menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bacino Priula e rifiuti: in arrivo anche per il 2021 agevolazioni tariffarie per le aziende

I sindaci hanno stabilito le linee d’indirizzo economico-finanziarie per definire le tariffe di famiglie e imprese, continuando l’impegno a sostenere le utenze più colpite

La pandemia sta continuando a far sentire i suoi effetti negativi su famiglie e imprese, nonché sui costi dei servizi offerti. Contenere l’impatto del Covid sulle bollette dei rifiuti diventa dunque un obiettivo condiviso per dare supporto alle utenze provate da questo lungo periodo di emergenza. Questo il nodo affrontato nell’Assemblea del Bacino Priula che si è tenuta lunedì pomeriggio, durante la quale i Sindaci hanno approvato all'unanimità alcune linee guida per l’elaborazione del Piano Economico Finanziario e delle tariffe dell’anno 2021 per il servizio rifiuti.

A fronte dell’incremento dei costi del servizio legati al Covid previsti anche per quest’anno, l’Assemblea ha infatti espresso la volontà di mantenere la variazione delle Tariffe 2021 il più possibile vicina al minimo previsto da ARERA, l’Autorità che regolamenta il settore dei servizi ambientali. L’intento è dunque di garantire nuovi importi che non si discostino molto da quelli in vigore lo scorso anno o che presentino comunque una variazione media sostanzialmente in linea con il solo tasso di inflazione programmata. Il contenimento del PEF, e quindi delle tariffe per i rifiuti addebitate mediamente alle utenze, sarebbe possibile grazie alla volontà, espressa dai Sindaci, di mettere a disposizione circa 750 mila euro per le agevolazioni Covid 2020 a favore delle tariffe 2021 e in particolare delle aziende in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria. La finanziaria 2021, infatti, consente di utilizzare tali importi sia per coprire i costi determinati dal Covid a riduzione del Piano Economico Finanziario 2021, sia per la creazione di nuove agevolazioni a favore delle utenze per quest’anno.

Considerate le forti criticità presenti ancora in alcuni settori economici, l’Assemblea ha dunque manifestato la volontà di contenere le Tariffe 2021 per famiglie e imprese e di proseguire anche per quest’anno con l’applicazione di agevolazioni a favore delle aziende in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria, dando mandato al Comitato di Bacino di predisporre una proposta per tali riduzioni, consultando le Associazioni di Categoria produttive del territorio. Le misure, assieme alle nuove tariffe, saranno oggetto di definizione e approvazione nelle prossime sedute dell’Assemblea di Bacino.

A favore delle utenze non domestiche che usufruiscono della raccolta presso l’EcoCentro, verrà valutata anche l’introduzione di tariffe sperimentali «ad accesso», che consentirebbero un risparmio per chi usufruisce saltuariamente di questo servizio; al momento, la proposta è di sperimentare queste tariffe solo per gli EcoCentri Satellite (Maserada sul Piave, Monastier di Treviso, Silea, San Biagio di Callalta, Zenson di Piave) collegati alla sperimentazione dell’EcoCentro Zonale di Breda di Piave, con una riduzione media del 15% rispetto al 2020. Nel corso dell’incontro, è stata anche ribadita la volontà di introdurre ulteriori e significative riduzioni alle tariffe per il trattamento di prodotti assorbenti per la persona a favore delle famiglie che vivono situazioni di disagio, su cui l’Assemblea ha già espresso un parere positivo lo scorso dicembre e che verranno proposte per l’approvazione nei prossimi mesi.

“Attraverso l’approvazione unanime di queste linee guida – dichiara Giuliano Pavanetto, presidente del Consiglio di Bacino Priula – ancora una volta è emersa la volontà comune di rispondere prontamente alle necessità del territorio con politiche condivise e una gestione unitaria. Il Comitato di Bacino, all’interno degli indirizzi emersi, approfondirà ora lo studio delle varie proposte tenendo sempre fermo l’obiettivo di dare ai cittadini un sostegno concreto per far fronte alle conseguenze di questa situazione di emergenza che si sta protraendo e che mette a dura prova tutti noi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Attualità

L'Arsenale di Roncade ceduto al fondo francese C-Quadrat

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento