Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come diventare maresciallo dei Carabinieri, è uscito il bando per 626 allievi

Al via il concorso, c'è tempo fino al 15 marzo per presentare la domanda

 

Il Ministero della Difesa ha pubblicato il Bando del concorso carabinieri 2021 per l'ammissione all'undicesimo corso triennale 2021 2024 di 626 allievi marescialli del ruolo ispettori dell'Arma.

C'è tempo fino al 15 marzo per presentare la domanda di ammissione per partecipare al concorso per l'ammissione di 626 allievi marescialli al corso triennale per ispettori dell'Arma dei carabinieri.

Requisiti

Possono partecipare al bando Allievi Marescialli pubblicato sul portale Carabinieri concorsi le seguenti categorie di candidati:

a. militari dell’Arma dei Carabinieri appartenenti al ruolo dei Sovrintendenti ed a quello degli Appuntati e Carabinieri, e Allievi Carabinieri, in possesso dei seguenti requisiti:

  • idoneità al servizio militare incondizionato o temporanea inidoneità (nel secondo caso è prevista l’ammissione con riserva);
  • aver conseguito un diploma di istruzione secondaria di secondo grado, di durata quinquennale o quadriennale con anno integrativo;
  • età non superiore a 30 anni (che non abbiano superato il giorno del compimento del 30° anno di età);
  • non aver riportato negli ultimi due anni o nel periodo di servizio, se inferiore a due anni, sanzioni disciplinari più gravi della consegna, una qualifica inferiore a “nella media” o giudizi corrispondenti, o giudizi di inidoneità all’avanzamento di grado;
  • non essere stati condannati per delitti non colposi e non essere in atto imputati per gli stessi;

b. cittadini italiani in possesso dei seguenti requisiti:

  • età non inferiore a 17 anni compiuti e non superiore a 26 anni (ovvero al giorno del compimento degli stessi) o, per coloro che hanno già prestato servizio militare per un periodo non inferiore alla ferma obbligatoria, a 28 anni;
  • se minorenni, possesso del consenso dei genitori o di chi esercita la potestà genitoriale;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • assenza di condanne e procedimenti penali in corso per delitti non colposi, o di situazioni incompatibili con l’acquisizione e la conservazione dello stato di Maresciallo dei Carabinieri;
  • avere condotta incensurabile e non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
  • diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale ovvero quadriennale integrato dal corso annuale previsto per l’accesso all’università;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego in una pubblica amministrazione, licenziati da un impiego pubblico per procedimento disciplinare o prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia, eccetto che per non idoneità psico fisica;
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  •  non essere stati dichiarati obiettori di coscienza e non aver prestato servizio civile sostitutivo, a meno di apposita e formale rinuncia a tale status non prima che siano passati almeno 5 anni dal congedo.

Sul concorso operano le riserve di posti previste dalla legge. In particolare sui 626 posti totali 125 sono riservati a:

  • al coniuge e ai figli superstiti, ovvero ai parenti in linea collaterale di secondo grado se unici superstiti, del personale delle Forze Armate, compresa l’Arma dei Carabinieri, e delle Forze di Polizia deceduto in servizio e per causa di servizio;
  • ai diplomati delle Scuole militari dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica;
  • agli assistiti dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari di carriera dell’Esercito Italiano, dall’Istituto Andrea Doria per l’assistenza dei familiari e degli orfani del personale della Marina Militare, dall’Opera nazionale per i figli degli aviatori e dall’Opera nazionale di assistenza per gli orfani dei militari dell’Arma dei Carabinieri, in possesso dei prescritti requisiti.

Per tutti i dettagli sui requisiti di partecipazione e sulle riserve previste dal concorso vi invitiamo alla lettura del bando completo.

Prove d’esame

Lo svolgimento del concorso prevede l’effettuazione di:

  • prova preliminare;
  • prove di efficienza fisica;
  • prova scritta di conoscenza della lingua italiana;
  • accertamenti psico-fisici per la verifica dell’idoneità psico–fisica;
  • accertamenti attitudinali;
  • prova orale su materie indicate nell’Allegato C del bando

Tutte le informazioni dettagliate sulle prove d’esame sono riportate all’interno del bando di concorso di cui vi invitiamo a un’attenta lettura. 

Presentazione domande

Le domande di ammissione al concorso devono essere presentate entro il prossimo 15 marzo  a questo indirizzo

Il concorso, indetto dal Ministero della Difesa, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4a Serie Speciale- Concorsi ed Esami n.12 del 12-02-2021.

Potrebbe Interessarti

Torna su
TrevisoToday è in caricamento