Corsi di Formazione

Open Innovation: un corso per sviluppare nuove soluzioni per la collettività

Onde Alte del co-fondatore di H Farm mette in relazione i migliori talenti del mondo culturale, artistico, economico e scientifico con i più moderni format di formazione

Il tema dell’Open Innovation, lo strumento per cercare percorsi alternativi e sviluppare nuove soluzioni per la collettività, sarà approfondito in un corso che partirà online mercoledì 19 maggio 2021. 

In un momento di grande incertezza, è necessario restare continuamente (in)formati cercando un equilibrio sano e sostenibile tra le crescenti capacità della tecnologia e le esigenze umane. Solo questa alchimia può creare vera innovazione e per farlo è indispensabile la formazione. 

Per questo motivo Onde Alte, per approfondire i benefici dell’Open Innovation, terrà un webinar con Feltrinelli Education (https://www.feltrinellieducation.it/), la prima piattaforma di lifelong learning lanciata da un editore con l’idea di mettere in relazione i migliori talenti del mondo culturale, artistico, economico e scientifico con i più moderni format di formazione professionalizzante. 

Le lezioni di Open Innovation sono in formato digitale, da mercoledì 19 maggio a sabato 5 giugno 2021, per una durata complessiva di 16 ore (di cui 12 ore di lezioni digitali live e 4 ore di studio). La formazione sarà incentrata nella prima parte sui paradigmi dell’Open Innovation e i benefici rispetto all’innovazione tradizionale (“Closed Innovation”).  

La seconda parte, invece, sarà dedicata alla sperimentazione attraverso la progettazione di una strategia aziendale di Open Innovation. 

Le aziende, e non solo, per essere e restare competitive sul mercato devono avere impresso nel loro DNA la propensione ad innovare, infatti “non è la più forte delle specie che sopravvive, né la più intelligente, ma quella più reattiva ai cambiamenti”. Questa famosa frase di Charles Darwin sembra essere la più adatta quando si tratta di descrivere l’Open Innovation. Sicuramente la pandemia è stata come un master di innovazione collettiva, in cui mai, come in questi ultimi dodici mesi, chiunque è stato chiamato ad innovare e a reinventare ogni vecchia abitudine. Lo sanno i lavoratori, gli studenti, gli insegnanti, gli imprenditori, i negozianti, i ristoratori. Per questo è arrivato il momento di “innovare l’innovazione”.

Tra i settori in cui l’Open Innovation viene ampiamente utilizzata spiccano anche l’oil&Gas, multi-utilities, il comparto bancario-assicurativo,  automotive, trasporti, food, distribuzione e Telco, settore tra i primi ad aver intuito i benefici di questo approccio. 

“L’Open Innovation è un tema molto importante in cui crediamo profondamente perché è la risposta giusta alle nuove sfide del mercato, ma non solo. Infatti, rispetto anche ai recenti avvenimenti, l’Open Innovation deve essere lo strumento per cercare percorsi alternativi e sviluppare nuove soluzioni.” - racconta Massimiliano Ventimiglia, founder della società Onde Alte. “Per questo motivo crediamo e sosteniamo sempre iniziative in cui c’è anche una ricaduta positiva sulle persone e sull'ambiente in cui viviamo perché siamo convinti che il proposito e l’impatto di ciò che facciamo siano la vera essenza delle azioni capaci di generare un miglioramento e cambiamento positivo” 

Massimiliano Ventimiglia 

Un viaggio professionale che l’ha visto Co-fondatore di H-FARM, Fondatore di H-ART, Chief Digital Officer (Italy) di WPP, CEO di H-FARM Education e ora Fondatore di Onde Alte
Massimiliano Ventimiglia, classe 1976, ha costruito tutta la propria carriera sui temi dell’open innovation, della tecnologia e della comunicazione digitale. Nel 2005, a soli 27 anni, Ventimiglia dà vita al venture incubator H-FARM (noto come la Silicon Valley italiana) con Riccardo Donadon, concentrandosi in particolar modo sullo sviluppo di H-ART che, grazie alla sua esperienza, diviene in poco tempo una tra le agenzia digital più importanti nel panorama italiano.  Al centro c’è il connubio tra due anime: tecnologia e design al servizio delle persone ed è questo uno dei motivi che conducono l’azienda al successo.

Onde Alte è un laboratorio multidisciplinare di innovazione sociale che offre servizi di consulenza, formazione e open innovation alle aziende e al sistema educativo e che si pone l’obiettivo di alzare il livello di consapevolezza e di azione verso le tematiche sociali della cittadinanza attiva, del valore condiviso e del bene comune. Onde Alte è un attore generativo di quella che viene chiamata l’economia umana. Una economia che mette i principi del rispetto e dell’attenzione al bene comune davanti a tutto e che si misura con framework che tengono in armonia il profitto, le persone e il pianeta.

Numerose sono le attività portate avanti da Onde Alte, alcune in collaborazione con il MIUR per spiegare ai ragazzi come diventare imprenditori sociali. Vi sono poi hackathon, scolastici e non, progetti di innovazione sociale e ancora attività svolte in tutta Italia con l’obiettivo di aumentare la consapevolezza delle persone circa le tematiche della sostenibilità, provando a rivoluzionare dall’interno le realtà aziendali, disegnando strategie e azioni caratterizzati da etica e rispetto verso il pianeta. Onde Alte nei suoi primi due anni di attività ha inoltre realizzato una piattaforma tecnologica di ingaggio civico, un database pubblico di casi innovativi di innovazione sociale e formati di microlearning orientati al mobile learning.

Il corso di Open Innovation di Onde Alte con Feltrinelli

Per saperne di più:   https://www.feltrinellieducation.it/corsi-live/economia-e-marketing/open-innovation 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Open Innovation: un corso per sviluppare nuove soluzioni per la collettività

TrevisoToday è in caricamento