Auto elettrica del Comune: «Risparmiati mille euro di benzina in un anno»

L’auto concessa in comodato d’uso da Autostar rientra nell'ambito di una campagna di sensibilizzazione alla mobilità ad emissioni zero. Più di 60 alberi risparmiati grazie al nuovo mezzo

In foto l'auto elettrica del Comune

Con quasi 1000 euro di benzina e più di 60 alberi “risparmiati” dal Comune di Treviso grazie all'auto elettrica messa a disposizione da Autostar, si avvia a conclusione il primo anno del progetto di mobilità sostenibile fortemente voluto dall'amministrazione, particolarmente sensibile alle tematiche eco-sostenibili.

La rivoluzione green si è concretizzata grazie alla Bmw i3, un’auto silenziosa ed ecologica che, in base ai calcoli elaborati dall'Ufficio Ambiente, per i 6.000 km percorsi ha permesso di “abbattere” la produzione di almeno 700 kg di C02, emessi in media dalle utilitarie a disposizione dell’Ente, e tenendo conto che un’essenza arborea di alto fusto situata in città (e dunque in un contesto di stress ambientale più elevato) può assorbire 20 kg di CO2 all'anno. Sarebbero infatti stati necessari circa 60 alberi per sostenere la C02 emessa delle altre auto a disposizione del Sindaco e dello Staff di Gabinetto, per i medesimi tragitti. Inoltre, l’automobile 100% elettrica, in uso per l’attività istituzionale del sindaco Mario Conte e la consegna di pergamene e attestati di riconoscimento nel territorio comunale dallo Staff incaricato, ha permesso di risparmiare 1000 euro di benzina, cifra che sarebbe stata necessaria utilizzando le altre vetture a disposizione del Comune di Treviso. L’utilizzo della Bmw i3 rientra nel progetto di sostenibilità ambientale, che vede il Comune di Treviso in prima fila per la promozione delle best practices relative alla riduzione dell’impatto ambientale derivato dall’uso di combustibile, come peraltro previsto dal Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile, documento chiave che identifica i settori di intervento più idonei e le opportunità più appropriate per raggiungere l’obiettivo di riduzione del 20% delle emissioni di CO2 entro il 2020.

«Il progetto ha dato ottimi risultati e siamo contenti che l’utilizzo di quest’auto abbia dato la possibilità di promuovere la mobilità ad emissioni zero - afferma l’assessore alle Politiche Ambientali, Alessandro Manera - Nei prossimi anni ci piacerebbe aumentare la dotazione di auto elettriche del Comune anche perché, oltre alle emissioni, sono stati risparmiati 1000 euro di benzina, una cifra comunque significativa. Con questa iniziativa, per la quale ringraziamo Autostar, vogliamo sensibilizzare la cittadinanza e tutte le Amministrazioni pubbliche all’utilizzo di mobilità elettrica o alternativa come bici e bus». Così Mattia Vannini, project manager area Nord Est Gruppo Autotorino: «Trovare la miglior e più rispondente soluzione alle esigenze di mobilità è l’impegno con cui Autostar e il Gruppo Autotorino da decenni si rivolgono a persone, aziende, organizzazioni ed Enti. Per noi è importante condividere con il Comune di Treviso questo progetto non solo di mobilità urbana sostenibile, ma anche di sensibilizzazione al tema, perché è un percorso in cui noi crediamo. L’evoluzione tecnologica consente di mettere a disposizione vetture sempre più efficienti, da quelle a motore termico sino a quelle a zero emissioni locali. E ad ogni necessità ci è così possibile dare la miglior risposta, anche in termini di minor impatto ambientale».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Trovata cadavere Rosanna Sapori, giornalista «scomoda» del Nordest

  • Tragedia da "Ciao bei": aiuto cuoco muore per un malore

  • Detrazioni fiscali: tracciabilità obbligatoria per le spese del 2020

  • Cadavere affiora dal Monticano, è il corpo di Marco Dal Ben

  • Diabete e retinopatia, il prof. Bandello: "Siamo all'avanguardia, ma ancora pochi screening"

  • Chiudono "Rosa e Baffo" e pub "Rosa": piazza di Bonisiolo deserta

Torna su
TrevisoToday è in caricamento