Premiati i racconti sul lockdown di alcuni studenti di Conegliano e Pieve di Soligo

Tutti i testi inviati dai ragazzi sono emozionanti e restituiscono il loro vissuto del periodo pandemico

“Sposta la tua mente al dopo... e raccontalo”, il contest dedicato agli adolescenti della “generazione lockdown”, nato per raccogliere il loro sentire e il loro desiderio di guardare al “dopo”.

I ragazzi si sono trovati a vivere un periodo difficile quest'anno a causa del coronavirus, alcuni hanno messo nero su bianco le emozioni, i pensieri, piccoli scorci della loro vita durante i giorni di lockdown e inviato gli scritti a Pordenonelegge, uno dei Festival di Letteratura più importanti d'Italia.

Tra questi sei testi sono stati premiati e raccolti in un e-book, gli autori sono gli studenti di Conegliano e Pieve di Soligo: Pederiva Arianna, Fariha Farque, Rebellato Marianna, Baggio Anna, Verdicchio Dolores e Dal Mas Gaia.
Le pagine che ne sono uscite sono davvero emozionanti e restituiscono il loro vissuto del periodo pandemico:
Il pensiero di un domani incerto ci farà abbracciare più vicino al petto queste fragili vite di mosche che amiamo così tanto”, racconta Fariha Farque dell’ISISS Casagrande di Pieve di Soligo.
Solitudine come albero maestro e vela, della mia nave che mi accompagna a porto sempre certo. Mi accompagna in un viaggio interiore durante il quale, rispecchiandomi nelle onde e nell’acqua del mare, riesco a giungere ad una maggiore consapevolezza di me” scrive Dolores Verdicchio del Liceo Marconi di Conegliano.
Maggior importanza alle piccole cose darò e daremo, E appena potrò tornare alla mia vita, a una vita Normale, Torneremo più vicini, con il cuore e con la mente. E questo ci farà capire che non possiamo vivere senza gli altri” ci ricorda Gaia Dal Mas, Istituto Fanno.

Un progetto partito nel periodo dell’isolamento, che ha raccolto le voci di oltre 300 studenti delle Scuole Superiori del Friuli Venezia Giulia e delle zone rosse colpite dal Covid in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto. Giovani di città e province che abbiamo seguito giorno per giorno nelle settimane durissime dell’apice della pandemia: come Brescia, Bergamo, Piacenza e Treviso, e i piccoli centri di provincia rimasti intrappolati nelle maglie del coronavirus. All’iniziativa hanno partecipato anche i ragazzi dell'Area Giovani del CRO, Centro di Riferimento Oncologico di Aviano: ragazzi che in tempo di pandemia si sono ritrovati come i loro coetanei, costretti fra quattro mura con la vita sospesa a tempo indeterminato

A rappresentare il territorio trevigiano ben 54 testi di studenti di alcune scuole di Conegliano e Pieve di Soligo (Istituti Fanno, Da Collo, Cerletti e Liceo Marconi di Conegliano, Istituto Casagrande di Pieve di Soligo), che hanno raccontato il loro sentire e le loro speranze legate al periodo del lockdown e al “dopo”.
In occasione della 21^ Festa del Libro di Pordenone, nell’ambito del percorso Scuole dedicato ai ragazzi, è stato presentato l’ebook nato dal contest. L’evento, svoltosi su piattaforma Zoom, ha visto come ospite speciale lo scrittore Giuseppe Catozzella, che ha presentato e commentato i testi selezionati.

L'ebook è on line nella sezione Editoria del sito di pordenonelegge
Sul canale YouTube di Pordenonelegge (Playlist: Programma ragazzi_scuola) e nello speciale RAI Cultura dedicato al Festival è visibile l’incontro “Sposta la tua mente al dopo … e raccontalo” con Giuseppe Catozzella.

Gianbruno Panizzutti – assessore alla Pubblica Istruzione e Politiche Giovanili del Comune di Conegliano:
“Con il Progetto Lettura, che Conegliano sostiene con forza e porta avanti ormai da molti anni, cerchiamo di diffondere il seme della lettura perché riteniamo che tale pratica, anche se incalzata dai numerosi strumenti multimediali a disposizione dei nostri ragazzi, debba rimanere un punto fondamentale del percorso di vita dei nostri studenti. E’ una grande soddisfazione vedere tanta
partecipazione da parte delle nostre scuole a una manifestazione tanto importante e ancor più vedere i loro lavori degni di menzione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alunno positivo: cosa succede ai suoi compagni (e ai loro genitori)

  • Le scuole della Marca sono le migliori del Veneto

  • Disability Manager: inizia un corso per questa nuova professione

  • Tre incontri on line per chi cerca lavoro

Torna su
TrevisoToday è in caricamento