il presepio tra simbologia e tradizione”, con il dott. Alberto Alexandre, celebre neurochirurgo con una passione speciale per il presepio, autore del trattato storico- fiolosofico e iconografico :” A.D. 2000: Natività e Giubileo” (GMV Libri, 2000), che l’autore ha consegnato nella mani di papa Giovanni Paolo II in occasione del Giubileo del 2000 ed è stato utilizzato dalla RAI per presentarne l’iconografia durante trasmissioni illustrative dell’evento. "RiCreazione - Mercatino artigianale del riuso creativo" si terrà invece nel weekend in Piazzetta Battistero a Treviso, mentre domenica alle 16 a "Sarmede, il Paese delle fiabe 2016" ecco poi gli approfondimenti per insegnanti ed educatori con “Da grande insegnerò". Domenica alla Casa della Musica di Conegliano ci sarà poi anche un incontro di formazione sul percorso ABRSM.

MOSTRE Apriamo questa sezione con a Ca' dei Carraresi la mostra "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno". La mostra cercherà di focalizzarsi soprattutto sulla produzione italiana delle sue opere, in quanto rappresentazione della “maledizione del corpo e dell’anima” che attanagliò l’individuo moderno, interpretabile alla luce della psicanalisi, della filosofia e della psicologia. L’esposizione, organizzata da Kornice, offrirà l’incredibile opportunità di “entrare nella mente” dell’artista, di comprenderne i dubbi, le angosce e le ragioni che lo spinsero a scegliere i suoi soggetti, attraverso l’analisi della Francis Bacon Collection of the Drawings Donated to Cristiano Lovatelli Ravarino, delineata all’interno di relazioni e vita privata che si intrecciano nella storia. Ca' dei Carraresi che però offre anche "Plantarium: la bellezza della natura attraverso la magia dell'arte", un'esposizione nella quale scopriremo il meraviglioso mondo delle piante, come esse interagiscono con l'ambiente o come entrano in comunicazione con altri esseri viventi. Il tutto raccontato con opere d'arte interattive, proiezioni futuristiche e ambientazioni studiate ad hoc per l'evento. Per voi però la città offre anche "Ad libitum" presso TRA - Treviso Ricerca Arte: l'autore Michele Spanghero sposta improvvisamente l'attenzione sulla costruzione della vita stessa. Il titolo della mostra in particolare intende soprattutto porre delle attenzioni sulla complessa questione della respirazione assistita.

Dopo il successo delle prime settimane di esposizione, continua poi anche "Storie dell'Impressionismo" organizzata da Linea d'ombra di Marco Goldin al Museo di Santa Caterina. Un'esposizione di opere d'arte di Gauguin, Renoir, Van Gogh e Monet...oltre ad altri e numerosi artisti internazionali, anche "moderni", per ricostruire non una sola storia, ma le molte storie dell’Impressionismo. Tutto ciò che si raccoglie nei temi del ritratto, della natura morta e ovviamente del nuovo paesaggio dipinto. Perché il pubblico, più di sempre, si possa emozionare davanti a tanta bellezza. Questa mostra non racconta solo, canonicamente, quel mezzo secolo che va dalla metà dell’Ottocento fino ai primissimi anni del Novecento. Ma anche quanto la pittura in Francia aveva prodotto, con l’avvento di Ingres a inizio Ottocento, nell’ambito di un classicismo che sfocerà, certamente con minore tensione creativa, nelle prove, per lo più accademiche, degli artisti del Salon. Ancora poco convinti? Allora vi proponiamo anche le mostre "Patchwork, l'arte emancipata" a Ca' da Noal a Treviso, XXI edizione dell’annuale esposizione di quilt promossa e realizzata dall’associazione Patchwork Idea, organizzazione trevigiana di riferimento a livello nazionale e internazionale. Concludiamo infine con la pittura italiana del secondo Novecento di "Ode alla pittura" a Palazzo Sarcinelli di Conegliano, "From Becoming to Vertically" di Antonella Mason nella Barchessa di Villa Giovannina a Villorba, "Il giardino della misericordia" al Museo Diocesano di Arte Sacra a Treviso e, dal 3 dicembre all’8 gennaio a nel quartiere di San Paolo a Treviso, la mostra fotografica di Alberto Nascimben e Udo Kohler.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosa fare in città e provincia nel weekend: è l'ora dell'atteso "Treviso Cuor di Natale"!

TrevisoToday è in caricamento