Workshop con La Quarta Corda e performance di bondage giapponese

27 GENNAIO - dalle 16.00 alle 20.00 - Workshop Livello Intermedio
27 GENNAIO- 21.00 Performance "Il suono dell'acqua"https://www.facebook.com/events/532556337103771/
28 GENNAIO- dalle 10.00 alle 18.00- Workshop Base All-Day

Il gote e gli harness nello stile de La quarta corda 

IL WORKSHOP
Questo corso è dedicato ad avere un primo approccio con gli harness dello stile de La quarta corda, in primis con la legatura forse più iconica del bondage giapponese: il gote. Il gote è una legatura importantissima, utile sia nel lavoro a terra, che in sospensione, parziale o totale. E’ estremamente difficile da realizzare correttamente, per questo motivo lo affronteremo con attenzione ad ogni particolare in modo da poterne avere una conoscenza basilare ma solida. Il gote de La quarta corda si caratterizza tra l’altro per la sua linearità nell’esecuzione sia per la sua eleganza estetica. Ogni passaggio ha un suo significato per quanto riguarda la comunicazione tra i partner, tanto che anche solo realizzare un gote può già rivelarsi un’esperienza profonda e appassionante. Per questo motivo faremo viaggiare parallelamente gli aspetti tecnici, estetici e emozionali. A completamento di questo corso vedremo anche altri due harness sempre nello stile de La quarta corda: il futomomo e l’hip harness, due legature che fondono insieme tradizione e innovazioni tecniche e che sono molto utili per aumentare le proprie possibilità espressive con le corde.

LO STILE DE LA QUARTA CORDA
Lo stile de La quarta corda è ispirato dal bondage giapponese tradizionale ed è principalmente influenzato da due importanti nawashi, Akira Naka e Haruki Yukimura, con i quali Andrea ha avuto modo di fare lezione durante i suoi viaggi a Tokyo. Tecnica, estetica e comunicazione viaggiano di pari passo; durante il corso scopriremo come ogni elemento tecnico possa avere il suo significato anche estetico e soprattutto comunicativo. La quarta corda è oggi apprezzata per eleganza, originalità e capacità di utilizzare le corde in modo estremamente empatico: nel suo stile l’estetica tradizionale si fonde con tecniche sviluppate per ottimizzare la funzionalità, la sicurezza e la comunicazione con la persona legata.

PREREQUISITI
Prerequisiti per i top: saper fare correttamente single e double column tie in stile giapponese. Prerequisiti per i bottom: per poter realizzare queste legature è necessario poter portare le braccia incrociate dietro la schiena (per il gote) e di poter piegare la gamba completamente (per il futomomo).

ARGOMENTI DEL CORSO
Sicurezza nel gote shibari
Il gote: elementi e costruzione
Futomomo 
Hip harness 
Harness dei polpacci

CHE COSA PORTARE
Per questo corso sono necessarie 2-3 corde da 7-8 metri. Le corde possono essere in iuta o in canapa (cotone e sintetici non sono accettati) e del diametro di 5-6mm; consigliate corde in iuta giapponese o comunque loose lay. Chi le ha può portare le proprie corde, altrimenti sono disponibili in prestito. A fine corso sarà poi possibile acquistare un set di corde giapponesi professionali.  Per quanto riguarda i vestiti, durante il workshop è bene indossare vestiti comodi; in particolare chi viene legato è bene che abbia morbidi e aderenti come una tuta attillata oppure una maglietta non troppo larga e dei fuseaux o dei pantaloni non larghi. Durante il workshop è inoltre consigliato di non indossare scarpe: si consiglia quindi di portarsi dietro delle ciabattine e/o dei calzini. Non ci si può scambiare tra top e bottom. 

Il costo è di 80 euro a coppia. 

27 GENNAIO - ore 21.00 - Performance "Il suono dell'acqua"
Per tutte le info su questo evento visitare la pagina:https://www.facebook.com/events/532556337103771/


28 GENNAIO - dalle 10.00 alle 13.00 / dalle 15.00 alle 18.00

Introduzione al bondage giapponese nello stile de La quarta corda


IL WORKSHOP
Questo corso costituisce un’introduzione al bondage giapponese, alle sue legature, alla sua estetica e a come utilizzare le corde per “dialogare” col partner. Nel corso si apprenderanno le legature fondamentali dello shibari e fin da subito si sperimenterà come potersi divertire col partner con le tecniche apprese. Si parlerà di sicurezza e scopriremo come con poco sia possibile avere delle bellissime esperienze; bastano anche solo otto metri di corda per potersi divertire insieme! Le corde sono infatti un mezzo di comunicazione e possono metterci in contatto con lati nascosti della parte più profonda dentro di noi. Controllo, comunicazione, seme, emozioni, abbandono, fiducia, sono tutti elementi che contribuiscono a rendere intensa la nostra esperienza tra le corde. Ben sei ore di corso in cui potersi avvicinare al bondage giapponese. Nella prima parte apprenderemo le basi dello shibari: il single e il double column tie. Nella seconda parte invece ci focalizzeremo su tecniche più articolate e svilupperemo una coscienza più approfondita nell’utilizzo delle corde e una migliore consapevolezza sul come si possono usare per comunicare col partner. Impareremo alcune legature semplici e, attraverso di esse, alcune tecniche del bondage giapponese, quali le giunzioni e le frizioni. A chi partecipa al corso base sarà regalato un paio di forbici di sicurezza! Safety first!

LO STILE DE LA QUARTA CORDA
Lo stile de La quarta corda è ispirato dal bondage giapponese tradizionale ed è principalmente influenzato da due importanti nawashi, Akira Naka e Haruki Yukimura, con i quali Andrea ha avuto modo di fare lezione durante i suoi viaggi a Tokyo. Tecnica, estetica e comunicazione viaggiano di pari passo; durante il corso scopriremo come ogni elemento tecnico possa avere il suo significato anche estetico e soprattutto comunicativo. La quarta corda è oggi apprezzata per eleganza, originalità e capacità di utilizzare le corde in modo estremamente empatico: nel suo stile l’estetica tradizionale si fonde con tecniche sviluppate per ottimizzare la funzionalità, la sicurezza e la comunicazione con la persona legata.


ARGOMENTI DEL CORSO 
Sicurezza con le corde
Single column tie
Matanawa (legatura dell’inguine)
Munenawa (legatura del busto)
Duble column tie
Come dare e ricevere sensazioni con la corda
Controllo e guida del partner
Le giunzioni
La tensione
Ryo ashi shibari – Legatura delle gambe
Ipponnawa

PREREQUISITI
Prerequisiti per i top e i bottom: nessuno.

CHE COSA PORTARE
Per il corso base sono necessarie 3-4 corde da 7-8 metri. Le corde possono essere in iuta o in canapa (cotone e sintetici non sono accettati) e del diametro di 5-6mm; consigliate corde in iuta giapponese o comunque loose lay. Chi le ha può portare le proprie corde, altrimenti sono disponibili in prestito. A fine corso sarà poi possibile acquistare un set di corde giapponesi professionali. 
Per quanto riguarda i vestiti, durante il workshop è bene indossare vestiti comodi; in particolare chi viene legato è bene che abbia morbidi e aderenti come una tuta attillata oppure una maglietta non troppo larga e dei fuseaux o dei pantaloni non larghi. Durante il workshop è inoltre consigliato di non indossare scarpe: si consiglia quindi di portarsi dietro delle ciabattine e/o dei calzini.
Non ci si può scambiare tra top e bottom.

Il costo è di 120 euro a coppia.


Per info e prenotazioni:
info@kinbakuemotion.it
3479624587

24796312_898159243694591_4571691399362848992_n-2

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Corsi, potrebbe interessarti

  • Laboratori di disegno e pittura

    • dal 13 settembre 2019 al 31 luglio 2020
    • Studio d'arte Crosato

I più visti

  • Mercatino dell'antiquariato a Portobuffolè

    • Gratis
    • dal 12 maggio al 8 dicembre 2019
    • Portobuffolè
  • Oltreverde al Parco Gambrinus: divertimento sostenibile per tutta l'estate

    • Gratis
    • dal 26 maggio al 22 settembre 2019
    • Parco Gambrinus (San Polo di Piave)
  • “Per non dimenticare”: ecco la mostra con scritti e oggetti di ex internati

    • Gratis
    • dal 13 aprile 2019 al 27 gennaio 2020
    • Museo degli Alpini
  • "Leopoldo Metlicovitz, l'arte del desiderio": nuova mostra al Museo Salce

    • dal 16 maggio al 13 ottobre 2019
    • Complesso di San Gaetano
Torna su
TrevisoToday è in caricamento